Differenze tra le versioni di "Emilio Sereni"

Jump to navigation Jump to search
(inserisco una citazione di Emilio Sereni, wlinks.)
 
==Citazioni di Emilio Sereni==
*[...] a [[Milano]] od a [[Torino]] come nella maggior parte delle grandi città moderne, è appunto il moderno sviluppo industriale e commerciale che ha determinato progressivamente, con l'incremento demografico, l'ossatura fondamentale della vita cittadina, mentre il grande agglomerato umano di [[Napoli]] e la sua struttura sociale hanno origini assai più lontane, sono il prodotto di altre condizioni economiche, di altre forme di vita. Assai prima della costituzione del [[Regno d'Italia]], Napoli era stata, per lunghi secoli, la capitale del maggiore tra gli Stati in cui l'Italia era divisa, ed una delle più grandi città d'Europa. Già nello scorcio del Medio Evo, Napoli oltrepassava i 200 mila abitanti, quando Milano non sorpassava che di poco i 50 mila e Torino ne contava 16 mila soltanto; quando [[Amburgo]] ne aveva meno di Torino e [[Londra]] meno di Milano.<ref>Citato in [[Andrea Geremicca]], ''Dentro la città. {{small|Napoli angoscia e speranza}}'', prefazione di [[Giuseppe Galasso]], Guida Editori, Napoli, 1977, p. 20.</ref>
 
== Citazioni su Emilio Sereni ==
 
* Ora sto rileggendo il carteggio tra i fratelli Sereni, Enzo, il [[Sionismo|sionista]] che poi morì a Dachau, ed Emilio, il dirigente comunista. Sono lettere molto profonde, che ci riportano a un tempo durissimo. Ho sentito il bisogno di riprenderlo dalla mia libreria. ([[Emanuele Macaluso]])
 
==Note==
2 822

contributi

Menu di navigazione