Stromboli terra di Dio

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Stromboli terra di Dio

Immagine Bergman stromboli.jpg.
Titolo originale

Stromboli terra di Dio

Lingua originale italiano, inglese, spagnolo, francese e tedesco
Paese Italia
Anno 1950
Genere drammatico
Regia Roberto Rossellini
Soggetto Roberto Rossellini
Sceneggiatura Sergio Amidei, Gian Paolo Callegari, Art Cohn, Renzo Cesana
Produttore Roberto Rossellini
Interpreti e personaggi

Stromboli terra di Dio, film del 1950, regia di Roberto Rossellini.

Frasi[modifica]

  • Puoi immaginare come mi possa sentire qui, Padre, una straniera. Queste rocce nere, questa desolazione, questo... questo terrore. Quest'isola mi fa diventare matta. (Karin)
  • Anche la gente che è nata qui vuole andare via, s'immagini io, che sono straniera. (Karin)

Dialoghi[modifica]

  • Prete: Buongiorno, come va oggi?
    Karin: Buongiorno padre.
    Prete: Mi domandavo come se la passa qui.
    Karin: Può vedere da sé padre, sto sempre fuori, la casa è piena di vecchi che parlan dell'America tutto il giorno.
    Prete: Si sieda.
    Karin: Grazie.
    Prete: Ecco, un po' di tempo e di pazienza e tutto si sistemerà.
    Karin: Tutto? Anche l'isola e il vulcano forse?
    Prete: No, parlo della casa e di lei. Forse posso aiutarla. Ho detto a suo marito che può prendere le mattonelle della casa dei Moletta. I Moletta hanno lasciato l'isola ventisei anni fa, non credo che torneranno più. Vede, io qui sono una specie di fiduciario di tutti quelli che sono andati via e quelle mattonelle serviranno di più a casa sua e nessuno protesterà per il piccolo furto. Così quelli che sono andati via aiutano quelli che restano qui e io, ecco, faccio da intermediario.
    Karin: Allora cerchi di aiutarci. Non posso vivere in questo modo. Antonio è solo un ragazzo. Sì gli voglio bene, ma lui non capisce una donna come me.
    Prete: Io credo di sì. Io so cosa ha fatto per trovare lavoro. La stagione della pesca era già cominciata quando siete arrivati e le barche avevano già gli equipaggi. Vede ci sono quattro barche sole a Stromboli, le altre vengono dalle isole vicine. Eppure Antonio è riuscito a trovare un posto. Ha sacrificato il suo orgoglio. Una volta avevo una barca di sua proprietà. S'è adattato, è per lei che l'ha fatto, lo so molto bene perché m'ha parlato.
    Karin: Sì, so che fa quello che può ma non capisce che non posso vivere qui e che deve portarmi via.
    Prete: Ci vogliono molti soldi per emigrare e un posto dove andare.
    Karin: Anche la gente che è nata qui vuole andare via, s'immagini io, che sono straniera. Queste orribili rocce, questa desolazione, quel terrore. Questa isola mi fa impazzire padre, mi aiuti la prego.
    Prete: Siete tanto giovane, faccia che Antonio risparmi i suoi soldi invece di buttarli, lo aiuti, e forse riuscirete a partire anche voi. Ma finché restate qui renda accogliente la sua casa e sia paziente, così aspettare sarà meno difficile. Aiutati che Iddio t'aiuta dice un proverbio.
    Karin: Dio non mi ha mai aiutato.

Citazioni su Stromboli terra di Dio[modifica]

  • Non potrei definirlo altro che un brutto film. (Che Guevara)

Altri progetti[modifica]