Stromboli terra di Dio

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Stromboli terra di Dio

Immagine Bergman stromboli.jpg.
Titolo originale

Stromboli terra di Dio

Lingua originale italiano, inglese, spagnolo, francese, tedesco
Paese Italia
Anno 1950
Genere drammatico
Regia Roberto Rossellini
Soggetto Roberto Rossellini
Sceneggiatura Sergio Amidei, Gian Paolo Callegari, Art Cohn, Renzo Cesana
Produttore Roberto Rossellini
Interpreti e personaggi

Stromboli terra di Dio, film del 1950, regia di Roberto Rossellini.

Frasi[modifica]

  • Puoi immaginare come mi possa sentire qui, Padre, una straniera. Queste rocce nere, questa desolazione, questo... questo terrore. Quest'isola mi fa diventare matta. (Karin)
  • Anche la gente che è nata qui vuole andare via, s'immagini io, che sono straniera. (Karin)

Dialoghi[modifica]

  • Prete: Buongiorno, come va oggi?
    Karin: Buongiorno padre.
    Prete: Mi domandavo come se la passa qui.
    Karin: Può vedere da sé padre, sto sempre fuori, la casa è piena di vecchi che parlan dell'America tutto il giorno.
    Prete: Si sieda.
    Karin: Grazie.
    Prete: Ecco, un po' di tempo e di pazienza e tutto si sistemerà.
    Karin: Tutto? Anche l'isola e il vulcano forse?
    Prete: No, parlo della casa e di lei. Forse posso aiutarla. Ho detto a suo marito che può prendere le mattonelle della casa dei Moletta. I Moletta hanno lasciato l'isola ventisei anni fa, non credo che torneranno più. Vede, io qui sono una specie di fiduciario di tutti quelli che sono andati via e quelle mattonelle serviranno di più a casa sua e nessuno protesterà per il piccolo furto. Così quelli che sono andati via aiutano quelli che restano qui e io, ecco, faccio da intermediario.
    Karin: Allora cerchi di aiutarci. Non posso vivere in questo modo. Antonio è solo un ragazzo. Sì gli voglio bene, ma lui non capisce una donna come me.
    Prete: Io credo di sì. Io so cosa ha fatto per trovare lavoro. La stagione della pesca era già cominciata quando siete arrivati e le barche avevano già gli equipaggi. Vede ci sono quattro barche sole a Stromboli, le altre vengono dalle isole vicine. Eppure Antonio è riuscito a trovare un posto. Ha sacrificato il suo orgoglio. Una volta avevo una barca di sua proprietà. S'è adattato, è per lei che l'ha fatto, lo so molto bene perché m'ha parlato.
    Karin: Sì, so che fa quello che può ma non capisce che non posso vivere qui e che deve portarmi via.
    Prete: Ci vogliono molti soldi per emigrare e un posto dove andare.
    Karin: Anche la gente che è nata qui vuole andare via, s'immagini io, che sono straniera. Queste orribili rocce, questa desolazione, quel terrore. Questa isola mi fa impazzire padre, mi aiuti la prego.
    Prete: Siete tanto giovane, faccia che Antonio risparmi i suoi soldi invece di buttarli, lo aiuti, e forse riuscirete a partire anche voi. Ma finché restate qui renda accogliente la sua casa e sia paziente, così aspettare sarà meno difficile. Aiutati che Iddio t'aiuta dice un proverbio.
    Karin: Dio non mi ha mai aiutato.

Citazioni su Stromboli terra di Dio[modifica]

  • Non potrei definirlo altro che un brutto film. (Che Guevara)

Altri progetti[modifica]