Super Size Me

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Super Size Me

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale Super Size Me
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2004
Genere documentario
Regia Morgan Spurlock
Soggetto Morgan Spurlock
Sceneggiatura Morgan Spurlock
Note
  • Premio per la regia al Sundance Film Festival

Super Size Me, film documentario statunitense del 2004, regia di Morgan Spurlock.

  • In America tutto è più grande: abbiamo le macchine più grosse, le case più grosse, le più grosse aziende, il cibo più grosso, e infine le persone più grosse.
  • Ambiente tossico perché c'è continuo accesso a cibo di scarsa qualità e carico di grassi. Le stazioni di servizio vendono più caramelle e bibite gassate che benzina. È un paese dove ci sono più di tre milioni di distributori di bibite, il che vuol dire uno ogni novantasette americani. Un mondo dove la gente usa soltanto l'auto per spostarsi e dove camminare è diventato talmente un peso che lasciamo che siano le macchine a farlo per noi.
  • Al processo contro McDonald's i legali della difesa hanno dichiarato che è di pubblico dominio il fatto che i procedimenti usati per la preparazione del suo cibo lo rendono più nocivo del cibo non trattato. Per citare un esempio, i McNuggets. In origine venivano usati i polli troppo vecchi per deporre uova, oggi i McNuggets provengono da polli dal petto insolitamente sviluppato. La polpa disossata diventa una specie di tritato di pollo, dopodiché viene mischiata con stabilizzanti e conservanti, pressata nella forma che conosciamo, impanata, fritta, surgelata e distribuita nei vari punti McDonald's. Il giudice Robert Swift li ha definiti "cibo di McFrankenstein", preparato con ingredienti assolutamente sconosciuti in cucina.
  • Mi trovavo ad una cena con delle persone e tra gli invitati c'era anche un fumatore, a un certo punto un tizio si è messo a fare il gradasso e a dire "Ma che ti salta in mente non lo sai che il fumo fa male? Ti succederà questo, ti succederà quello. Dovresti smettere lo sai?" e il fumatore invece di dirgli "Ma vaffanculo" voglio dire "pensa ai fatti tuoi" come sarebbe stato giusto in fin dei conti, piuttosto imbarazzato e difendendosi ha detto "Ho cercato di smettere, ci devo riprovare, hai ragione, hai ragione". Allo stesso tavolo era seduta una signora molto grassa e mi sono detto, pensa se quello invece di attaccare il fumatore, avesse detto a quella grassa signora "Ma non te ne rendi conto che sei obesa? Non lo sai quanto è pericoloso essere sovrappeso? Smettila di mangiare santo cielo, lascia stare quel dessert, non ti sei vista giusto?" La logica è la stessa, non credo sia possibile fare una distinzione tra i due esempi che ho fatto. La ragione sta nel fatto che è socialmente accettato attaccare i fumatori, ma non lo è attaccare gli obesi, ancora. Quindi la domanda è quand è che diventerà accettato socialmente permettersi di attaccare le persone grasse, nello stesso modo con cui viene fatto tranquillamente con i fumatori?
  • Avete sentito che cos'ha appena detto?[1] «Siamo parte del problema»! La lobby di Coca-Cola, Heinz, Smucker's, Kellogg's, Nestle, Kraft, Hershey's, Sara Lee, Cadbury, General Meals, Seagram, Welch's, Wise, Birds Eye, Lance, Cambell's, Carvel, Mars, Ocean Spray, Hormel, Dannon e Pepsi ha detto: «Siamo parte del problema». Però, stiamo facendo progressi...

Note[modifica]

  1. Commentando una gaffe di Gene Grabowski, addetto stampa della GMA (Grocery Manufacturers Association).

Altri progetti[modifica]