Tennistavolo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Francobollo ungherese

Citazioni sul tennistavolo o ping pong.

  • Chiunque può giocare: non ci sono limitazioni né di età, né di genere, né di forma fisica. La ragazzina minuta può sconfiggere il tipo tutto muscoli: mi piace, come filosofia. Il ping pong aiuta persino a combattere l'Alzheimer. (Susan Sarandon)
  • Cos'è quella cosa che è rotonda e fa: bap, bop, bippity, bonk, bip, bing, bang, bonkity, bim, bam, boop, boop, bangity, bong, bing, bam, bap? Una pallina da ping-pong in un tornado. (Johnny Hart)
  • – Il segreto del gioco è che qualunque cosa succede, non devi mai, mai perdere d'occhio la pallina. Dai.
    – Non so perché, ma il ping-pong mi veniva naturale.
    – Vedi? Qualunque idiota ci riesce.
    – Così cominciai a giocarci sempre. Giocavo a ping-pong anche quando non avevo nessuno con cui giocare a ping-pong. Quelli dell'ospedale dicevano che mi calzava come un guanto, chissà che volevano dire. Anche il tenente Dan veniva a vedermi giocare. Giocavo a ping-pong talmente tanto che ci giocavo anche nel sonno. (Forrest Gump)
  • Il tennis e il ping-pong sono la stessa cosa. Solo che nel tennis sono in piedi sulla tavola. (Coluche)
  • Nel tempo al quale si riferiscono questi personali e modesti ricordi, il gioco del ping-pong (nobile gioco, come tutti sanno) non era ancora assurto ai fastigi della grande diplomazia internazionale: allora era un gioco e nulla più, senza implicazioni politiche, senza le speranze di un mondo quasi del tutto disperato. Non è escluso, anzi, che allora il ping-pong fosse considerato dai più un gioco di categoria inferiore, una specie di innocente passatempo per ragazzi, un'attività agonistica buona per i circoli parrocchiali e gli stabilimenti balneari. (Luigi Silori)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]