Tito Stagno

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Tito Stagno (1930 – vivente), giornalista, telecronista sportivo e conduttore televisivo italiano.

Citazioni di Tito Stagno[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Per la Sardegna ho fatto l'unica rissa della mia vita [...]. Ero al cinema, appena tornato dalla Giordania dove avevo intervistato il re, e prima del film trasmettevano un filmato sulla Sardegna. Eravamo rappresentati malissimo: in un matrimonio di paese lo sposo era strabico, la moglie bruttissima. Tanto che un romano al mio fianco dice: anvedi questi selvaggi. Io lo insulto e poi volano le botte. Arriva anche la polizia. E meno male che uno dei poliziotti era sardo. Mi ha detto: vada via, vada via.[1]
  • [Su Gianni Brera.] Mi ha fatto prendere la più grande e unica sbronza della mia vita [...]. Mi aveva invitato a casa sua per fargli firmare il contratto [per La Domenica Sportiva]. Mi apriva continuamente bottiglie di vino di Alba. E non la smetteva più. Io sono riuscito ad arrivare anche all'ingresso. Poi quando eravamo in auto [...] ho rimesso l'anima.[1]

Io la raccontai in mutande

Intervista di Walter Veltroni, SportWeek, nº 29 (946), 20 luglio 2019, pp. 20-27

  • Nel '66 feci un viaggio studio in America. Andai alla Nasa a Houston. Allora si mangiava alla mensa. Si passava con il vassoio, alla cassa pagavi un dollaro e mezzo, e poi andavi al tavolo e mangiavi con gli astronauti. Pranzai proprio con Virgil Grissom che era simpaticissimo, rideva sempre. Sembrava non dico un italiano, ma un meridionale, un uomo del Sud, molto espansivo.
  • Durante la guerra ero a Pola, oggi Pula, Croazia. Pola fu bombardata, la mia casa fu distrutta. Mia sorella morì durante la guerra. Ricordo la paura come il sentimento che attanagliava quei giorni. Paura e fame. Non c'era letteralmente da mangiare. Io andavo fuori città, nei paesi intorno, a vendere abiti di mio padre. Vendette anche il pigiama, poverino, per trovare da mangiare per noi.
  • [Su John Fitzgerald Kennedy.] Un leader moderno, caldo, che sapeva come arrivare al cuore della gente.

Note[modifica]

  1. a b Dall'intervista di Stefano Ambu, Tito Stagno: «Quella notte di luglio: l'emozione in diretta dello sbarco sulla Luna», Lanuovasardegna.it, 29 novembre 2018.

Altri progetti[modifica]