Tomas Tranströmer

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Medaglia del Premio Nobel
Per la letteratura (2011)
Tomas Tranströmer

Tomas Tranströmer (1931 – 2015), poeta e psicologo svedese.

Il grande mistero[modifica]

Incipit[modifica]

Dietro il vetro dell'urna
i rettili
stranamente fermi.

Una donna stende il bucato
nel silenzio.
La morte è senza vento.

Nelle profondità della terra
scivola la mia anima
silenziosa come una cometa.[1]

Citazioni[modifica]

  • Devo varcare | la soglia oscura. | Una sala. | Il documento bianco brilla. | Con tante ombre che si muovono. | Tutte vogliono firmarlo. || Finché la luce mi raggiunge | e ripiega il tempo. (da Firme; 2011)
  • Città scintillanti: | suoni, fiabe, matematica – | benché diversi. (da Liriche haiku, I; 2011)
  • Va' in silenzio come una pioggia, | incontro alle sussurranti foglie. | Senti l'orologio del Cremlino. (da Liriche haiku, VI; 2011)
  • Rivelazione. | Il vecchio albero di melo. | Il mare è vicino. (da Liriche haiku, XI; 2011)
  • Il vento di Dio nella schiena. | Il colpo che arriva silenzioso – | un sogno troppo lungo. (da Liriche haiku, XI; 2011)

Explicit[modifica]

Uomini-uccello.
Alberi di melo in fiore.
Il grande mistero.[2]

Poesia dal silenzio[modifica]

Incipit[modifica]

Ostinato

Traduzione[modifica]

Sotto il punto volteggiante della poiana
avanza rotolando il mare fragoroso nella luce,
mastica ciecamente il suo morso di alga e soffia
schiuma sulla riva.

Originale[modifica]

Under vräkens kretsande punkt av stillhet
rullar haver dänande fram i ljuset,
tuggar blint sitt betsel av tâng och frustar
skum över stranden
.

Citazioni[modifica]

  • Sera-mattina | L'albero della luna è marcito e si sgualcisce la vela. | Semiasfissiate divinità estive | brancolano nei vapori marini.
Kväll-morgon | Mânens mast har murknat och seglet skrynklas. | Halvkvävda sommargudar | famlar i sjörök.
  • Meditazione agitata | Chi va | al mare torna impietrito.
Upprörd meditation | Den som | vandrar till havs vänder styvnad âter.
  • Tracce | Come quando un uomo è così immerso in un sogno | che mai, ritornato al suo spazio, | ricorderà di esserci stato.
Spâr | Som när en människa gât in i en dröm sâ djupt | att hon aldrig ska minnas att hon var där | när hon âtervänder till sitt rum.
  • I ricordi mi vedono | Un mattino di giugno, troppo presto, | per svegliarsi, troppo tardi per riprendere sonno.
Minnena ser mig | En junimorgon dâ det är för tidigt | att vakna men for sent att somma om.
  • Ci sentiamo sempre più giovani di quel che siamo. Mi porto dentro i miei volti precedenti, come un albero contiene i suoi anelli. Io sono la loro somma. Lo specchio vede solo il mio ultimo volto, ma io so anche tutti quelli precedenti.

Note[modifica]

  1. (da La roccia dell'aquila; 2011)
  2. (da Liriche haiku, XI; 2011)

Bibliografia[modifica]

  • Tomas Tranströmer, Il grande mistero (Den stora gåtan), a cura di Maria Cristina Lombardi, Crocetti editore, 2011.
  • Tomas Tranströmer, Poesia dal silenzio, a cura di Maria Cristina Lombardi; citato in Poesia, Crocetti Editore, n. 153, settembre 2001.

Altri progetti[modifica]