Torre Annunziata

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Torre Annunziata

Citazioni su Torre Annunziata e i suoi abitanti.

  • Per uno di quei controsensi troppo frequenti nell'amministrazione napoletana [...] la polveriera e la manifattura d'armi, benché fondate da Carlo III, sono state collocate ai piedi del Vesuvio, a Torre della Nunziata, grande borgo fra le sei e le ottomila anime. Nel corso dell'ultima eruzione, si dové rimuovere precipitosamente questa polveriera che poteva far saltare in aria tante persone e distruggere la manifattura d'armi, la sola del regno. Ho spesso attraversato lungo i miei itinerari la Torre della Nunziata e ogni volta non potevo fare a meno di provare pietà per questi poveri abitanti, così spensierati e allegri, celebri per i loro maccheroni, e che si trovavano posti fra il doppio vulcano della natura e degli uomini. (Antoine-Claude Pasquin Valéry)
  • [Torre Annunziata nel 1919] Tra l'animazione paesana e laboriosa della via passava la carrozza sfiorando le file dei carri fermi dinanzi ai pastifici. Gli stabilimenti si susseguivano a breve distanza, senza avere all'esterno niente della fabbrica... Differenti però dalle abitazioni civili per i portoni spalancati su androni vastissimi, zeppi di sacchi e per la pasta stesa che danzava intorno ai caseggiati... Negli squarci liberi tra gli edifici, nei passi che con ripide scalinate da quel terrazzato naturale scendevano al porto, a tratti appariva il mare, di un azzurro così carico e di fronte la costa sorrentina tanto nitida e Capri tanto vicina che ogni volta era come una folgorazione. A nord, dal lato del Vesuvio, rado era l'ergersi di palazzi, così, senza impedimenti, contro il cielo si vedeva il vulcano, con bianche rughe di neve e lo sbuffo di fumo dritto e perlato. (Maria Orsini Natale)

Altri progetti[modifica]