Trattato di Amsterdam

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Trattato di Amsterdam, uno dei trattati fondamentali dell'Unione europea ed il primo tentativo di riformare le istituzioni europee in vista dell'allargamento. Venne firmato il 2 ottobre 1997 dagli allora 15 paesi dell'Unione europea ed è entrato in vigore il 1º maggio 1999.

Citazioni dal trattato di Amsterdam[modifica]

  • LE ALTE PARTI CONTRAENTI,
    DESIDERANDO garantire maggiore protezione e rispetto del benessere degli animali, in quanto esseri senzienti,
    HANNO CONVENUTO la seguente disposizione, che è allegata al trattato che istituisce la Comunità europea:
    Nella formulazione e nell'attuazione delle politiche comunitarie nei settori dell'agricoltura, dei trasporti, del mercato interno e della ricerca, la Comunità e gli Stati membri tengono pienamente conto delle esigenze in materia di benessere degli animali, rispettando nel contempo le disposizioni legislative o amministrative e le consuetudini degli Stati membri per quanto riguarda, in particolare, i riti religiosi, le tradizioni culturali e il patrimonio regionale. (Protocollo sulla protezione ed il benessere degli animali)

Citazioni sul trattato di Amsterdam[modifica]

  • Da lungo tempo i paesi industriali avanzati hanno statuti legislativi che proteggono il benessere degli animali e garantiscono loro un trattamento degno, ma sfortunatamente tali dispositivi sono sempre stati, nel migliore dei casi, mal congegnati e poco applicati nella pratica. Questo sta cominciando a cambiare, nell'ue. La grande innovazione nel pensiero è venuta con l'inclusione di due parole in un protocollo sul benessere degli animali allegato al Trattato di Amsterdam: gli Stati membri dell'ue hanno dichiarato che «per garantire più protezione e rispetto per il benessere degli animali, in quanto esseri senzienti» si accordavano per «dare la massima attenzione alle condizioni che favoriscono il benessere degli animali». Le due parole chiave sono «esseri senzienti»: mai in passato un governo aveva riconosciuto agli animali un simile status di esseri dotati di sentimenti e coscienza. (Jeremy Rifkin)

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]