Vincenzo Lunardi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Vincenzo Lunardi (1754 – 1806), inventore e ufficiale italiano, pioniere dell'aeronautica.

Citazioni di Vincenzo Lunardi[modifica]

  • [Il 13 settembre 1789, presenti Ferdinando IV e Maria Carolina d'Austria, il pallone aerostatico di Lunardi si alza nel cielo di Napoli.] Non ero levato appena mille piedi quando restai incantato a osservare la scena che si presentava sotto di me del tutto nuova da quanto[1]avevo veduto in altre capitali dalla Gran Bretagna alla Scozia. Sembrava[2]Napoli composto da tante piccole piazzette, tutte ricoperte di anime viventi. Erano questi i lastrici, o siano terrazzi, su de' quali erano saliti gli abitanti delle rispettive case. Nell'innalzarmi maggiormente, principiando a perder la vista gli individui, queste piazzette sembravano[2]tanti giardinetti sparsi di fiori verdi e rossi, ch'erano i diversi ombrelli con i quali si riparavano dal sole.[3]

Note[modifica]

  1. Quando, nel testo.
  2. a b Sembravami, in Gleijeses, Napoli nostra e nuove storie, 1977.
  3. Da una lettera di V. Lunardi. Citato in Paolo Magionami, Quei temerari sulle macchine volanti. Piccola storia del volo e dei suoi avventurosi interpreti, Springer, Milano, 2010, p. 107. Citato, inoltre, meno estesamente in Vittorio Gleijeses, Napoli nostra e nuove storie, Società Editrice Napoletana, Napoli, 1977, p. 533.

Altri progetti[modifica]