Virginia Raggi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Virginia Raggi

Virginia Raggi (1978 – vivente), politica italiana.

Citazioni di Virginia Raggi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [In merito alla candidatura di Roma ai Giochi della XXXIII Olimpiade] Io ritengo che oggi sia criminale iniziare a parlare di olimpiadi quando Roma muore affogata di traffico e di buche. Pensiamo all'ordinario, poi allo straordinario.[1]
  • [Dopo la vittoria al primo turno nelle elezioni comunali di Roma nel 2016] I romani stanno lanciando un messaggio chiaro. Stiamo assistendo a un momento storico. È vero, è solo il primo tempo. È solo il primo tempo e ci sarà poi comunque un rush finale. Però è un momento storico, è un momento importantissimo, sia perché potrei diventare il primo sindaco donna di Roma, sia perché i romani hanno fatto chiaramente intendere di non credere più alle promesse e agli slogan elettorali, sia ancora perché i romani stanno dimostrando fiducia a un movimento politico che sta presentando un progetto di governo serio e trasparente. [...] I romani sono pronti a voltare pagina e noi siamo pronti a governare, io sono pronta a governare questa città, a restituire lo splendore e la bellezza che merita. Il vento sta cambiando, signori, il vento sta cambiando. Ci siamo.[2]
  • Dopo 8 lunghi mesi di commissariamento Roma torna ad avere un sindaco eletto democraticamente dai propri cittadini ed è soprattutto questa la vittoria di cui dobbiamo, innanzitutto, ritenerci orgogliosi: aver ripristinato la democrazia in una città dove questa era venuta a mancare. Noi, dobbiamo oggi avvicinarci all'importante compito che ci attende con senso del dovere e con umiltà nella piena consapevolezza che ricostruire una città in macerie, come quella che ci hanno lasciato, non sarà certamente facile. Ma ce la possiamo fare. È un obiettivo che il M5S può e vuole raggiungere.Ricordiamoci sempre da dove siamo partiti: siamo cittadini e tra i cittadini dobbiamo rimanere, girando per la città parlando ai romani, riavvicinando finalmente la politica alle persone.[3]
  • Ricordo che le sedute dell'Assemblea Capitolina sono pubbliche, come anche le sedute delle commissioni e i cittadini sono sempre invitati a partecipare. Questa deve tornare ad essere casa loro, la casa di tutti i romani. Per questo saranno trasmesse in streaming tutte le sedute, comprese quelle delle commissioni. Questa vicinanza serve per recuperare quel rapporto di fiducia tra i cittadini e le istituzioni che manca da troppo tempo e che deve tornare a costituire la base per la costruzione di una solida unità di intenti e della conseguente azione politico-amministrativa, da parte dei consiglieri liberamente eletti dalla comunità romana.[3]
  • Son orgogliosa di essere la prima sindaco donna della città di Roma e anche questo non possiamo non considerarlo un risultato straordinario. Orgogliosa, peraltro, che avvenga proprio in un momento nel quale le pari opportunità appaiono una chimera.[3]

Citazioni su Virginia Raggi[modifica]

  • È debole, non mi sembra abbia la necessaria personalità, ma come fai a darle le colpe su tutte le buche? (Valentino Parlato)
  • Ho visto la Raggi affacciata al balcone del Campidoglio, una bambolina che mi faceva tenerezza. Ora la vedo bambolina imbambolata. (Vincenzo De Luca)
  • Per quel che vedo io, a Roma non c'è la violazione formale della legge. C'è l'incapacità di amministrare. (Piero Bassetti)
  • Una donna, soprattutto se di potere, dovrebbe essere solidale con le altre. (Norma Rangeri)

Note[modifica]

  1. Da una dichiarazione al programma televisivo Piazzapulita, La7, 30 maggio 2016; citato in Olimpiadi, Raggi: "Criminale pensare ai Giochi". Malagò: "Parole umilianti, offensive e incomprensibili", Repubblica.it, 31 maggio 2016.
  2. Da La gioia di Virginia Raggi: «Il vento sta cambiando, sono pronta a governare questa città», CorriereTV, 6 giugno 2016.
  3. a b c Dalle dichiarazioni durante la prima riunione Assemblea Capitolina; citato in Virginia Raggi, primo consiglio a Roma: "Città in macerie, ma ce la faremo. Ripristinata democrazia dove non c’era più", ilFattoQuotidiano.it, 7 luglio 2016.

Altri progetti[modifica]