Vomero

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Via Morghen nel 1940 e nel 2008

Citazioni sul Vomero.

  • La gente del Vomero ha sempre campato | vendendo pane in Via Tribunali. | Accarezzati dalla brezza del Vomero, | quei signori guardano dall'alto in basso | il sudore di Via Tribunali, | le lacrime di Mergellina, | il sangue di Piazza Mercato – | ma se vogliono pregare i santi, | devono scendere nel buio della povertà. | Perché su al Vomero non ci sono chiese con santi | e nemmeno gli dei abitarono mai. (Alfred Andersch)
  • Miez' 'a friscura, a 'o Vommero, | p' 'e strate 'e San Martino, | l'ammore malandrino | dint'a 'sti ssere va. || E mo' appuiato a 'n'arbero, | mo' sotto sotto 'o muro, | 'st'ammore, dint' 'o scuro, | quanta peccate fa! || Vommero sulitario, | suonno d' 'e 'nnammurate, | che saglieno a dispietto, | ma scenneno abbracciate, | senza putè parlà!... | Comme è cenéra l'evera, | nun è ceniero 'o lietto, | quanno ce sta l'età! || Ma dint' 'o scuro, all'aria, | comm' 'o peccato è doce, | quanno te tremm' 'a voce, | t'ammanca 'o risciatà; || quanno nun faie c'astregnere | 'na mana, 'na vetella, | 'na vocca piccerella | ca sape muzzecà![1]|| Vommero sulitario, | suonno d' 'e 'nnammurate, | che saglieno a dispietto, | ma scenneno abbracciate, | senza putè parla!... | Comme è cenèra l'evera, | nun è ceniero 'o lietto, | quanno ce sta l'età! || Bello è a guardà Pusilleco | comme s'abbraccia 'o mare, | quanno ddoje bracce care | stanno pe' t'abbraccià! || Quanno dduje core dicene: | «'Nu poco... 'n'atu ppoco!...» | E 'na vucchella 'o ffuoco | d' 'a giuventù te dà! || Vommero sulitario, | suonno d' 'e 'nnammurate, | che saglieno a dispietto, | ma scenneno abbracciate, | senza putè parlà!... (Rocco Galdieri)

Note[modifica]

  1. Mordere, mordicchiare.

Altri progetti[modifica]