Adolfo Sarti

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Adolfo Sarti

Adolfo Sarti (1928 – 1992), politico italiano.

Citazioni di Adolfo Sarti[modifica]

  • [Sulla richiesta a Sandro Pertini di concedere una amnistia per i reati meno gravi] Ho sollevato l'ipotesi dell'amnistia non come una proposta, ma come una delle misure di cui si parla abitualmente quando si affronta il problema del sovraffollamento delle carceri, che è un dato reale della nostra situazione.[1]
  • [Sul consumismo in tempo di crisi] Io credo che la sfiducia nella lira abbia spinto i risparmiatori a dar fondo ai loro conti in banca. Meglio spendere finché il denaro ha qualche valore.[2]
  • [Per le elezioni politiche del 1963] Le confessioni motivazionali avevano spiegato che, nell'inconscio dell'italiano medio, la Dc più che un Padre era una Madre, anzi una matrona: il donnone di Guareschi e di Candido, appesantita dagli anni e poco adatta a guidare la ricerca della nostra nuova frontera. Volevamo "vendere" il centro-sinistra? Ebbene, ci provassimo con quella vecchia venditrice. E ce ne saremmo accorti.[3]
  • [Sul turismo dall'estero] L'Italia ha più stranieri di tutti ma il suo guadagno non è il maggiore.[2]

Citazioni su Adolfo Sarti[modifica]

  • [Sul comportamento del ministro della giustizia Adolfo Sarti nel sequestro del giudice Giovanni D'Urso] Sensibile alle richieste delle BR tanto quanto era stato sordo a quelle dei radicali e del Parlamento. (Marco Pannella)

Note[modifica]

  1. Da un'intervista a Epoca; citato in Sarti chiede a Pertini più grazie per sfoltire le carceri, La Stampa, 19 aprile 1981.
  2. a b Dall'intervista Mancano i soldi per tutto ma le vacanze sono ricche, La Stampa, 15 marzo 1976.
  3. Da Quando la Dc "aveva vent'anni", in Carlo Dané (ed.), Parole e immagini della Democrazia Cristiana, Broadcasting and Background, Roma, 1985, pp. 39-40.

Altri progetti[modifica]