Alberto Lupo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Alberto Lupo con Mina

Alberto Lupo (1924 – 1984), attore, conduttore televisivo e doppiatore italiano.

Citazioni di Alberto Lupo[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Sulla mia carta d'identità c'è scritto: "professione: attore". Sono quindi al servizio dello spettacolo in ogni sua forma. Forse quello del presentatore non è il ruolo a me congeniale, ma lavoro con lo stesso entusiasmo col quale mi dedicherei alla interpretazione di una commedia o di un film.[1]
  • Sei pazzo a fumare. Guarda come sono ridotto io. Ho visto la morte ed è tremenda. E anche adesso è dura.[2]
  • Renato Zero come cantante mi piace: è bravo. È anzi talmente bravo che non avrebbe bisogno di ricorrere ai trucchi, ai vestiti folli, agli atteggiamenti ambigui. Forse l'apparire così gli è stato utile per creare un personaggio; oggi potrebbe farne a meno, e devo dire che ne sarei contento, perché certe forzature esteriori in lui mi disturbano un pochino. Però accetto anche quel lieve senso di fastidio davanti alla sua bravura, che una persona di spettacolo come me riconosce subito come autentica. È il più interessante degli ultimi cantanti, e merita il successo che ha.[3]

Note[modifica]

  1. Citato in L'attore Alberto Lupo non lascia "Partitissima"., La Stampa, 10 ottobre 1967.
  2. Citato in Adele Gallotti, Litigo, quindi miglioro, Stampa Sera, 7 gennaio 1978.
  3. Dall'intervista di Cristina Maza, Perché vi piace Renato Zero, Lealtrespeziedizenzero, 1979.

Doppiaggio[modifica]

Altri progetti[modifica]