Vai al contenuto

L'ultima violenza

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

L'ultima violenza

Descrizione di questa immagine nella legenda seguente.

Yvonne Sanson e Riccardo Garrone in una scena del film

Titolo originale

L'ultima violenza

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 1957
Genere drammatico, sentimentale
Regia Raffaello Matarazzo
Soggetto Raffaello Matarazzo, Liana Ferri, Giovanna Soria
Sceneggiatura Aldo De Benedetti
Produttore Raffaello Matarazzo
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali


L'ultima violenza, film italiano del 1957 con Yvonne Sanson, regia di Raffaello Matarazzo.

Frasi[modifica]

  • Che cosa potresti temere da me? Ho troppo sofferto io perché possa far soffrire gli altri. (Anna)

Citazioni su L'ultima violenza[modifica]

  • Il 35° film di Matarazzo chiude il ciclo del melodramma matarazziano di cui è in un certo modo il compendio, ma chiude anche, non senza malinconia, il suo itinerario di regista. I 5 film successivi sono soltanto il segno di una sopravvivenza. (il Morandini)
  • Melodramma eccessivamente verboso [...] nel quale i classici temi matarazziani (il sesso e il denaro come origine di tutti i problemi, lo scontro tra il perbenismo delle vecchie generazioni e l'insofferenza delle giovani) sembrano vivificarsi solo nel doppio personaggio della protagonista, figlia e insieme madre, divisa tra aggressività repressa e riservatezza protettrice. (Il Mereghetti)

Altri progetti[modifica]