Alexis Carrel

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Medaglia del Premio Nobel
Premio Nobel
Per la medicina (1912)
Alexis Carrel

Alexis Carrel (1873 – 1944), medico chirurgo, biologo e fisiologo francese, premio Nobel per la Medicina e la fisiologia del 1912.

Citazioni di Alexis Carrel[modifica]

  • Criminali e malati di mente devono essere umanamente ed economicamente eliminati in piccoli istituti per l'eutanasia, forniti di gas adatti. L'eugenetica è indispensabile per perpetuare la forza. Una grande razza deve propagare i suoi migliori elementi; le donne si deteriorano volontariamente attraverso alcool e tabacco. D'altro canto rifiutano d'avere figli grazie alla loro educazione, al progredire del femminismo, alla crescita d'una miope autoaffermazione. L'eugenetica può esercitare una grande influenza sul destino delle razze civilizzate; l'espandersi di pazzi e deboli di mente deve essere prevenuta perché è peggiore di qualsiasi fattore criminale. L'eugenetica chiede il sacrificio di molti singoli esseri umani. (da L'uomo, questo sconosciuto)
  • Il Dio di Platone era inaccessibile nella sua grandezza. Quello di Epitteto si confondeva con l'anima delle cose [...]. Il Cristianesimo, al contrario, ha condotto Dio alla portata dell'uomo. Gli ha dato un viso. Ne ha fatto nostro padre, nostro fratello, il nostro salvatore. (da La preghiera)
  • In tutta la storia dello sviluppo dell'embrione umano i tessuti si comportano come se sapessero l'avvenire.[1]
  • Poca osservazione e molto ragionamento conducono all'errore. Molta osservazione e poco ragionamento conducono alla verità.[2]

Note[modifica]

  1. Citato in Pitigrilli, L'ombelico di Adamo, Sonzogno, Milano 1951, p. 31.
  2. Da Riflessioni sulla condotta della vita, Ed. Cantagalli, Siena, 2004, p. 35.

Altri progetti[modifica]