Angelo Tasca

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
L'Ordine Nuovo: Tasca fu uno dei fondatori del periodico torinese

Angelo Tasca (1892 – 1960), politico e scrittore storico italiano.

Citazioni di Angelo Tasca[modifica]

  • Io penso che il comunismo ha sì nelle città le sue grandi riserve di seguaci e di mezzi, ma che la campagna è quella che contiene le supreme risorse, quella da cui dipende l'esistenza del nuovo regime. Sappiano i compagni sottrarsi un poco alla suggestione del fervore dei grandi centri, e non dimentichino che nei grandi centri si potrà combattere e durare a lungo nella lotta solo se la campagna non taglierà i viveri. E credo che in Italia assisteremo al fenomeno inverso che in Russia, che cioè l'organizzazione comunistica della produzione agricola, per molte ragioni, potrà essere messa in azione più rapidamente che non nella più parte delle branche industriali. La terra sarà qui quella il cui contatto darà al gigante della rivoluzione la forza di condurre a termine, vincendola, la lotta.[fonte 1]

Citazioni su Angelo Tasca[modifica]

  • Tasca ha convincimenti politici in parte dissenzienti da quelli gramsciani, quindi per tutta la storia togliattiana del binomio perfetto Gramsci-Togliatti sarà la palla al piede del gruppo, colui che non ha capito, che ha sbagliato. Oggi, con un ragionamento altrettanto astratto, si potrebbe dire, a posteriori, che su molti punti Tasca ha avuto più ragione di Gramsci; e si potrebbe dire per esempio che il «partito nuovo» fabbricato da Togliatti nell'Italia postfascista è più vicino a una politica taschiana che non a quella gramsciana dei Consigli[1]. (Giorgio Bocca)
  • Tasca ha nell'«Ordine Nuovo»[2] una posizione politica e culturale seria, rispettabile, la posizione di chi conosce le tradizioni del socialismo italiano e non vuole buttare alle ortiche le idee che il socialismo ha prodotto nell'Europa occidentale, in Italia e in Francia in particolare. (Giorgio Bocca)

Note[modifica]

  1. Consigli di fabbrica, sull'esempio dei Soviet russi.
  2. Periodico fondato a Torino nel 1919 da Antonio Gramsci e altri intellettuali socialisti torinesi.

Fonti[modifica]

  1. Un episodio della lotta di classe alla vigilia della rivoluzione. L'invasione delle terre a Medicina, in L'Ordine Nuovo, Anno II, n. 9, 10 luglio 1920, p. 71.

Altri progetti[modifica]