Antonio Maria Sicari

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Antonio Maria Sicari, (1943 – vivente), religioso, teologo e scrittore italiano.

Citazioni di Antonio Maria Sicari[modifica]

  • Al di là di tutte le possibili precisazioni, dunque Teresa doveva aver toccato, nel cuore dell'umanità, qualcosa di così profondo e segreto che soltanto ciò può spiegare come mai ella divenne così universale: assieme a san Francesco è l'unica santa occidentale che sia stata onorata anche dalle chiese d'oriente, e riscuote venerazione perfino nel mondo non cristiano. (da Nuovi ritratti di santi, Editoriale Jaca Book, 1991)
  • Francesco di Sales non era un moralista. Nella storia della Chiesa forse nessun altro santo è stato libero come lui nell'esprimere la propria impetuosa affettività. (da Ritratti di santi: Agostino di Ippona, Francesco di Sales, Editoriale Jaca Book, 1996)
Intervista di Gianni Cardinale, Le sue "stimmate" raccontano come Gesù ci ama, in Avvenire, 24 aprile 2008
  • Normalmente le "stimmate", penso a San Francesco d'Assisi, sono un fenomeno di amore "mistico", "sponsale", nei confronti di Gesù crocifisso da parte di chi lo contempla. Un amore talmente intenso da arrivare a manifestarsi sulla pelle viva.
  • La sua Messa [di Padre Pio] era come vedere un uomo che soffriva sul "Calvario".
  • Tutti gli altri Santi mostrano come si ama Gesù: Padre Pio, in qualche maniera, riproduceva come Gesù continua ad amare.
  • Sono Santi [Francesco d’Assisi, Teresina di Lisieux, Antonio da Padova e Rita da Cascia] senza confini di nazione, di condizione sociale e, a volte, di religione.
  • I Santi sono tenerissimi quando sono all'interno della missione che Dio ha loro affidato, e diventano piuttosto "burberi" quando sono all'esterno di questa missione.

Pregare nel Mondo[modifica]

  • Dio si merita ogni nostro respiro perché ci dona ogni nostro respiro.
  • Noi uomini siamo tutti "esseri che pregano", consapevolmente o inconsapevolmente.
  • Per ogni uomo vivere significa accogliere e conservare in sé questo divino respiro [la preghiera], morire significa che Dio se lo è ripreso.

[Antonio Maria Sicari, Pregare nel Mondo, Esercizi spirituali 2003.]