Arco di Costantino

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Roma: Arco di Costantino

Citazioni sull'Arco di Costantino.

  • [Sulla decorazione dell'arco] [...] gran parte, e la migliore, di questa decorazione proviene da monumenti imperiali anteriori, sicché non a torto quest'arco merita la designazione di cornacchia di Esopo che gli fu dato dal Milizia[1]. Ed invero questo primo monumento consacrante il trionfo del Cristianesimo può iniziare la lagrimevole serie delle numerose distruzioni o dissoluzioni di edifizi di Roma antica. (Pericle Ducati)
  • Il più considerabile e il meglio conservato [tra gli archi a tre fornici] è quello di Costantino. Offre un miscuglio ben singolare di due tempi ben lontani l'uno dall'altro, del buono e del cattivo gusto. Per costruirsi quest'arco fu spogliato quello di Traiano che era nel suo gran foro; onde questo monumento, come la Cornacchia della favola, non è bello che per le bellezze altrui. Il bello è tutto di Traiano, il brutto è di Costantino. (Francesco Milizia)
  • La passione decorativa è qui portata all'estremo limite. Di rilievi sono coperti i basamenti delle colonne e le fiancate dell'arco, i due lati del fornice centrale, le lunette, lo spazio tra le colonne, le facciate dell'attico. E come se la decorazione a rilievo non bastasse, delle statue di barbari prigionieri sono addossati ai pilastri dell'attico. (Alessandro Della Seta)
  • La sua decorazione figurata racimolata da ogni dove è apparsa segno di povertà artistica, ma ciò non vale per la sua architettura, giacché con l'alto fornice centrale e con i ben proporzionati fornici laterali, con la saldezza dell'intera sua costruzione è ancora una degna creazione di Roma: esso è l'arco più imponente di tutta l'antichità. (Alessandro Della Seta)

Note[modifica]

  1. Francesco Milizia (1725-1798), teorico dell'architettura, storico dell'arte e critico d'arte italiano

Altri progetti[modifica]