Bénédict Morel

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Bénédict Augustin Morel

Bénédict Augustin Morel (1809 – 1873), psichiatra francese.

Citazioni su Bénédict Morel[modifica]

  • Il concetto del polimorfismo nelle psicosi ereditarie fu sviluppato con vigore dall'alienalista belga Morel, che se ne servì nel 1862 per trarne la sua teoria della degenerazione mentale. Le psicosi ereditarie, secondo Morel, si comunicano alla discendenza in età sempre più fresca e in forme sempre più gravi, e finiscono per comparire alla nascita sotto le vesti dell'idiozia congenita. L'idiozia si associa molto spesso all'infecondità; e così il processo di degenerazione, se non è mortale per l'individuo, uccide la stirpe degenerata perché ne impedisce la continuazione. (Eugenio Tanzi)
  • Nel 1857 Benedict Augustin Morel diede al termine «degenerazione» la sua definizione classica: «degenerazioni sono deviazioni dal normale tipo umano, che si trasmettono attraverso l'ereditarietà e portano progressivamente alla distruzione». È vero, sì, che la degenerazione può essere prodotta anche da fattori ambientali (quali la progressiva intossicazione per malattia o alcool) ma l'infezione più gravida di conseguenze sarebbe, secondo Morel, quella causata dalla somma di fattori fisici e morali. Col progredire di tale infezione, la prima generazione di una famiglia degenerata sarebbe solo nervosa, la seconda nevrotica, la terza psicotica e la quarta, affetta da cretinismo, scomparirebbe. Ai cambiamenti verificabili negli atteggiamenti e nei sentimenti si accompagnerebbero anche mutamenti fisici. (George Mosse)
  • Vari osservatori avevano notato la frequenza del cretinismo in luoghi paludosi od umidi: si riteneva che le esalazioni del suolo incolto, delle paludi, degli stagni, dei corsi d'acqua poco rapidi potessero dar luogo al cretinismo. Di questa teoria miasmatica fu caldo propugnatore Morel. (Eugenio Tanzi)

Altri progetti[modifica]