Code Geass: Lelouch of the Rebellion

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Code Geass: Lelouch of the Rebellion (コードギアス 反逆のルルーシュ, Kōdo Giasu: Hangyaku no Rurūshu), serie televisiva d'animazione giapponese del 2006.

Stagione 1[modifica]

Episodio 1, Il giorno in cui nacque il demonio[modifica]

Incipit[modifica]

10 agosto 2010. Il Sacro Impero di Britannia dichiara guerra al Giappone. L'arcipelago neutrale dell'estremo oriente contro il regno più potente del mondo: Britannia. Tra i due paesi si era aperta una profonda crisi diplomatica a causa delle risorse del sottosuolo del Giappone. Nella battaglia decisiva sulla terraferma, l'esercito di Britannia introduce per la prima volta gli armamenti umanoidi denominati Knightmare Frame. La loro potenza si rivela di gran lunga superiore alle aspettative, e tutte le linee difensive sul suolo giapponese vengono sbaragliate. Il Giappone viene annesso all'impero e perde la libertà, i diritti e il suo stesso nome. Area 11: questa è la nuova denominazione del paese sconfitto. (Narratore)

Citazioni[modifica]

  • Lelouch: Da quel giorno, non ho fatto altro che mentire. Anche sul semplice fatto di essere vivo: è una menzogna. La mia storia è una menzogna. Sono tutte indenne menzogne. Ho vissuto annoiato in un mondo che non cambiava mai, ma nemmeno la disperazione poteva distogliermi dalle mie bugie. Però ho ottenuto... Il potere! E ora...

Episodio 2, Il risveglio del cavaliere bianco[modifica]

  • 10 agosto dell'anno 2010. Si conclude la guerra tra il Sacro Impero di Britannia e il Giappone. Il Giappone non seppe opporsi ai Knightmare Frame, le nuove armi dell'Impero Britannico. Sconfitto, le sue libertà, diritti e perfino il nome vennero strappati. Area 11. Fu questo il nuovo nome dato al popolo nipponico. (Narratore,incipit)
  • Ho imparato che quando si tratta di uomini non ci sono certezze. (Lelouch)
  • Lelouch: Sono il primogenito della defunta imperatrice Marianne, diciassettesimo erede al trono per ordine di successione, Lelouch Vi Britannia.
    Principe Clovis: Lelouch? Eppure tu dovresti...
    Lelouch: Dovrei essere morto, giusto? E invece sono tornato, Vostra Altezza. Sono tornato a cambiare ogni cosa.

Episodio 3, Un'infiltrata in classe[modifica]

  • Le belle parole non cambiano il mondo. (Lelouch)

Episodio 4, Il suo nome è Zero[modifica]

  • Io sono... Zero! (Lelouch)
  • Credo che la verità sia una cosa che il più delle volte viene manipolata. (Lloyd)
  • Se è così che questo mondo gira, io non voglio più farne parte! (Suzaku)
  • Io voglio restare per cambiare Britannia, guarirla dall'interno. (Suzaku)
  • Non sono convinto che il fine debba sempre giustificare i mezzi. (Suzaku)
  • Se devo morire, voglio farlo per il bene altrui. (Suzaku)

Episodio 5, La principessa e la strega[modifica]

  • È parecchia la gente che si fa influenzare da piccole sciocchezze simili, per poi costruirci sopra scenari assurdi. (Lelouch)
  • (Euphie è appena caduta addosso a Suzaku)
    Suzaku: Ehm... sei tutta intera?
    Euphie: Mi dispiace! Non credevo ci fosse qualcuno di sotto!
    Suzaku: Oh, no... nemmeno io ho pensato che una ragazza potesse piovermi in testa.
  • L'amore incondizionato è sinonimo di bontà d'animo. (Euphie)
  • È davvero una colpa essere deboli? (Suzaku)

Episodio 6, Il furto della maschera[modifica]

  • Molteplici sono le esistenze dell'uomo, da cui nascono spontaneamente innumerevoli conflitti e incertezze. Il mondo non è nella disuguaglianza, bensì nell'uguaglianza stessa! (Imperatore)

Episodio 7, Fuoco su Cornelia[modifica]

  • Sei un morto. Sei stato un morto fin dalla nascita. Chi ti ha dato i vestiti con cui ora ti copri? La tua casa, il tuo cibo, la tua vita! Sono stato io a darti tutto quanto! Non sei padrone di nessuno neppure un attimo della tua esistenza! Come puoi essere tanto sciocco?! Lelouch, un morto non ha alcun diritto. (Imperatore)
  • Perdurando un'amicizia, anche in circostanze avverse, si riesce sempre a ritrovarsi. (Cecil)
  • In battaglia bisogna rischiare la propria vita per prenderne un'altra. (Cornelia)
  • Prima di incontrarti non ero che cadavere. Un impotente cadavere che faceva finta di vivere... Una vita senza avere possibilità, in cui il destino è immutabile, equivale a una lenta morte. (Lelouch, a C.C.)
  • Al potere serva anche l'abilità per far girare il tutto. (C.C.)

Episodio 8, L'ordine dei cavalieri neri[modifica]

  • Un giovane ragazzo, Lelouch, riceve in dono uno strano potere da parte di una misteriosa ragazza: il Geass, un potere che permette al suo portatore di dare ordini assoluti a chiunque. Per il bene della sorella minore, Nunnally, Lelouch progetta la distruzione dell'Impero Britannico. Nel mentre, il suo caro amico Kururugi Suzaku diventa parte integrante dell'esercito imperiale. A questo punto, lo scontro appare inevitabile. O forse, fa semplicemente parte del loro destino. (Narratore,incipit)
  • Io non amo combattere, ma il fatto che ci siano coloro che uccidono i deboli perché tali non può essere ignorato! (Zero)
  • Può sparare... solo chi è pronto a ricevere il proiettile! (Zero)
  • Chi ha potere ci tema! Chi non ha potere ci cerchi! Il mondo sarà giudicato da noi, dall'Ordine dei Cavalieri Neri! (Zero)

Episodio 9, Refrain[modifica]

  • Un giovane Britannico, Lelouch, ottiene due poteri. Il primo è il Geass, l'abilità di dare ordini assoluti, a cui è impossibile disubbidire. L'altro è l'Ordine dei Cavalieri Neri, la sua personale armata, creata allo scopo di distruggere l'Impero di Britannia e suo padre, che ne è al capo. Dietro le spoglie del misterioso Zero, Lelouch comincia la sua lotta, allo scopo di vendicare la propria madre e costruire un mondo di pace per la sua sorellina minore, Nunnally. A quale risultato porteranno le sue azioni? È una cosa che ancora nessuno può sapere. (Narratore, incipit)
  • Chiudendo dentro di noi le cose spiacevoli, un giorno si potrebbe esplodere. (Milly)
  • Con le false lacrime straziamo il nostro prossimo; con i falsi sorrisi straziamo noi stessi. (C.C.)

Episodio 10, La danza del Guren[modifica]

  • C.C.: Oh, Lelouch... perché sei tu, Lelouch?
    Lelouch: Non ho tempo per le citazioni letterarie.
  • Nonostante tu abbia cambiato il tuo cognome in Lamperouge, hai mantenuto il tuo nome, Lelouch. Che ingenuità. Non sei riuscito a lasciarti il passato alle spalle. (C.C.)
  • Dimmi Lelouch, tu sai perché la neve è bianca? Perché non riesce più a ricordare qual era un tempo il suo colore. (C.C.)
  • Visto che siete entrati a far parte dell'Ordine dei Cavalieri Neri, avete solo due scelte: sopravvivere con me... o morire con me! (Zero)

Episodio 11, Scontro a Narita[modifica]

  • Le persone, non importa chi siano, vogliono sempre credere che la vittoria sia possibile. Eppure, confrontato al tempo e al destino, credere è davvero una cosa da ingenui, nonché futile. (Narratore, incipit)
  • Lloyd: Suzaku-kun, vorrei chiederti solo un'altra cosa.
    Suzaku: Cosa?
    Lloyd: Detesti davvero quando la gente muore, non è vero? Però ti sei arruolato nell'esercito. Perché mai?
    Suzaku: Mi sono arruolato per far sì che non muoia nessuno.
    Lloyd: Sai, un simile paradosso ti farà ammazzare, un giorno...
  • Chi può provare l'odio riesce anche a comprendere la tristezza. (Ougi)
  • Lasci sempre che il tuo orgoglio intralci il tuo cammino nei momenti meno opportuni. (C.C. a Lelouch)
  • Lelouch: Penso che questo sia il momento più opportuno per farlo. Già, prima mi hai salvato... Fino ad ora, per tutto, incluso il Geass... Quindi, lo dirò una volta sola: ti ringrazio.
    C.C.: È la prima volta che vengo ringraziata...
  • C.C.: Non ti spiace se ti chiedo un altro piccolo favore? Dillo ancora, come hai fatto prima.
    Lelouch: Ah, intendi quel nome?
    C.C.: Solo una volta, con cura e gentilezza, dal profondo del tuo cuore.
    Lelouch: Se ci tieni tanto...
    ...
    Lelouch: Va bene così?
    C.C.: Non andava bene. Non andava assolutamente bene. Non c'era alcuna gentilezza. Inoltre non rifletteva il profondo del tuo cuore. E poi la pronuncia era alquanto strana, e mancava di calore.
    Lelouch: Sei una donna davvero egoista.
    C.C.: Certamente! Dopotutto sono C.C., no?
  • C.C., non so perché la neve sia bianca. Comunque, penso che la neve bianca sia meravigliosa. Non mi dispiace affatto. (Zero)

Episodio 13, Nel mirino di Shirley[modifica]

  • Un'azione comporta sempre una reazione, denominata 'conseguenza'. Non ci sono eccezioni. Neppure il potere di Lelouch può cambiare tutto ciò. Anche se detiene un potere di comando assoluto che costringe chiunque ad eseguire i suoi ordini, gli è impossibile sfuggire all'inevitabile. Per vendicare la morte di sua madre e per creare un mondo in cui la sua sorellina, Nunnally, possa vivere in pace, Lelouch ha fatto la sua mossa. Eppure il mondo, le persone continuano a minacciarlo, con conseguenze diverse da quelle che si aspettava, e continuano a dargli la caccia. Se quelle conseguenze dovessero essere dilagate per il mondo, dove sarà colui che dovrà accollarsi le proprie colpe e subire la punizione? (Narratore, incipit)
  • Shirley: Lo sai, Shirley... Shirley diventerà la nuova moglie di papà!
    Padre di Shirley: Ne sono felice. Però...è come ti ha detto la maestra all'asilo. Un giorno, troverai qualcuno di cui ti innamorerai.
    Shirley: Più di papà?
    Padre di Shirley: Sì. Ci sono molti tipi di amore. Comunque, Shirley, se amerai davvero quella persona, e quella persona ti amerà davvero, il tuo papà ti incoraggerà dal profondo del suo cuore.
  • È inutile ottenere risultati utilizzano metodi scorretti. (Suzaku)
  • Lelou, mi dispiace. Sono stata astuta, no? Perché...sono stata davvero astuta, no? Non avevi altra scelta che farlo. Quindi, dimentica tutto. Mi spiace se ti ho causato dei problemi. Io... ho usato l'approccio sbagliato. Vedi, anche se mi hai baciato, non riesco ad essere del tutto felice... (Shirley)
  • In modo che il sangue che è già stato versato non sia stato vano, non abbiamo altra scelta che versare ancora altro sangue. (Zero)
  • Zero! Con i tuoi metodi non riuscirai a cambiare nulla! Ti preoccupi solo dei risultati... ma non pensi mai al dolore altrui?! (Suzaku)

Episodio 18, Un ordine per Suzaku Kururugi[modifica]

  • Zero, non esistono notizie del tutto obiettive, il giornalismo è soltanto una convenzione costruita dalla volontà delle persone. (Diethard)
  • Certo, sottomettersi agli ordini altrui è facile, è quello che hai sempre fatto! (Zero [a Suzaku])

Episodio 25, Zero[modifica]

  • Cornelia: Così, dietro alla maschera di Zero... ti celavi tu!
    Lelouch: Proprio così. Io distruggerò questo mondo e darò il via ad una nuova era!
  • C.C.: Tutto quel che mi resta sono i ricordi di una strega, perché ormai non so nemmeno più se sono un essere umano. Le persone che mi hanno odiato e quelle che sono state benevole con me sono sparite tutte, sprofondate dentro il fiume del tempo. In questo flusso che scorre all'infinito e senza sosta, io sono sola.
    Lelouch: Tu non sei sola. Tu e io siamo complici: se tu sei una strega allora basterà che io mi trasformi in uno stregone.
  • C.C.: Tutti gli esseri umani, tutti gli individui, sono alla ricerca della felicità. Ciò a cui il giovane britanno Lelouch aspirava era un po' di serenità. Niente di speciale. All'origine di tutte le sue imprese c'era soltanto un piccolo e modesto desiderio personale, come quello di tanti altri. Chi avrebbe mai potuto negargli un sogno del genere, una simile promessa?! Chi ne avrebbe avuto il diritto? Eppure, le persone, nella rete intricata delle relazioni con il loro prossimo, corrono il rischio di ridursi a stereotipi di sé stessi, e così le aspettative realmente personali finiscono con l'essere spazzate via di fronte alla coscienza del mondo, e l'intera esistenza diventa evanescente. Delitto e castigo, destino e giudizio. Ciò che si è presentato al cospetto di Lelouch, non è che il passato creato da lui stesso, un passato intriso di odio causato dalla natura stessa dell'uomo. Eppure, nonostante tutto, ora bisogna dire grazie: proprio così, perlomeno gli uomini sono creature che inseguono la felicità. Un filo di speranza, o una flebile preghiera, nascono dalla distruzione.

Stagione 2[modifica]

Episodio 1, Il giorno in cui si risvegliò il demonio[modifica]

  • Lelouch: Se l'assenza di forza costituisce il male, allora il potere rappresenta il bene? Chi insegue la vendetta è malvagio? L'amicizia può essere comparata alla giustizia?
  • Lelouch: Non ero io ad essere in errore, ma il mondo intero!
  • Lelouch: Il mondo può cambiare e perciò cambierà.

Episodio 4, Il patibolo del contrattacco[modifica]

  • Lelouch: Voglio farti una domanda, Lord Guilford. Se esistesse un male che la giustizia non può affrontare, cosa faresti? Fronteggeresti quel male macchiandoti di una colpa maggiore, oppure accetteresti l'impotenza della giustizia a costo di soccombere a quel male?
    C.C.: In ogni caso il male resterebbe.
    Li Xingke: Un paradosso?!
    Lord Guilford: La mia giustizia, è vicino alla principessa Cornelia!
    Lelouch: Ovviamente, io invece scelgo di essere il male che combatte un male peggiore!

Episodio 7, Giù la maschera[modifica]

  • Se la felicità avesse una forma, che forma avrebbe? Chissà, magari Suzaku aveva ragione, forse avrebbe la forma del vetro... esatto... di solito non ci accorgiamo nemmeno che c'è, eppure c'è eccome! E la prova è il fatto che osservandolo con attenzione, il vetro riflette la luce e questa luce è la dimostrazione più eloquente dell'aspetto che assume la felicità! (Lelouch [pensando, dopo aver raggiunto Shirley e gli altri sul tetto, dopo i fuochi d'artificio])

Episodio 9, La sposa della città proibita[modifica]

  • Mi sorprende vedere Llyod mostrare interesse nei confronti di un altro essere umano! (Kanon [a Milly dopo averla vista con Llyod durante la festa nel Palazzo degli ospiti di stato])
  • [Interrompendo la cerimonia di nozze] Domando alla voce del Cielo, al grido della Terra e ai cuori della gente se è vero che queste nozze rappresentano la volontà della Federazione! (Li Xingke)

Episodio 11, La forza dei sentimenti[modifica]

  • [Trasmissione fra i Grandi Eunuchi e Zero]
    Primo Eunuco: Oh! Oh! E così ammetti spontaneamente la sconfitta? Peccato, ormai è tardi!
    Zero: Non volete concederci una tregua? Morirà anche la Venerabile Tianzi.
    Primo Eunuco: La Tianzi è solo un ingranaggio del sistema!
    Secondo Eunuco: Possiamo rimpiazzarla in qualsiasi momento!
    Terzo Eunuco: La tua merce di scambio non ha alcun valore!
    Zero: O quanto meno non ho nulla che per voi possa valere come un titolo nobiliare britanno!
    Primo Eunuco: Oh! Oh! Come corrono le voci!
    Secondo Eunuco: Devo ammettere che è stato uno scambio molto vantaggioso!
    Zero: Cedere territori e firmare un trattato umiliante sarebbe vantaggioso?
    Primo Eunuco: Questi dettagli non c'interessano!
    Secondo Eunuco: Esatto! Ti rammento che siamo nobili di Britannia adesso!
    Zero: E i cittadini? non pensate...
    Primo Eunuco: Zero, quando cammini per strada fai forse attenzione a non calpestare le formiche?
    Secondo Eunuco: La carta igienica si butta via dopo averla usata no? È la stessa cosa!
    Zero: Avete venduto il paese e la vostra padrona e tradito il popolo! Cosa pensate di ottenere da tutto ciò?
    Primo Eunuco: Zero, continui a sorprendermi! Sei un idealista di altri tempi.
    Secondo Eunuco: Il mondo brulica letteralmente di popoli e di padroni!
    Terzo Eunuco: Sono come gli insetti!
    Eunuchi al completo: Ah! Ah! Ah! Ah! Ah!

Episodio 13, L'assassino dal passato[modifica]

  • Lelouch: No, Shirley! ...Chi è stato a farti questo?
    Shirley: Lelou? Sono felice… di parlarti un'ultima volta!
    Lelouch :Non è l'ultima! Ora chiamo un dottore! Cerca... [Shirley rifiuta i soccorsi scostando il cellulare di Lelouch con la mano]
    Shirley: Sai, Lelou? Ho riacquistato la memoria e sono rimasta sconvolta. Un'insegnante fasulla, amici privati dei loro ricordi, tutti erano qualcos'altro. D'un tratto mi è sembrato che il mondo intero mi stesse sorvegliando. Lelou, tu stavi combattendo da solo in un ambiente simile. Tutto solo. Per questo io, sì, sognavo di diventare la tua realtà. Almeno io, Lelou.
    Lelouch: Shirley!
    Shirley: Io ti amo... ti amo, Lelou! Anche se ora so che mio padre è morto per causa tua… per me odiarti è impossibile. Tu hai rimosso dalla mia memoria tutto quello che ti riguardava, eppure io mi sono di nuovo innamorata di te. Anche se hai cancellato tutto mi sono di nuovo innamorata.
    Lelouch: Non morire! Shirley! Noo! [Lelouch usa il Geass su di lei]
    Shirley: Per quante volte possa rinascere, ormai sono sicura che mi innamorerei ancora e ancora di te. È questo il mio destino, non lo pensi anche tu?
    Lelouch: Resisti, Shirley! Non morire! Non morire! [Ritenta di nuovo con il Geass]
    Shirley: [Ultime parole] Dev'essere così. Non sei d'accordo, Lelou? Poter rinascere... e... innamorarmi ancora una volta di te. Perché sarà... perché sarà... sempre... così... per me...

Episodio 24, I cieli della Damocles[modifica]

  • Lelouch: L'imperatore Charles desiderava il passato. Tu desideri il presente. Ma io miro al futuro!
    Schneizel: Il futuro potrebbe essere peggiore del presente.
    Lelouch: No, sarà migliore! Perché la gente persegue la felicità, a prescindere dal tempo che le occorre per ottenerla.
    Schneizel: Ma è proprio questo che induce a coltivare delle ambizioni. La tua stupidità ha raggiunto il culmine. Tu parli sull'onda delle emozioni, è tutta una precaria messinscena a cui diamo il nome di "sogni" e "speranze".
    Lelouch: Il tuo limite è quello di osservare il mondo dall'alto del blasone della famiglia imperiale, il che genera disprezzo. Io ho visto la gente lottare contro le avversità, combattere per il proprio futuro. Ognuno cerca la felicità e in nome di questo si ribella.

Episodio 25, Re;[modifica]

  • Lelouch Vi Britannia ordina: che il mondo intero, obbedisca! (Lelouch Lamperouge)
  • Lelouch: Suzaku, come promesso sarai tu a uccidermi.
    Suzaku: Sei convinto della tua scelta?
    Lelouch: Come avevo programmato, adesso l'odio del mondo è concentrato tutto su di me. Con la mia dipartita, finalmente questa catena potrà essere spezzata. [Porge la maschera di Zero a Suzaku] Fra i membri dell'Ordine dei Cavalieri Neri, il mito di Zero è ancora vivo. Anche Schneizel continuerà a servirlo. In questo modo, il mondo potrà sedersi a un tavolo di discussione, e non sarà più necessario dare voce alle armi. Potrete creare un futuro migliore per tutti. [Suzaku prende la maschera fra le sue mani]
    Suzaku: Sei sicuro?
    Lelouch: Sì.
  • Sappi che questa sarà una punizione anche per te. Non potrai più toglierla. Quella maschera da paladino della giustizia ti accompagnerà ovunque andrai. Non avrai più una vita come Suzaku Kururugi. Mai più. Sacrificherai la tua felicità, per recitare la tua parte di fronte al mondo. Per sempre. (Lelouch Lamperouge)
  • [Ultime parole] Già. Io… Con le mie mani… ho distrutto… e ricreato… il mondo. (Lelouch Lamperouge)
  • Sai, Lelouch? da allora il mondo è diventato un posto migliore. Le risorse che un tempo venivano assorbite dalla guerra adesso vengono impiegate per combattere la fame e la povertà. Ti sono stati attribuiti molti più atti malvagi di quanti ne abbia commessi in realtà. Forse perché per la gente è più facile accettare come capro espiatorio una persona in carne e ossa piuttosto che un oggetto come la Damocles. Quanto siamo meschini, eh, Lelouch? Però, adesso le catene che ci tenevano legati al passato sono state spezzate, e possiamo davvero guardare avanti. Quasi ti vedo, ridere dicendo che è andato tutto secondo i tuoi piani. Ovviamente ci sono ancora molti problemi da risolvere. Nonostante ciò... (Kallen)
  • Il Potere dei Re, conosciuto come Geass, costringe chi lo ottiene a una vita solitaria. Ma forse questo non è del tutto esatto... Non è vero... eh, Lelouch? (C.C.)

Altri progetti[modifica]