Vai al contenuto

Daniele Adani

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Daniele Adani (1974 – vivente), ex calciatore italiano.

Citazioni di Daniele Adani[modifica]

Citazioni in ordine temporale.

  • Se Ronaldo si gira e scappa, non ti resta che sparargli.[1]
  • [...] Almeyda andava il doppio degli altri per forza della natura, per anima e palle che gli permettevano ciò. Poi i giocatori sono "ignoranti" dal punto di vista medico, non sono in grado di giudicare se una cosa è buona o no. Io so solo che gli integratori quando hai bisogno di vitamine li prendono tutti, come quando se hai mal di testa prendi un Aulin. Matìas è una persona schietta, ma il suo fare non è allusivo. Lui si attribuisce un pensiero ma non dice mica di dire la verità![2]
  • L'avevo ribattezzato "l'eletto", e in molti mi guardavano con perplessità... [...] Il punto è che Dybala gioca pensando in maniera più evoluta di tutti [...]. Ma ci sono tante altre giocate che il bianconero fa nel corso di una partita che dimostrano la sua risolutezza nel trasformare la palla in un capolavoro. Lui gioca e pensa il calcio con una naturalezza incredibile. Azzera i tempi tra pensiero e giocata. Dybala deve stare lì dove sta, perché dà un enorme contributo al gioco ed è troppo importante come riferimento per i compagni. Lui è una sorta di regista d'attacco. Pensate a Messi: lui la posizione se la sceglie, ma non è che poi non fa gol. Un altro esempio? Suarez: corre come un mediano, lavora come un trequartista ma segna come una punta. Ecco: i top d'attacco non solo segnano, ma giocano e segnano. Così Dybala appunto, che se ci pensate potrebbe giocare anche da esterno, come faceva all'Instituto (nel tridente). Paulo è preziosissimo anche in corsia: mette la palla forte e precisa.[3]
  • La garra charrúa! L'ultima parola agli uruguagi, sempre loro! L'ultima parola nel calcio è la loro: hanno un cuore differente, lo capisci o no? L'artiglio che graffia, che lascia il segno nella storia dell'Inter: questa è la storia che si ripete! [...] Io te l'avevo detto, la riprende [Matías Vecino]! [...] Il graffio che aveva portato l'Inter in Champions serve per rimarcare il territorio: questo è l'Uruguay quando va in campo con tutto se stesso...ecco chi è Vecino: stanco, si, ma lascia in campo Vecino che parla alla fine, lascialo in campo, che la dice lui l'ultima cosa nel calcio! Stanno a insegnare cos'è il calcio agli uruguagi, ma vedi un po' te.[4]
  • Messi! Messi! Leo Messi! Il sinistro migliore del mondo! Da Di Maria a Messi, dalla Bajada alla Perdriel, sempre Rosario, la città del calcio, uno per l'altro, si sblocca la partita. Fútbol! [...] Tutti in piedi per il miglior giocatore del mondo. Rispetto per il numero uno. [...] Rosario città del calcio, per questo calciatore che troppe volte è stato criticato anche quando era a Barcellona, quando è arrivato sofferente da giovane, non ha mai dimenticato l'argentino, parla rosarino, sente l'argentino nel sangue, ha pianto per la Selección. Ed è lui che la tiene in vita.[5]
  • Eccolo qui! Eccolo qui! [...] Mille e uno más. Mille e uno más. L'acqua in vino da quella posizione. L'abbiamo detto, mai lasciare libero Messi da quella posizione. Combinazione meravigliosa dell'Argentina, nata da un'opportunità, e allora mille e uno más. [...] Gli indici per nonna Celia, il più grande talent scout del mondo, che lo portava ad allenarsi alle giovanili del Grandoli quando nessuno ci credeva, prima poi di andare e venire in Europa, al Barcellona. Da quella posizione non si può dormire con Messi. Tunnel a Souttar e palla nell'angolino.[6]
  • Tutti in piedi! Tutti in piedi per il Brasile! Tutti a danzare con la Selecao, per onorare il calcio. Non c'è posto per i deboli di spirito: chi ama il calcio deve godere, gioire e se può ringraziare.[7]
  • Ma che gol ho visto? [...] Che palla ha dato Messi? Non si può immaginare. Non la vede nessuno, l'ha vista solo lui, vedi che tutti vanno da lui. Che palla ha dato? [...] Ha profetizzato Diego un giorno: apparirà un uomo che prenderà il mio posto. Lionel Andrés Messi Cuccittini, che vede ciò che gli altri nemmeno immaginano. Guardate la palla che ha dato e gridate "Viva el fútbol", perché non si vede quella giocata. Non si vede, Stefano. Non l'abbiamo vista, non l'ha vista nessuno. Come ha fatto Messi a intuire quello spazio? Non lo guarda mai, guarda. Lo sente e basta. Signori, qua c'è da battere le mani e ringraziare un'altra volta ancora. Non lo può nemmeno sentire, guarda il gioco, scannerizza il campo. Cosa abbiamo visto in questo momento, che cosa abbiamo visto al trentacinquesimo.[8]
  • Incredibile! [...] Alzatevi in piedi! [...] La dinamica dell'impensato è il football. Solo nel genio di Messi c'è una giocata così, che riporta Maradona dentro un campo da calcio. Dribbla tutti, anche i cammelli del deserto, e dà la palla a Julian Alvarez. Questo sta facendo Messi. [...] Slalomeggia lungo la linea laterale, non lo prendono mai, non lo vedono mai. Arresto, ripartenza, non c’è spazio, lo genera, lo inventa, dribbla tutti gli uomini, elargisce amore a tutti attraverso una palla da calcio, questo sta facendo Messi. Ridisegna i confini del suo destino. Questo sta facendo. Influisce su tutti, Stefano, compagni, avversari, tutti quanti. [...] Sono gli occhi di un fuoriclasse, gli occhi di un bambino che ama il calcio, Lionel Messi, e che lo elargisce a tutti quanti, tutti quanti, anche a chi non sa amare. Aprite il cuore, e ringraziate che Messi sta giocando ancora per tutti quanti, questa è l'unica cosa da dire.[9]

Citazioni su Daniele Adani[modifica]

  • Adani è un personaggio, come dire, vivo, verace, autentico e come tutti i personaggi che hanno queste caratteristiche è divisivo, o lo ami o lo odi. Non è che puoi chiedere ad Adani di fare una telecronaca diversa. (Alessandra De Stefano)
  • Nelle telecronache Adani interviene su tutte le palle. Comprese le mie. (Antonello Piroso)
  • Qualcuno lo ritiene divisivo. Per me è il numero 1, nell'analisi della partita e nel bucare il video. Ha una gigantesca onestà intellettuale che rende forte le sue opinioni. Non ha filtri, lui dice esattamente quello che pensa. Il suo pensiero può dividere, ma è bravo. È un telecronista come ce ne sono pochi in giro: non sbaglia un giocatore, si accorge delle variazioni tattiche in un nano-secondo, ha la lettura delle partite, centra sempre il punto giornalistico e sa tenere i tempi televisivi perfettamente. (Alessandro Antinelli)
  • Una volta il grande Paolo Valenti mi disse: L'aggettivazione in una telecronaca deve essere come l'olio nell'insalata. Mai metterne troppo perché la rovina. Ecco: Adani è come se ne rovesciasse un barile in una insalatiera. (Fabio Ravezzani)

Note[modifica]

  1. Citato in Marco Sappino, Dizionario biografico enciclopedico di un secolo del calcio italiano, Dalai editore, 2000, p. 2116. ISBN 8880898620
  2. Citato in Adani: "Almeyda è un istintivo, non vedo allusioni", tuttomercatoweb.com, 26 settembre 2012.
  3. Citato in Serie A Juventus «Dybala, la testa più del sinistro: è un mostro», tuttosport.com, 13 marzo 2016.
  4. Dalla telecronaca per Sky Sport della partita di Uefa Champions League Inter-Tottenham, 18 settembre 2018.
  5. Dalla telecronaca per la Rai della partita del mondiale Argentina-Messico, 26 novembre 2022, in occasione del gol dell'1-0. Cfr. Federico Pallone, Quando Adani esagera, da Argentina-Messico alla lite con Allegri. E i tifosi non perdonano, repubblica.it, 28 novembre 2022.
  6. Dalla telecronaca per la Rai della partita del mondiale Argentina-Australia, 3 dicembre 2022, in occasione del gol dell'1-0. Cfr. Adani impazzisce ancora e venera letteralmente Messi in Argentina Australia, youtube.com, 3 dicembre 2022
  7. Dalla telecronaca per la Rai della partita del mondiale Brasile-Corea del Sud, 5 dicembre 2022.
  8. Dalla telecronaca per la Rai della partita del mondiale Paesi Bassi-Argentina, 9 dicembre 2022, in occasione del gol dello 0-1. Cfr. Adani impazzisce di nuovo dopo l'assist di Messi in Olanda - Argentina, youtube.com, 9 dicembre 2022.
  9. Dalla telecronaca per la Rai della partita del mondiale Argentina-Croazia, 13 dicembre 2022, in occasione del gol del 3-0. Cfr. Adani senza freni: "Messi elargisce amore, dribbla anche i cammelli del deserto", repubblica.it, 13 dicembre 2022.

Altri progetti[modifica]