Discussione:Martin Luther King

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search


I have a dream[modifica]

Quel discorso è noto soprattutto per l'enunciazione dei sogni; la parte centrale mi sembra relativamente poco significativa, e allunga un po' troppo. Comunque bisognerebbe citare il traduttore; esiste solo una traduzione, possibile? --Nemo 01:33, 28 giu 2008 (CEST)[rispondi]

Senza fonte[modifica]

  • Abbiamo conquistato il cielo come gli uccelli e il mare come i pesci, ma dobbiamo imparare di nuovo il semplice gesto di camminare sulla terra come fratelli.
  • Alla fine, ricorderemo non le parole dei nostri nemici, ma il silenzio dei nostri amici.
  • Cerca di scoprire il disegno che sei chiamato ad essere, poi mettiti con passione a realizzarlo nella vita.
  • Con la violenza puoi uccidere colui che odia, ma non uccidi l'odio. La violenza aumenta l'odio e nient'altro.
  • Dobbiamo imparare a vivere insieme come fratelli o periremo insieme come stolti.
  • La mia libertà finisce dove comincia la vostra.
  • La non-violenza è la risposta ai cruciali problemi politici e morali del nostro tempo; la necessità per l'uomo di aver la meglio sull'oppressione e la violenza senza ricorrere all'oppressione e alla violenza. L'uomo deve elaborare per ogni conflitto umano un metodo che rifiuti la vendetta, l'aggressione, la rappresaglia. Il fondamento d'un tale metodo è l'amore. (dal discorso pronunciato nel ricevere il premio Nobel per la pace)
  • La questione non è se saremo degli estremisti, ma quale tipo di estremisti saremo.
  • Le guerre sono scadenti scalpelli per scolpire un futuro di pace. (citato in Call of Duty 3)
  • Niente al mondo è più pericoloso di una sincera ignoranza e di una stupidità cosciente.
  • Non ci può essere profonda delusione dove non c'è un amore profondo.
  • Non è grave il clamore chiassoso dei violenti, bensì il silenzio spaventoso delle persone oneste.
  • Prima o poi arriva l'ora in cui bisogna prendere una posizione che non è né sicura, né conveniente, né popolare; ma bisogna prenderla, perché la Coscienza dice che è giusta.
On some positions, Cowardice asks the question, "Is it safe?" Expediency asks the question, "Is it politic?" And Vanity comes along and asks the question, "Is it popular?" But Conscience asks the question "Is it right?" And there comes a time when one must take a position that is neither safe, nor politic, nor popular, but he must do it because Conscience tells him it is right. (dal discorso pronunciato al "Southern Christian Leadership Conference Ministers Leadership Training Program")
  • Quando gli uomini hanno paura non fanno niente, rimangono soli, indifesi, spaesati, lasciandosi travolgere dagli eventi. Ma quando si arrabbiano, allora sì che si danno da fare per cambiare le cose.
  • Sii sempre il meglio di ciò che sei.
  • Sono fermamente convinto che la verità disarmata e l'amore disinteressato avranno l'ultima parola. (dal discorso pronunciato alla consegna del Nobel, 11 dicembre 1964)
  • Per farsi dei nemici non è necessario dichiarare guerra, basta dire quello che si pensa.

Dubbi su "Per farsi dei nemici non è necessario dichiarare guerra, basta dire quello che si pensa"[modifica]

La frase in oggetto, benché attribuita a King in un articolo su Panorama a firma di Oscar di Montigny, ha tutta l'aria di essere apocrifa: nessuna precedente attestazione in GoogleBooks se non (dal 2014 in avanti) in raccolte di aforismi; nessuna attestazione in GoogleBooks del corrispettivo inglese ("To get some enemies you don't need to declare war, just say what you think"); relativamente scarse in entrambe le lingue le occorrenze su internet, di cui nessuna fededegna; assolutamente nessuna indicazione dell'opera o del contesto da cui la citazione proverrebbe. Sarei, più che per toglierla, per spostarla fra le "erroneamente attribuite", anche a supporto dei molti che l'hanno recentemente sentita pronunciare da un importante politico.--Giovangotango (scrivimi) 14:53, 9 dic 2018 (CET)[rispondi]