Dogma (film)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Dogma

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale Dogma
Paese USA
Anno 1999
Genere commedia
Regia Kevin Smith
Sceneggiatura Kevin Smith
Attori

Dogma, film statunitense del 1999, regia di Kevin Smith.

Incipit[modifica]

Benché dopo dieci minuti diventi evidente, View Askew dichiara che questo film è, dall'inizio alla fine, una commedia surreale che non va presa sul serio. Insistere sul fatto che quanto segue sia incendiario o provocatorio significa fraintendere le nostre intenzioni ed emettere un giudizio inopportuno; emettere giudizi spetta solo e unicamente a Dio (questo vale anche per i critici cinematografici... scherziamo). Quindi, per favore, prima che pensiate che questa sciocchezza di film possa nuocere a qualcuno, ricordare: anche Dio ha un senso dell'umorismo... Prendete l'Ornitorinco. Grazie e buona visione. P.S. Porgiamo le nostre sincere scuse a tutti gli amanti dell'Ornitorinco che si sono offesi per questo sconveniente commento. Noi di View Askew rispettiamo il nobile Ornitorinco e non è nostra intenzione mancare in qualche modo di rispetto a queste stupide creature. (Avvertenza ai titoli di testa)

Frasi[modifica]

  • Nessun piacere, nessun peccato, nessuna estasi è più intensa dell'aria condizionata. (Azrael)
  • Gli essere umani non hanno né la capacità uditiva né quella psicologica per sostenere il maestoso potere della vera voce di Dio. Sentendola la tua mente sprofonderebbe e il tuo cuore esploderebbe nel petto. Ci abbiamo rimesso cinque Adami prima di capirlo. (Metatron)
  • Nessun danno, nessun fallo. (Loki)
  • Non si può essere rompipalle, se non si hanno le palle. (Bartleby)
  • Dici a una persona che sei il Metatron e ti guardano stralunati. Citi un film di Charlton Heston e all'improvviso sono tutti docenti di teologia! (Metatron)
  • Una volta ero un astratto! (Serendipity)
  • Lei può ricostruirti. Ha la tecnologia per farlo. Può farti stare meglio. Renderti più forte, più veloce. (Metatron)
  • Mi sento come Han Solo, tu sei Chewbacca, lei è Obi Wan Kenobi e siamo in quel fetido e orrendo bar! (Jay)
  • Il genocidio di massa è l'attività più estenuante che esista, alla pari del calcio. (Loki)

Dialoghi[modifica]

  • Suora: Vediamo se ho capito bene. Lei non crede in Dio a causa di Alice nel Paese delle Meraviglie?
    Loki: No, attraverso lo specchio. Quella poesia, il Tricheco e il Carpentiere è un'accusa alla religione organizzata. Il Tricheco, con la sua corpulenza e la sua bontà, rappresenta o il Buddha o con le sue zanne il Dio Elefante indù, Ganesh. Questo sistema le religioni orientali.
    Ora, il Carpentiere è un ovvio riferimento a Gesù Cristo; lui era figlio di un carpentiere e così rappresenta le religioni occidentali.
    Ora, nella poesia, cosa fanno? Cosa fanno? Raggirano un sacco di ostriche per farsi seguire e poi da grossi dritti sgusciano e divorano quelle creature inermi in massa.
    Io non so cosa ne pensi lei, ma a me tutto questo dice che seguire queste fedi, basate su figure mitologiche, favorisce la distruzione dell'interiorità di una persona.
    La religione organizzata distrugge chi siamo inibendo le nostre azioni, inibendo le nostre decisioni per paura di una figura paterna intangibile che ci punta il dito contro da ormai migliaia di anni e dice:
    "Fallo! Fallo! Cazzo, ti spacco in due!"
    Bartebly: Non ci credo.
    Suora: Non l'avevo mai vista in questo modo, prima d'ora. Allora, cos'ho fatto della mia vita? Cosa posso...
    Loki: Sì, lo so. Ascolti, le do un consiglio. Prenda questi soldi che sta raccogliendo per la sua parrocchia e si vada a comprare un bel vestito. Capito? Si dia una sistemata, si trovi un uomo, una donna per rapportarsi anche per un momento, perché la vita è tutta qui, sorella, è una serie di momenti. Cerchi di cogliere il suo.
    Bartebly: Sai, c'è una cosa che non capisco di te, tu lo sai con certezza che Dio esiste. Sei stato in sua presenza, lui ti ha parlato personalmente. E ora ti sei professato ateo.
    Loki: Mi piace cazzeggiare con il clero. Mi fa impazzire, è divertente tenerli un po' sulle spine.
  • Bethany: Come faccio a sapere che sei un angelo?
    Metatron: Cioè vuoi dire che non ti è bastata l'entrata con il fuoco e l'estesa apertura d'ali?
  • Rufus: Siamo stati mandati da Colui Che È: IO SONO si chiama!
    Cardinale Glick: Carina, molto carina...
    Rufus: Funzionò con Mosè!
  • Bethany: Lui com'è?
    Metatron: Dio? Solitario, ma spiritoso. Ha un grande senso dell'umorismo. Prendi il sesso, ad esempio. Non c'è niente di più ridicolo delle smorfie che fate durante il coito.
    Bethany: Il sesso è uno scherzo in Paradiso?
    Metatron: Be', per quanto mi risulta, è uno scherzo anche quaggiù!
  • Cardinale Glick: La Chiesa Cattolica non ha mai commesso errori!
    Rufus: Per favore! Che mi dice del consenso della Chiesa sul commercio degli schiavi?
    Bethany: E la posizione di non coinvolgimento durante l'Olocausto?
    Cardinale Glick: E va bene! Errori sono stati commessi...
  • Rufus: L'unico problema che ha con l'umanità sono le follie che continuamente vengono fatte in suo nome: guerre, fanatismo, televangelismo. Il più grande è però ridurre in fazioni tutte le religioni. Ha detto che l'umanità ha sbagliato a prendere una buona idea per costruirci sopra una rete di credi.
    Bethany: Vuoi dire che avere un credo è sbagliato?
    Rufus: Secondo me è meglio avere delle idee. Insomma puoi cambiare un'idea ma cambiare un credo è tosta.
  • Bethany: Perché stavi guardando me?
    Rufus: Perché tu mi aiuterai ad effettuare dei cambiamenti in quel libro in cui professate tanta fede.
    Jay: Il Kamasutra?
    Rufus: La Bibbia!
  • Azrael: Io ero un artista!
    Serendipity: E così eri un artista? Ma vah! Elvis, era un artista! Ma ciò non gli ha impedito di arruolarsi in tempo di guerra, per questo lui è il Re, e tu uno smargiasso!
    Azrael: Sei gentile.

Altri progetti[modifica]