Episodi speciali di Doctor Who

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Doctor Who.

Doctor Who (nuova serie), episodi speciali, prodotti a partire dal 2005.

L'invasione di Natale (Speciale Natale 2005)[modifica]

  • È’ tutto lì che aspetta, Jackie ed è tutto nuovo per me, tutti quei pianeti e quelle creature e gli orizzonti, io non li ho ancora visti, non con questi occhi e sono convinto che sarà fantastico. (Dottore)
  • In virtù degli antichi riti del duello, vi proibisco di venire qui a fare razzie per tutto il tempo a venire. E quando ritornerete verso le stelle e parlerete agli altri di questo pianeta, quando parlerete loro delle sue ricchezze, delle sue genti, del suo potenziale... Quando parlerete della Terra, assicuratevi di dire loro questo: la Terra è difesa. (Dottore)

Il viaggio dei dannati (Speciale Natale 2007)[modifica]

  • Io sono il Dottore. Sono un Signore del Tempo. Vengo dal pianeta Gallifrey, nella costellazione di Kasterborous, ho 903 anni e sono l'uomo che salverà le vostre vite e quelle dei sei miliardi di persone sul pianeta qui sotto. (Dottore)
  • Sognavi un altro cielo, un nuovo sole, nuova aria, nuova vita, un intero universo pullulante di vita. Perché stare fermi quando c’è tutta quella vita lì fuori? (Dottore)
  • Fra tutto il gruppo dei sopravvissuti lui non è quello che avresti scelto, vero? Ma se tu potessi scegliere, Dottore… se potessi decidere chi vive e chi muore, allora… questo farebbe di te un mostro. (Copper)

Un altro Dottore (Speciale Natale 2008)[modifica]

  • Dopo tutto quello che ha perso e ha visto, un Signore del Tempo deve avere per forza degli incubi… (Jackson)
  • Ciò di cui soffre si chiama amnesia… uno stato di amnesia. Quando la mente fugge perché non può sopportare il passato. Lei ha voluto diventare qualcun altro, perché Jackson Lake aveva perso troppo… (Dottore)
  • Jackson: Un'ultima cosa. In tutte le immagini che ho visto nella vita del Dottore, lei non era mai solo; tutte quelle assistenti brillanti... non ci sono più?
    Dottore: No.
    Jackson: Posso chiederle perché?
    Dottore: Se ne vanno. Perché devono farlo, o perché trovano un altro e alcune.. alcune mi dimenticano. Suppongo. E... mi spezzano il cuore.

Il pianeta dei morti (Speciale Pasqua 2009)[modifica]

  • Le persone che mi seguono mi lasciano… mi lasciano tutte. Non accadrà più. (Dottore)

L'acqua di Marte (Speciale Autunno 2009)[modifica]

  • Per via delle leggi… le leggi del tempo. E c’erano delle persone, i custodi di queste leggi, ma sono morti. Sono morti tutti. E sa chi si è salvato? Io! Mi ci sono voluti anni per capirlo… le leggi del tempo sono mie… e mi obbediranno! (Dottore)

La fine del tempo - Prima parte (Speciale Natale 2009)[modifica]

  • Si racconta che negli ultimi giorni del pianeta Terra tutti avessero degli incubi. Da un capo all'altro del mondo, la razza umana si radunò per celebrare un rito pagano per allontanare il gelo e l'oscurità. Ogni singola persona aveva sognato le cose terribili che sarebbero accadute, ma dimenticarono... perchè dovevano dimenticare i loro incubi sugli incendi, le guerre e la follia. Tutti dimenticarono. Tranne uno. (Rassilon)
  • Ood Anziano: Il Maestro fa parte di un disegno più grande, perchè un'ombra si staglia sulla creazione. Qualcosa di grande si nasconde nell'oscurità. Gli Ood hanno conquistato il potere di vedere nel tempo, perchè il tempo sta finendo. Le forme delle cose un tempo perdute si muovono a nostra insaputa e questi eventi del passato minacciano di distruggere il futuro. E il presente. E il passato.
    Dottore: Che significa?
    Ood Anziano: Questo è ciò che abbiamo visto, Dottore. L'oscurità annuncia solo una cosa: la fine del tempo stesso.
  • E così i giocatori si posizionarono ai loro posti, preparandosi agli eventi che stavano per accadere. L'uomo pazzo sedeva nel suo impero di polvere e cenere, inconsapevole della gloria che avrebbe ottenuto, mentre il suo salvatore guardava oltre la desolazione, nella speranza di cambiare il suo inevitabile destino. Molto lontano, gli sciocchi e i folli sognavano un futuro nuovo e scintillante; un futuro condannato a non arrivare mai. Quando la Terra fu avvolta dalla notte, la sua popolazione si addormentò nel terrore come se fosse consapevole che l'alba avrebbe portato solo una cosa: la fine dei giorni. (Rassilon)
  • E così accadde, nel giorno di Natale, che la razza umana cessò di esistere. Ma neanche allora il Maestro aveva idea dell'importanza del suo ruolo negli eventi. Era molto più della fine dell'umanità. Era il giorno in cui l'intero creato cambiò per sempre. Era il giorno in cui tornarono i Signori del Tempo. Per Gallifrey! Per la vittoria! E soprattutto... per la fine del tempo stesso! (Rassilon)

La fine del tempo - Seconda parte (Speciale Capodanno 2010)[modifica]

  • A volte penso che un Signore del Tempo viva troppo… (Dottore)
  • Canteremo per te, Dottore. L'universo canterà per il tuo sonno. La canzone sta finendo, ma la storia non finisce mai. (Ood Sigma)
  • [Rivolto a Jack]Sulla Terra c’è un detto, Capitano. Una frase di potenza, saggezza e consolazione per l’anima nei momenti di bisogno: ALLONS-Y! (Decimo Dottore)

Un canto di Natale (Speciale Natale 2010)[modifica]

  • Sapete, in 900 anni di tempo e spazio non ho mai conosciuto qualcuno che non fosse importante. (Dottore)
  • Tutto deve finire, altrimenti nulla potrebbe iniziare. (Dottore)

Il Dottore, la vedova e l'armadio (Speciale Natale 2011)[modifica]

  • Amy: Stiamo per iniziare la cena di Natale, ti fermi?
    Dottore: Se non è un problema...
    Rory: C'è un posto per te.
    Dottore: Ma non sapevate del mio arrivo, perché mi avete tenuto un posto?
    Amy: Perché lo facciamo sempre!

I pupazzi di neve (Speciale Natale 2012)[modifica]

  • Buona sera, sono una donna lucertola dalla notte dei tempi e questa è mia moglie. (Madame Vastra)

Il giorno del Dottore (Speciale 50° anniversario)[modifica]

  • Non più. (Dottore Guerriero)
No more.
  • Clara: Stai bene?
    Dottore: Lui è stato lì.
    Clara: Lui chi?
    Dottore: Me, l'altro me, quello di cui non parlo.
    Clara: Non capisco.
    Dottore: Ho avuto molte facce, molte vite, non le riconosco tutte ma ce n'è una che ho cercato di dimenticare con tutto me stesso. Quello è stato il Dottore che ha combattuto la Guerra del Tempo e che quel giorno li ha uccisi tutti. Quell'uomo che ha commesso un crimine che avrebbe messo a tacere l'Universo. Quell'uomo ero io.
  • I grandi uomini si forgiano nel fuoco. È privilegio degli uomini più piccoli accendere le fiamme. Qualunque sia il prezzo. (Dottore Guerriero)
  • In tutti questi anni ti ho sepolto nella mia memoria, facendo finta che non esistevi, celando un segreto persino a me stesso. Fingendo che non eri il Dottore, quando lo eri più di chiunque altro. Tu eri il Dottore in un giorno in cui non era possibile fare la cosa giusta... Ma questa volta non dovrai farlo da solo. (Decimo ed Undicesimo Dottore)
  • Dottore: Ding!
    Elisabetta: E quello che cos'è?
    Dottore: È una macchina che fa Ding!
  • Dottore: Clara a volte mi chiede se sogno... Certo che sogno, le rispondo. Sogno dove sto andando...
    Clara: Stai vagando!
    Dottore: Non più. Il mio viaggio è lo stesso che fa ognuno di voi. Mi ci sono voluti così tanti anni, così tante vite, ma alle fine so dove sto andando, dove sono sempre andato... a casa. Facendo una strada più lunga.

Il tempo del Dottore (Speciale Natale 2013)[modifica]

  • Tutti noi cambiamo. Se provi a pensarci, siamo tutti persone diverse nel corso di tutta la nostra vita. E va bene così… è bello, bisogna continuare a muoversi. Non bisogna però dimenticare tutte le persone che siamo stati prima. Io non dimenticherò mai niente di quello che ho vissuto… neanche un giorno, lo giuro. Ricorderò quando il Dottore ero io, per sempre. (Undicesimo Dottore)

Il ritorno del Dottor Mysterio (Speciale Natale 2016)[modifica]

  • C’è una fine a tutto. Tutto finisce… ed è sempre triste. Ma ogni volta tutto ricomincia di nuovo. E c’è sempre felicità. (Dodicesimo Dottore)

Altri progetti[modifica]