Franco Buffoni

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Franco Buffoni (1948 – vivente), poeta, traduttore e docente italiano.

Citazioni di Franco Buffoni[modifica]

  • Tecniche di indagine criminale | Ti vanno – Oetzi – applicando ai capelli | Gli analisti del Bundeskriminalamt di Wiesbaden. | Dopo cinquanta secoli di quiete | Nella ghiacciaia di Similaun | Di te si studia il messaggio genetico | E si analizzano i resti dei vestiti, | Quattro pelli imbottite di erbe | Che stringevi alla trachea nella tormenta. | Eri bruno, cominciavi a soffrire | Di un principio di artrosi | Nel tremiladuecento avanti Cristo | Avevi trentacinque anni. | Vorrei salvarti in tenda | Regalarti un po' di caldo | E tè e biscotti. || Dicono che forse eri bandito, | E a Monaco si lavora | Sui parassiti che ti portavi addosso, | E che nel retto ritenevi sperma: | Sei a Münster | E nei laboratori IBM di Magonza | Per le analisi di chimica organica. | Ti rivedo col triangolo rosa | Dietro il filo spinato.[1]
  • Whitman desiderava passare ai posteri esclusivamente come la voce di un'America sana e vigorosa pronta alla conquista, alla produzione e alla riproduzione. Negando disperatamente che la sua ispirazione in primis fosse stata mossa dall'attrazione erotica per la vigoria fisica maschile; e che solo successivamente tale attrazione fosse stata canalizzata in un disegno estetico di portata più ampia, con il trasferimento alla nazione di attributi quasi fisici e temperamentali.[2]

Incipit di Zamel[modifica]

So già che questa notte non riuscirò a dormire, meglio che cerchi subito qualcosa da leggere. Tra i libri illustrati qui spiccano: Sport e giochi nell'antichità classica di Giovanni Manetti, edito da Mondadori nel 1988, e un delizioso librino uscito da Interlinea nel 1995 - Il manuale dell'allenatore - compilato nel III secolo d.C. da Filostrato di Lemno: in copertina – sconvolgenti nella loro sensualità – i fanciulli pugilatori di un affresco di Thera del XVI secolo a.C., capaci con le loro treccine a punta di surclassare tutti i giovani Törless e persino la riproduzione lì accanto della tetra Scuola di pugilato di Max Slevogt, coi due giovani ignudi rimasti appesi in mostra in un castello di Ludwig. Ancora, tra i fuori formato, Querelle, edito da Ubulibri nel 1982, con i dialoghi del film e numerose foto a colori, intrecciato al relativo Oscar del 1981: Genet, Querelle di Brest, nella traduzione di Giorgio Caproni.

Note[modifica]

  1. Tecniche di indagine criminale, in Franco Buffoni Tecniche di indagine criminale, Poesia, anno IX, giugno 1996, n. 96, Crocetti Editore, Milano, 1996, p. 43.
  2. Da Il libro bianco di Walt Whitman; in Foglie d'erba, versioni e prefazione di Enzo Giachino, Giulio Einaudi, 1993, prefazione pp. XIII-XIV. ISBN 88-06-17365-0

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]