Gaio Cassio Longino

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Gaio Cassio Longino, dettaglio da Morte di Giulio Cesare di Vincenzo Camuccini (1798)

Gaio Cassio Longino (87/86 a.C. – 42 a.C.), politico romano.

Citazioni su Gaio Cassio Longino[modifica]

  • Da ogne bocca dirompea co' denti | un peccatore, a guisa di maciulla, | sì che tre ne facea così dolenti. || A quel dinanzi il mordere era nulla | verso 'l graffiar, che talvolta la schiena | rimanea de la pelle tutta brulla. || "Quell'anima là sù c'ha maggior pena", | disse 'l maestro, "è Giuda Scarïotto, | che 'l capo ha dentro e fuor le gambe mena. || De li altri due c' hanno il capo di sotto, | quel che pende dal nero ceffo è Bruto: | vedi come si storce, e non fa motto!; || e l'altro è Cassio, che par sì membruto". (Dante Alighieri, Divina Commedia)

Altri progetti[modifica]