Gian Piero Brunetta

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Gian Piero Brunetta (1942 – vivente), critico cinematografico e storico italiano.

Citazioni di Gian Piero Brunetta[modifica]

  • [Su C'era una volta in America] [...] come in un gioco di scatole cinesi, diventa un sogno di sogni. La vicenda rievocata da Noodles si svolge in una dimensione incerta tra realtà e sogno, la stessa struttura narrativa originaria – in cui si scontrano di continuo diverse dimensioni e percezioni del tempo non autorizza a distinguere se la vicenda è frutto dei fumi dell'oppio o di ricordi reali del protagonista. Anche (e soprattutto) in questo caso la memoria del singolo tende a dissolversi in quella di un intero paese.[1]
  • Due forze eguali e contrarie hanno sempre guidato l'esistenza di Renoir: una di tipo progressista, legata alla sua militanza politica e ai film di maggiore impegno ideologico e sociale, la seconda di tipo regressivo e edipico legata al mondo della sua infanzia, al padre e alla centralità dei sentimenti, dei valori, del rigore professionale, solidarietà, lealtà, onestà, amicizia e amore come donazione di sé.[2]

Note[modifica]

  1. Da Cent'anni di cinema italiano, Laterza, Bari, 1991, p. 614.
  2. Da Dizionario dei registi del cinema mondiale, vol. III, Einaudi, 2006, pp. 157-162.

Altri progetti[modifica]