Gioele Magaldi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Gioele Magaldi (1971 – vivente), scrittore italiano.

Citazioni di Gioele Magaldi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [Mario Monti] è un massone e ha avuto una duplice affiliazione, una inglese e una mista anglo-franco-belga. Monti appartiene al corpo d'elite della massoneria. (da un'intervista a La Zanzara, Radio24; citato in Calunnie sul Fratello Monti "Massone iniziato 2 volte", Libero, 26 novembre 2011)
  • Come vado spiegando ormai da anni, con il libro Massoni e con miriadi di interviste [...] la regia degli eventi terroristici di Parigi e Bruxelles è riconducibile ad alcuni noti massoni oligarchici e apolidi riuniti in Superlogge che si chiamano "Hathor Pentalpha", "Geburah", "Compass Star-Rose", "Amun" e "Der Ring". Gli integralisti islamici servono da manovalanza subordinata, niente di più. (dall'intervista Bruxelles, Gioele Magaldi: "Isis? Solo manovalanza. Rischi per l'Italia", Affaritaliani.it, 25 marzo 2016)

Massoni[modifica]

Incipit[modifica]

Cosa unisce Edmund Burke, massone britannico nato e morto nel Settecento, all'attentato del 1981 contro papa Wojtyla? Cos'hanno in comune Angelo Roncalli, eletto pontefice nel 1958 col nome di Giovanni XXIII, e gli autori della Dichiarazione di indipendenza americana? Quale filo rosso lega l'assassinio di Martin Luther King a quell'Operazione Condor che negli anni Settanta ha trasformato l'America latina in un enorme campo di concentramento? 

Citazioni[modifica]

  • Per un verso, Hitler e i suoi, negli anni 1939-1942, si sentirono traditi da quegli ambienti massonici elitari e neoaristocratici angloamericani che li avevano favoriti nell'ascesa e nel consolidamento del potere e che, però, da un lato non erano riusciti a evitare lo scontro bellico prima con il Regno Unito e poi con gli Usa, dall'altro, in alcuni casi, si erano ritratti inorriditi rispetto all'escalation di violenza e brutalità indifferenziata e spesso gratuita del Terzo Reich nazista. (p.65)
  • [...] l'affiliazione latomistica di Giorgio Napolitano si concretizzò solo alcuni lustri più tardi, su suolo statunitense, e precisamente a Washington, dopo una sorta di preiniziazione esperita nelle vicinanze della Yale University, a New Haven, Connecticut. Tale affiliazione avvenne nello stesso anno, il 1978, nel quale divenne apprendista muratore Silvio Berlusconi. E mentre Berlusconi venne iniziato a Roma in seno alla «P2» guidata da Licio Gelli nel gennaio, Napolitano fu cooptato dalla prestigiosa Ur-Lodge sovranazionale denominata «Three Architects» o «Three Eyes» appunto nell'aprile del 1978, nel corso del suo primo viaggio negli Stati Uniti. (p.96)

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]