Grandia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Grandia, videogioco di ruolo del 1997 creato dalla Game Arts.

Incipit[modifica]

Baal: Umm... Credo di essermi assonnato... Ho fatto di nuovo quel sogno. Bastardi! Mi perseguitano... Mullen. Qual è la nostra posizione?
Mullen: È passata solo mezz'ora da quando lo ha chiesto l'ultima volta. Sembra esausto, Generale Baal.
Baal: Continuo a dirtelo Mullen. Quando non ci sono soldati in giro dovresti chiamarmi "Padre".
Mullen: Mi perdoni, ma il Tenente Leen è ancora presente.
Baal: Ah, ah, ah. È proprio da te rispondere in quel modo. Ma lo sai che Leen ha una parte molto speciale nei nostri piani militari. Non è così, Leen?
Leen: .... ....
Baal: Il terzo scavo delle rovine di Sult è quasi terminato. Conto su voi due. Mullen... Leen.
Leen e Mullen: .... ....
Mullen: Abbiamo assegnato un battaglione scelto delle nostre Forze per questo scavo. Sono sicuro che avremo buone notizie.
Computer: L'ora attuale è ore 13:40. Siamo in transito sullo spazio aereo di Parm. Il nostro tempo di arrivo stimato è ore 15:30.
Mullen: Leen, apra I boccaporti per il Generale Baal.
Leen: Sì, Colonnello Mullen.

Frasi[modifica]

  • Benvenuto, a colui che possiede la pietra dello spirito.[1] (Liete)
  • Papà... Mi dispiace. Non ho potuto dirlo alla mamma alla fine. Papà... e anche tu, nonno. Andrò nel Nuovo Continente. Viaggerò per il mondo proprio come avete fatto voi. Grazie alla tua pietra dello spirito papà! La pietra mi ha detto che Angelou non è un mito. È nel nuovo continente. Ora lo so. Vi sarete sentiti così anche voi il giorno della vostra prima avventura. [Si volta, guardando la pietra dello spirito in mano] Padre... tu... pensi che possa davvero essere come te? Tutto quello che dice la mamma era che eri più forte e più coraggioso di me. Molto, molto più di un avventuriero. [la pietra emette un bagliore; Justin torna a rivolgersi alla foto del padre]
    [...] Hai ragione! Questo non è proprio niente rispetto a me! Giusto, padre? Lascerò la mia foto qui per te! Prometto che diventerò un avventuriero ancora più grande di te.
    Addio, Mamma! [Justin affigge la sua foto con martello e chiodi] Io vado! (Justin)
  • Un avventuriero è libero come il vento. (Feena)

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Sue [sulla chitarra sul tavolo della casa 2 a Parm]: Un'ottima signora dovrebbe saper suonare uno strumento come questo come segno di buona educazione.
    Justin: Non ci credo! È molto più importante affinare la mia abilità con la spada! Quando un mostro si avvicina a te, questa cosa non sarà assolutamente utile!
    Sue: Se non sei un avventuriero, non è un problema!
  • Feena: Oh! Che bella giornata! Buon giorno, Justin! Hai dormito bene?
    Justin: Huh? Oh, uh....
    Feena: Oh, Capisco.... Ehi, Justin, sai da dove viene il vento? Questo vento inizia dalle montagne laggiù, e porta il richiamo degli uccelli e il profumo della foresta. Stavo pensando molto al vento ieri notte. Cosa vede il vento? Se volassimo come il vento, mi chiedo se le cose che vedi fossero le stesse che vedo io.
    Justin: Feena?
    Feena: Amo il vento. Mi sono dimenticata come ti fa sentire, grazie per avermi aiutato a ricordarlo. Andiamo, Justin. Andiamo dove il vento comincia!
    Justin: Oh sì! Andiamo, Feena!! Allora quando ce ne andremo?
    Feena: Naturalmente. Ce ne andremo proprio adesso! Non vorrei aspettare un altro secondo per questa sensazione... questo momento!
  • Justin: Sìì! Ce l'abbiamo fatta!
    Gadwin: Ah ah ah! Davvero, Justin!
    Sue: Ora Justin e Feena non dovranno essere sacrificati!
    Feena: Aah Justin, cos'è quello scintillio? Guarda, guarda. Anche laggiù
    Justin: Huh? Cosa, Feena?
    Adesso le vedo. Quelle sono le stesse cose che abbiamo visto alla Torre Tifone. [Il vulcano rimbomba] Wow. Che sta succedendo?
    Gadwin: Il vulcano è tornato in vita. Inizierà ad eruttare subito!
    Sue: Oddio! Questo qui è il cratere. Se erutta, saremo tutti sacrificati. No, più come sacri-fritti.[2]
    Feena: Non c'è tempo per I giochi di parole. Se non ce ne andiamo alla svelta, saremo tutti arrostiti.
  • Justin: Wow! Murali! Guarda i murali, Leen!!!
    Mi chiedo... Questi sono murali degli icariani? Questi murali... perchÈ hanno disegnato scene così tristi? È così strano! Intendo, la civiltà di Angelou era un mondo meraviglioso e incredibile, giusto?
    Leen [triste]: Justin, pensi davvero che una civlità del passato possa essere stata così meravigliosa?
    Justin: Huh? Cosa vuoi dire?
    Leen: Se fosse stata una grande civiltà, allora non sarebbe dovuta morire. Non pensi, Justin? E poi... perchÈ pensi che abbiano costruito quell'enorme muro alla Fine del Mondo dividendo in due il continente? Forse il mondo degli Icariani e le pietre dello spirito era davvero orrendo. Forse non è un mondo in cui avremmo voluto vivere.
    Justin: Non immaginarti cose tanto orrende. PerchÈ le vostre Forze sarebbero interessate ad un mondo orrendo? Oh, già... Non dovevo chiedertelo. Promesso.
    Leen: Mi... dispiace. Io, uh... Io ero...
    Justin: Ehi, nessun problema! Non preoccuparti. Andiamo, Leen.
  • Sue:... ... Ahhh, sono davvero solo una bambina?
    Huh, Dottoressa Alma? Justin non è un po' egoista? Sa, lasciandomi indietro in questo modo. E ora potrà crescere e crescere, tutto da solo!
    Dr.ssa Alma: Hmm... lo sai, a quest'età i ragazzi crescono come le erbacce. Le ragazze, invece, sbocciano come fiori. Fra altri cinque anni crescerai.
    Sue: Altri cinque anni, eh? Fino ad allora, io... farò... io farò, ehm... oh, non lo so...
  • Mullen: Leen, perché è tornata indietro da sola? I suoi ordini erano di convincere Feena a partecipare alle nostre operazioni.
    Leen: ... Colonnello Mullen, non ci stiamo sbagliando?
    Mullen: Che cosa intende?
    Leen: Io... no, noi icariani non abbiamo il potere di sconfiggere Gaia. Il potere che Feena ha usato per proteggere la gente di Zil Padon era chiaramente diverso dai miei poteri. Quel potere... quello non era il potere degli icariani. Era molto più grande.
    Mullen: ...
    Leen: Ciò che abbiamo bisogno per salvare il mondo, è il potere che vediamo in Feena e Justin!! Non è quello che stiamo cercando, Herr Mullen?
    Mullen: Sì, tenente Leen.
    Leen: Q-quindi?
    Nessun cambiamento nelle operazioni! Faccia cooperare Feena da domani mattina! Capito?!
    Leen: Colonnello! LA PREGO! Provi a capire ciò che ho da dire!
    Mullen: Lei è quella che non capisce, Leen!
    Leen: Ah...
    Mullen: Non ho tempo per ascoltare le sue storie da sogno! In modo da combattere Gaia abbiamo bisogno del potere degli icariani! Non c'è altro modo per salvare il mondo dalla distruzione!! Non lo capisce?!
    Leen: Ma, ma...
    Mullen: Viviamo tutti una folle, peccaminosa esistenza. Potremmo non essere degni di vivere su questa Madre Terra. Ma anche se questo mondo è ricolmo di peccato... voglio proteggerlo...
    Leen: ...
    Mullen: Dovrebbe capirlo. Quelle ali icariane che risplendono sulla sua schiena sono anche un simbolo di peccato.
    Leen: Le mie ali... un simbolo... di peccato?
    Mullen: La prego, ci aiuti, Leen. Abbiamo bisogno del potere degli icariani. Lei e Feena... voi due.
    Leen: Capisco... Colonnello. Domani mattina... come da programma.
    Mullen: Adesso è un buon aiutante di campo. Conto su di lei, Leen.
  • Baal [Ultime parole, forma finale]: Noi vi conosciamo...
    Sappiamo che volete qualcosa...
    Sappiamo che odiate qualcosa.
    Sappiamo che tutti gli umani sono nati per odiare chi è più ricco di sÈ stesso e lottare per SOTTRARGLIELO.
    Anche se avrete preso tutte le ricchezze che sono rimaste nel mondo la vostra avidità non verrà MAI soddisfatta.
    Justin: Gli umani non sono MAI nati per combattere e rubare! Siamo nati per aprire lo stesso sentiero INSIEME!

Explicit[modifica]

Sue [voce fuori campo]: Qui finisce la storia di Justin e i suoi amici e le nostre avventure con la Pietra dello Spirito e Angelou. La storia di Justin l'avventuriero divenne conosciuta in tutto il mondo.
Sue: Zia Lilly! La nave è quasi arrivata! Sbrigati.
Lilly: La crostata non è ancora pronta. Scusa, cara. Mi dispiace ma dovrai andare senza di me, OK?
Sue: OK. Ci vediamo! Andiamo Puffy!
Puffy: Puff-puff!
Sue: Sono passati dieci anni da quando quella lunga avventura finì. Il mondo in cui viviamo è cambiato così tanto.
[Un Lainiano ferma un Mogay e un ragazzino sul ponte]
Lainiano: Ehi. Ancora voi. Non vi siete ancora stancati di simili dispetti!?
Ragazzino: Questi non sono dispetti. Ci stiamo allenando – per diventare avventurieri!
Mogay: Tu proprio non capisci!
Ragazzino: Sì! Esatto!
Lainiano: Fate qualche posto dove non importunino la gente! Mi state ascoltando!?
[Sue prosegue il cammino]
Sue: Haha...ebbene, forse le cose non sono cambiate tanto. Ma sapete, di certo sono diventate più impegnative. Oggi è il giorno che stavo aspettando da così tanto! Justin e Feena stanno arrivando a casa dopo dieci anni di avventure. [arriva al porto]
Sue: Eh eh, Mi chiedo cosa dirà Justin quando vedrà che sono diventata una così bella signora. Potrebbe semplicemente essere così sorpreso che la sua lingua gli si attorciglierebbe! Lo sto cercando per questo.
[Arriva un gruppo di bambini dai capelli rossi e bambine dai capelli verdi dal battello]
Bambino: Sìì! Siamo a Parm! Ora, dov'è questo "Ristorante Gabbiano"?
Bambina: C'è del cibo delizioso lì, giusto! Ho fame!
Bambino: Ehi, cos'è quello? [girano attorno a Sue e Puffy]
Puffy: Puff-puff! Puff-puf! Puff-puf!
Bambino: Ehi! Fa rumori! Fa un suono acuto!
Bambina: Sìì! Andiamo a prenderlo!
Puffy: Puff-puff!
Bambino: Acuto! È così soffice!
Bambina: Oh! Questo deve essere Puffy! È proprio come ha detto il babbo. Sembra un po' un agnello.
Bambino: Huh? No, non lo è.
Sue: Ehi, voi siete...? Dove sono vostra mamma e babbo?
Bambina: Laggiù. Sono ancora sulla nave.
Puffy: Puff-puffff!
Bambino: Ah. Sta scappando via! Prendiamolo!
Bambina: Sììì!
[I bambini inseguono Puffy. Una bambina aspetta accanto a Sue]
Sue: Ah! Justin! Feena!!

Note[modifica]

  1. Traduzione ufficiale, dal manuale/retro di copertina.
  2. In lingua inglese: Yikes! This is the crater here. If it erupts, we'll all be sacrificed. No, more like sacri-fried.

Altri progetti[modifica]