Hulk (film)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Hulk

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Hulk

Lingua originale inglese
Paese USA
Anno 2003
Genere azione, fantascienza, supereroi
Regia Ang Lee
Soggetto James Schamus su personaggio creato da Stan Lee e Jack Kirby
Sceneggiatura John Turman, Michael France, James Schamus
Produttore Avi Arad, Gale Anne Hurd, James Schamus
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Hulk, film statunitense del 2003 con Eric Bana, regia di Ang Lee.

Frasi[modifica]

  • Mi stai facendo arrabbiare. Non ti piacerà vedermi arrabbiato. (Bruce Banner)
Me estoy enojado: no les gusta verme enojado.
  • C'è qualcosa dentro di te. Qualcosa di così speciale. Una sorta di grandezza, ne sono sicura, e un giorno... la condividerai col mondo intero. (Mrs. Krenzler)
  • Quando cominci a parlare di microbi e nano-macchine diventi quasi un pò... passionale. (Betty Ross)
  • Penso che in te ci sia più di quanto vuoi far vedere... perché di meno non può esserci. (Betty Ross)
  • Un giorno scriverò un libro, e lo intitolerò "Stupidi ideali per piccoli scienziati squattrinati". (Talbot)
  • Bruce, non c'è niente da ridere. Io ti stavo guardando. Stavi per morire, e io stavo per vederti morire! (Betty Ross)
  • Sto bene, davvero. Non mi sono mai sentito meglio. (Bruce Banner)
  • Ciò che mi spaventa di più è che quando mi succede, quando mi sento sopraffatto e perdo completamente il controllo... mi piace. (Bruce Banner)
  • Forse una volta sei stato mio padre... ma adesso non lo sei e non lo sarai mai più! (Bruce Banner a David Banner)
  • Il tuo nome non è Krenzler, è Banner. Bruce Banner. Bruce. (David Banner)
  • Tutto quello che la tua mente straordinaria ha cercato per tutti questi anni... era dentro di te. (David Banner a Bruce Banner)
  • Dovremo tenere d'occhio questo tuo caratteraccio. (David Banner)
  • Io non sono venuto qui per vedere te. Sono venuto qui per vedere mio figlio, il mio vero figlio; quello dentro di te. (David Banner a Bruce Banner)
  • Se ti azzardi a stare a meno di 1000 metri da mia figlia... io ti mando in galera per il resto della tua vita! (Gen. Thaddeus "Thunderbolt" Ross rivolto a Bruce Banner)
  • Piccolo umano! (Hulk)

Dialoghi[modifica]

  • Bruce Banner: Vuoi andare a dire a quelli della commissione di Lunedì che abbiamo elaborato un metodo rivoluzionario per far esplodere le rane?
    Betty Ross: Sì. Dovrebbe esserci un certo mercato. Se venisse una delle piaghe d'Egitto?
    Bruce Banner: Sicura di aver bevuto soltanto una birra?
    Betty Ross: Voglio... voglio dire che... se cominciassero a piovere rane dal cielo, a chi chiederebbero aiuto? Diventeremo famosi in tutto il mondo.
  • Betty Ross: Ho la faccia così stanca...
    Bruce Banner: Sì, ma sei bellissima.
  • Talbot: Io e lei non abbiamo mai avuto l'occasione di conoscerci bene.
    Bruce Banner: Be', questo perché io non voglio conoscerla. Né bene, né male.
  • Betty Ross: Sai, pensavo che per una volta fossi venuto qui soltanto per rivedermi.
    Gen. Thaddeus "Thunderbolt" Ross: Hai frainteso tutto, Betty.
    Betty Ross: Ah, sì?
    Gen. Thaddeus "Thunderbolt" Ross: Sì. Io volevo rivederti.
    Betty Ross: ...Non sai quanto vorrei poterti credere.
  • David Banner: Quanto poco capisce, signorina Ross, e quanto è diventato pericoloso questo suo non capire.
    Betty Ross: Mi scusi?
    David Banner: Non scusarti. Vedi, mio figlio... è unico. Ecco perché non riesci ad averci un rapporto. E poiché è unico, il mondo non tollererà la sua esistenza.
  • Gen. Thaddeus "Thunderbolt" Ross: Mi dispiace, Betty. Non ho altra scelta; lo devo eliminare.
    Betty Ross: Ma non puoi. Così alimenterai la sua rabbia e lo renderai più forte.
    Gen. Thaddeus "Thunderbolt" Ross: È te che sta cercando, lo sai questo?
    Betty Ross: ...Allora lasciami andare da lui. Ti prego. Concedigli la possibilità di calmarsi.
  • Bruce Banner: Mi hai trovato.
    Betty Ross: Non era così difficile trovarti.
    Bruce Banner: Sì, invece.
  • Bruce Banner: Talbot...
    Talbot: Si?
    Bruce Banner: Mi stai facendo arrabbiare...
  • Betty Ross: Oh dio. Deve essere stato per le nano-macchine, l'esposizione alle gamma, ma non avevo mai visto un effetto simile finora.
    Bruce Banner: No. È qualcosa di più. Le radiazioni hanno soltanto scatenato quello che era già lì.
    Betty Ross: Scatenato che cosa?
    Bruce Banner: ...Me... lui!
  • Betty Ross: Bruce, ti ricordi qualcosa? Hai dei ricordi di quando eri l'altro?
    Bruce Banner: È stato come un sogno.
    Betty Ross: Che tipo di sogno?
    Bruce Banner: Un sogno di rabbia... di potere... e di libertà.
  • David Banner: Mia cara signorina Ross. Bentornata.
    Betty Ross: Ci sono due guardie, proprio qui fuori...
    David Banner: Non si deve preoccupare. Non sono più arrabbiato con lei. Non più ormai.
    Betty Ross: Che cosa vuole?
    David Banner: È finita per me adesso, questo lo so. E presto sarà finita anche per Bruce. Ecco perché sono venuto qui, per chiedere a lei se può persuadere suo padre, come uomo, come padre, a fare un patto. Se io mi consegno a lui, adesso, di mia spontanea volontà, prima di venire rinchiuso per sempre, lui mi lascerà vedere mio figlio un' ultima volta? Potrebbe far questo per me?
    Betty Ross: Non dipende più da mio padre adesso.
    David Banner: Ho capito. È un burattino ormai. Confesso che non lo biasimo.
    Betty Ross: E non deve. Dovrebbe biasimare se stesso per ciò che ha fatto a suo figlio.
    David Banner: E che cosa ho fatto a mio figlio, signorina Ross?! Niente! Io ho eseguito quegli esperimenti agendo su me stesso! Su di me, non su Bruce! Riesci a capirlo? Migliorare la propria natura, la mia natura, la conoscenza di se stessi, è l'unica via verso la verità! L'unica via che consente agli uomini di superare i limiti imposti da Dio!
    Betty Ross: Lo sa che cosa c'è oltre quei confini? Le altre persone. E tutto quello che lei ha dato a Bruce è soltanto paura. La paura della vita.
    David Banner: Paura. Può darsi, signorina Ross. E solitudine anche. E io le conosco entrambe. Ma ho vissuto in modo completo, una volta. Ero talmente innamorato. E lei desiderava tanto un figlio. Mio figlio. Avrei dovuto capire fin dal concepimento di non averle dato un figlio, ma qualcos'altro. Un mostro, forse. Avrei dovuto farla abortire... ma ero curioso, e quella curiosità è stata la mia rovina. Mentre guardavo quella minuscola forma di vita dispiegarsi, ho cominciato a immaginarne l'orrore, e la mia curiosità ha lasciato il posto alla compassione. Ma loro non mi hanno dato la possibilità di curarlo, tuo padre mi cacciò via. Ricordo quel giorno così bene. Ogni momento. Ogni sensazione. Camminando in casa. Il manico del coltello nella mia mano. Sapevo che quello che stavo per fare era il mio dovere di padre, un atto misericordioso... ma a quel punto lei mi sorprese. È stato come se lei e il coltello si fondessero. Non puoi immaginare l'insopportabile senso di ineluttabilità. In quel momento... io ho preso tutto ciò che mi era caro... e l'ho trasformato... in nulla più... che un ricordo.
  • Bruce Banner: Avrei dovuto ucciderti.
    David Banner: Come io avrei dovuto uccidere te.
    Bruce Banner: Vorrei che l'avessi fatto.
  • David Banner: Io non sono venuto qui per vedere te. Sono venuto qui per vedere mio figlio, il mio vero figlio, quello dentro di te. Tu non sei altro che un guscio senza importanza, una buccia di vana coscienza pronta ad essere strappata via in un batter d'occhio!
    Bruce Banner: Credi quello che ti pare, non mi interessa, vattene!
    David Banner: No figlio, ascoltami: ho trovato una cura. Per me. Anche le mie cellule possono trasformarsi, assorbire enormi quantità di energia. Ma al contrario delle tue sono instabili. Figlio, ho bisogno della tua forza... io ti ho dato la vita... e adesso tu devi restituirmela! Soltanto un milione di volte più radiosa! Più potente!
    Bruce Banner: Basta!
    David Banner: Basta?! Basta COSA?! Basta COSA?! Pensa a tutti quegli uomini fuori di qui nelle loro uniformi! Che inveiscono e ingoiano ordini! Che infliggono le loro meschine regole al mondo intero! Pensa a tutto il male che hanno fatto! A te! E a me! All'umanità! E sappi questo: noi possiamo far sì che loro, e le loro bandiere, i loro inni e i loro governi spariscano in un lampo! Tu dentro di me!
    Bruce Banner: Preferisco morire!
    David Banner: Cosa?! Ah, è così che rispondi?! Be', in effetti tu morirai. E sarai rinato! Un eroe di quella razza che abitava la Terra molto prima che l'inutile religione della civiltà infettasse l'anima degli uomini!
    Bruce Banner: Vai viaa!

Citazioni su Hulk[modifica]

  • Se ti dico cosa penso del film, poi ti arrabbi? (Rat-Man)

Altri progetti[modifica]