Infelici e contenti

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Infelici e contenti

Immagine Infelici e contenti.png.
Titolo originale

Infelici e contenti

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 1992
Genere commedia
Regia Neri Parenti
Soggetto Vittorio Cecchi Gori,
Rodolfo Sonego
Sceneggiatura Rodolfo Sonego, Neri Parenti
Produttore Mario Cecchi Gori, Vittorio Cecchi Gori
Interpreti e personaggi

Infelici e contenti, film italiano del 1992 con Renato Pozzetto e Ezio Greggio, regia di Neri Parenti.

Frasi[modifica]

  • Sa com'è signora, non è per sfiducia, ma a volte la gente è strana. Va in vacanza, lascia qui i parenti, e dopo non viene più a riprenderli. (Suora)
  • No toca! No toca! (Suor Letizia)
  • Ma quali preghiere, ma quali preghiere, ma faccia la cortesia sorella, vada su a prendere un bel bottiglione di grappa e una scatola di toscani, che noi di stare qui ci siam già rotti le balle! (Vittorio)
  • Ma brutto schifoso, ma che c'abbiamo la rogna? (Ornella)
  • Eh be' ci sono le porte... le finestre... il tetto... (Aldo) [Frase usata per descrivere il Duomo di Milano, l'albergo, Portofino, e casa sua]

Dialoghi[modifica]

  • Alessandra: Aldo senti ci sarebbe un altro problema, per questa notte dovresti dormire con un cieco.
    Aldo: Costa molto di più?
  • Aldo: Mi avevi detto che ci stava!
    Vittorio: Ci stava... prima, ora meno!
    Aldo: No! ora mena!  Da controllare Da controllare
  • Suor Letizia: No toca! No toca! e preghi per i suoi peccati!
    Vittorio: I peccati prima bisogna farli, se no, non è valido!  Da controllare Da controllare
  • Aldo: Ma cos'è successo? [Dopo che vittorio ha preso a bastonate due scippatori in moto]
    Vittorio: Niente, hanno cercato di scipparci!
    Aldo: E come te ne sei accorto?
    Vittorio: Ma guarda è un classico, ho sentito il motore che andava su di giri, lo spostamento d'aria e...
    Aldo: Ohè complimenti, bel colpo d'occhio...
    Vittorio: Eh, cammina va!
  • Vittorio: Mi scusi, posso farle una domanda indiscreta? Ma lei suo marito, lo ama ancora?
    Alessandra: Sì! Ma è difficile vivere accanto a lui, per tutta la vita...
    Vittorio: Per uno condannato su una sedia a rotelle come Aldo, la vita, è vivere accanto a lei!

Altri progetti[modifica]