Ingerenza della Russia nelle elezioni presidenziali negli Stati Uniti d'America del 2016

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Citazioni sull'ingerenza della Russia nelle elezioni presidenziali negli Stati Uniti d'America del 2016.

  • A tutti i repubblicani che credono che la Russia non c'entri niente, vi state sbagliando. A ogni democratico che vuole l'impeachment per il presidente Trump a causa della Russia, vi state sbagliando. (Lindsey Graham)
  • Ho battuto Hillary Clinton regolarmente. E la gente lo sa. [L'inchiesta sull'ingerenza della Russia] è scaturita soltanto perché i Democratici hanno perso. Ribadisco che non c'è stata collusione. (Donald Trump)
  • Il mio staff è venuto da me – Dan Coats, il capo dell'intelligence, e qualcun altro – e mi hanno detto che è stata la Russia. Qui c'è Vladimir Putin: dice che non è stata la Russia. Io dico questo: non vedo nessuna ragione perché sia stata la Russia, ma voglio davvero scoprire dov'è il server. (Donald Trump)
  • Immaginate questa sceneggiatura cinematografica: un ex agente segreto del KGB, rabbioso a causa del collasso della sua madrepatria, progetta un piano di vendetta. Approfittandosi del clima di caos, scala la gerarchia di potere della Russia post-sovietica e diventa presidente. Istituisce un regime autoritario, poi prende la mira sul suo nemico giurato: gli Stati Uniti. E in qualità di spia utilizza gli strumenti di guerra cibernetica per attaccare la democrazia nel mondo. Attraverso la diffusione di propaganda e notizie false sui social network convince i cittadini delle società democratiche a diffidare dei media, del processo politico stesso e persino dei loro vicini. E vince. Vladimir Putin è tale spia e questo non è un copione cinematografico. (Morgan Freeman)
  • Lasciatemi essere totalmente chiaro… io accetto la conclusione della nostra comunità sul fatto che l'ingerenza russa alle elezioni 2016 ci sia stata. (Donald Trump)
  • In una frase chiave del mio discorso ho detto "debba" anziché "non debba". [...] La frase corretta sarebbe dovuta essere "non vedo nessuna ragione perché la Russia non debba essere ritenuta responsabile". Una specie di doppia negazione. (Donald Trump)
  • Penso che sia stata la Russia. Ma penso anche che potrebbero essere stati altri Paesi o altre persone. (Donald Trump)
  • [Ironicamente] Sì, ho aiutato io Trump a vincere le elezioni in America perché prometteva di migliorare le relazioni fra Usa e Russia. (Vladimir Putin)
  • [Questo scandalo] sta raggiungendo le dimensioni del Watergate. [...] È un millepiedi da cui continuano a cadere scarpe. (John McCain)
  • C’è qualcuno che può credere al Russiagate e alla sovversione putiniana delle nostre coscienze, quando la quota dell’immagine della Russia presente nei nostri cervelli - quella non inquinata dalla possente narrazione occidentale - è a livelli omeopatici, cioè uguale a zero? (Giulietto Chiesa)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]