Donald Trump

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Donald Trump nel 2016

Donald Trump (1946 – vivente), imprenditore, politico e personaggio televisivo statunitense, 45° presidente degli Stati Uniti d'America.

Citazioni di Donald Trump[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

1994[modifica]

  • Penso che far lavorare una moglie sia molto pericoloso. [...] Se hai un tuo business, penso proprio che sia una cattiva idea far lavorare la moglie per te. Penso che sia davvero una cattiva idea. Penso che sia la maggiore causa di ciò che è accaduto al matrimonio con Ivana. Ivana si arrabbiò con qualcuno al telefono, all'improvviso, al casinò, e cominciò ad urlare. E mi dissi: "Non voglio che mia moglie urli alla gente in questo modo, non lo voglio affatto." E la tenerezza scomparve. Ivana aveva molta tenerezza, e ne ha ancora, ma in quel periodo era diventata una dirigente, non più una moglie.
I think that putting a wife to work is a very dangerous thing. [...] If you're in business for yourself, I really think it's a bad idea to put your wife working for you. I think it's a really bad idea. I think that was the single greatest cause of what happened to my marriage with Ivana. Ivana would get angry at somebody over the telephone, all of a sudden, who was at the casino, and she'd start shouting. And I'd say, "I don't want my wife shouting at somebody like that, I really don't want that." And a softness disappeared. There was a great softness to Ivana, and she still has that softness, but during this period of time, she became an executive not a wife. (da una video intervista condotta da Nancy Collins, Primetime Live, ABC, 10 marzo 1994[1])
  • [...] ci sono giorni quando torno a casa – non vorrei sembrare troppo sciovinista – che se quando torno a casa non trovo la cena pronta vado fuori di testa, ok?
[...] "I have days where, if I come home – and I don't want to sound too much like a chauvinist – but when I come home and dinner's not ready, I go through the roof, ok? (da una video intervista condotta da Nancy Collins, Primetime Live, ABC, 10 marzo 1994[2])
  • Creo celebrità. Amo creare celebrità. E in un certo senso, l'ho fatto con Ivana. In un certo senso, anche con Marla. E mi è piaciuto. [...] Ho dato a molte donne una grande opportunità. Sfortunatamente, una volta che diventano delle celebrità, per me il divertimento finisce. È come un processo creativo. È quasi come costruire un palazzo. È piuttosto triste.
I create stars. I love creating stars. And to a certain extent, I've done that with Ivana. To a certain extent, I've done that with Marla. And I like that. [...] I've really given a lot of women great opportunity. Unfortunately, after they're a star, the fun is over for me. It's like a creating process. It's almost like creating a building. It's pretty sad. (da una video intervista condotta da Nancy Collins, Primetime Live, ABC, 10 marzo 1994[3])

1999[modifica]

  • Per tutta la vita ho visto politici che si vantavano della loro povertà, di come sono sorti dal nulla, quanto poveri fossero i loro genitori e i loro nonni. E mi sono detto, se sono rimasti poveri per così tante generazioni, forse questo non è il tipo di persona che vorremmo eleggere come alto funzionario. Quanto possono essere intelligenti? Sono degli idioti. C'è una percezione positiva della povertà da parte degli elettori. A me la povertà non piace. Di solito c'è una ragione per cui si è poveri. Volete come presidente qualcuno che [con la carica governativa] letteralmente ottiene il più alto stipendio della sua vita?
My entire life, I've watched politicians bragging about how poor they are, how they came from nothing, how poor their parents and grandparents were. And I said to myself, if they can stay so poor for so many generations, maybe this isn't the kind of person we want to be electing to higher office. How smart can they be? They're morons. There's a perception that voters like poverty. I don't like poverty. Usually, there's a reason for poverty. Do you want someone who gets to be president and that's literally the highest paying job he's ever had?[4]

2000[modifica]

  • Sono cresciuto a New York, una città con diverse etnie, religioni e popoli. Educa alla tolleranza. In realtà non mi importa se una persona è gay. Io giudico le persone in base alle loro capacità, all'onestà, e al merito. Essendo nel mondo dello spettacolo [...] ho lavorato con molte persone omosessuali. Ho incontrato alcune persone forti, di talento, abili, persone formidabili. Il loro stile di vita non è di alcun interesse per me.
I grew up in New York City, a town with different races, religions, and peoples. It breeds tolerance. In all truth, I don't care whether or not a person is gay. I judge people based on their capability, honesty, and merit. Being in the entertainment business [...] I've worked with many gay people. I have met some tough, talented, capable, terrific people. Their lifestyle is of no interest to me. (da un'intervista condotta da Paul Alexander, The Advocate, 15 febbraio 2000, pp. 23-27[5])
  • [Bill] Bradley è falso come un Rolex da venti dollari.
Bradley is as phony as a $20 Rolex. (da un'intervista condotta da Paul Alexander, The Advocate, 15 febbraio 2000, pp. 23-27[5])
  • La mia vita è come un libro aperto. Sono un buon figlio. Sono un buon genitore. Ho quattro figli meravigliosi. Sono stato sposato due volte. Non fumo. Non ho mai bevuto un bicchiere di alcol. Non ho mai preso droghe illegali di alcun tipo. Non ho nemmeno mai bevuto una tazza di caffè. Ammiro le donne, rispetto le donne e amo le belle donne.
My life is an open book. I am a good son. I am a good parent. I've got four wonderful kids. I've been married twice. I don't smoke. I've never had a glass of alcohol. I've never taken illegal drugs of any kind. I've never even had a cup of coffee. I admire women, I respect women, and I love beautiful women. (da un'intervista condotta da Paul Alexander, The Advocate, 15 febbraio 2000, pp. 23-27[5])
  • Penso che l'istituzione del matrimonio debba essere solo tra un uomo e una donna. Ma sono a favore di una legge per le unioni civili che garantisce ai gay la stessa protezione e gli stessi diritti delle coppie sposate. Penso sia importante che i gay che hanno un legame di coppia non abbiano problemi per quanto riguarda eredità, benefici assicurativi e altri diritti che hanno un impatto sulla vita quotidiana.
I think the institution of marriage should be between a man and a woman. I do favor a very strong domestic-partnership law that guarantees gay people the same legal protections and rights as married people. I think it's important for gay couples who are committed to each other to not be hassled when it comes to inheritance, insurance benefits, and other simple everyday rights. (da un'intervista condotta da Paul Alexander, The Advocate, 15 febbraio 2000, pp. 23-27[5])
  • Quando qualcuno è vittima a causa della sua etnia, del colore della pelle o dell'orientamento sessuale è necessario intervenire con una una dura sanzione.
When somebody is victimized because of their ethnicity, the color of their skin, or their sexual orientation, that must carry a harsh penalty. (da un'intervista condotta da Paul Alexander, The Advocate, 15 febbraio 2000, pp. 23-27[5])

2005[modifica]

  • Sai, sono automaticamente attratto dalla bellezza – inizio subito a baciarle, è così. È come una calamita. Bacio subito. Nemmeno aspetto. Quando sei famoso te lo lasciano fare. Puoi fare tutto. Afferrale dalla figa. Puoi fare tutto.[6]
You know I'm automatically attracted to beautiful – I just start kissing them. It's like a magnet. Just kiss. I don't even wait. And when you're a star, they let you do it. You can do anything. Grab 'em by the pussy. You can do anything. (2005[7])

2006[modifica]

  • [In tono scherzoso] Se Ivanka non fosse stata mia figlia, può darsi che sarei uscito con lei.
If Ivanka weren't my daughter, perhaps, I would be dating her. (dal programma televisivo The View, ABC, 6 marzo 2006[8])
  • [In merito alle dichiarazioni che Rosie O'Donnell ha fatto a The View il 20 dicembre 2006] Rosie O'Donnell è disgustosa. Sia dentro che fuori. Se le dai un'occhiata vedi che è una zoticona. Parla come un camionista. [...] Mi piace vedere le persone cattive fallire. Rosie ha fallito e ne sono felice. [...] Praticamente, è un disastro. [...] Come ha fatto ad andare in televisione? [...] Se fossi a capo di The View licenzierei Rosie. La guarderei in faccia, quella disgustosa e grassa faccia che si ritrova, e le direi "Rosie, sei licenziata." [...] Siamo tutti un po' paffutti, ma Rosie è molto peggio. Ma a parte la sua grassezza, Rosie è una persona davvero poco attraente, sia dentro che fuori. [...] È molto fortunata ad avere una compagna [Kelli Carpenter, dal 2004 al 2007]. E farebbe bene a stare attenta o le mando uno dei miei amici per rimorchiare la sua ragazza. Perché dovresti stare con Rosie se avessi una scelta? [...] Probabilmente le farò causa [per diffamazione] perché sarebbe divertente. Mi piacerebbe prendere soldi dalle sue tasche da culona.
Rosie O'Donnell is disgusting. I mean both inside and out. If you take a look at her, she's a slob. She talks like a truck driver. [...] I lime to see bad people fail. Rosie failed; I'm happy about it. [...] She's basically a disaster. [...] How does she even get on television? [...] If I were running "The View", I'd fire Rosie. I'd look her right in that fat, ugly face of hers and say, "Rosie, you're fired." [...] We're all a little chubby but Rosie's just worse than most of us. But it's not the chubbiness – Rosie is a very unattractive person, both inside and out. [...] Rosie is a person who is very lucky to have her girlfriend. And she'd better be careful or I'll send one of my friends over to pick up her girlfriend. Why would you stay with Rosie if you have other choice? [...] Probably I'll sue her because it would be fun. I'd like to take some money out of her fat ass pockets. (dal programma televisivo The Insider, CBS, 20 dicembre 2006[9])

2007[modifica]

  • Il mio patrimonio netto è fluttuante, va su e giù in base ai mercati, ai comportamenti e alle sensazioni, anche le mie sensazioni [...] Sì, persino le mie sensazioni sul mondo e dove il mondo sta andando. Queste possono cambiare rapidamente di giorno in giorno.
My net worth fluctuates, and it goes up and down with markets and with attitudes and with feelings, even my own feelings [...] Yes, even my own feelings as to where the world is, where the world is going, and that can change rapidly from day to day. (da una deposizione per il processo Donald Trump v. Timothy L. O'Brien, dicembre 2007[10])

2011[modifica]

  • Parte del mio fascino è dovuta al fatto che sono molto ricco.
Part of the beauty of me is that I am very rich. (da un'intervista condotta da Ashleigh Banfield, Good Morning America, ABC, 17 marzo 2011[11])

2012[modifica]

  • Non ho mai visto una persona magra bere Coca-Cola Light.
I have never seen a thin person drinking Diet Coke.[12]
  • Nonostante Bette Midler sia una donna estremamente poco attraente, mi rifiuto di dirlo perché ho sempre sostenuto l'essere politicamente corretti.
While Bette Midler is an extremely unattractive woman, I refuse to say that because I always insist on being politically correct.[13]
  • Il concetto di riscaldamento globale è stato creato da e per i cinesi per far sì che la produzione degli Stati Uniti non sia competitiva.
The concept of global warming was created by and for the Chinese in order to make U.S. manufacturing non-competitive.[14]
  • [Sulla vittoria di Obama alle elezioni del 2012] Quest'elezione è una farsa totale e una presa in giro. Noi non siamo una democrazia!
This election is a total sham and a travesty. We are not a democracy![15]
The electoral college is a disaster for a democracy.[16]
It's freezing and snowing in New York--we need global warming![17]

2013[modifica]

  • 26,000 violenze sessuali non dichiarate nell'esercito e solo 238 condanne. Cosa si aspettavano questi geni quando hanno messo gli uomini e le donne insieme?
26,000 unreported sexual assults [sic] in the military-only 238 convictions. What did these geniuses expect when they put men & women together?[18]
  • Mi dispiace per voi perdenti e hater, ma il mio QI è uno dei più alti – lo sapete tutti! Per favore, non sentitevi stupidi e insicuri, non è colpa vostra.
Sorry losers and haters, but my I.Q. is one of the highest – and you all know it! Please don't feel so stupid or insecure, it's not your fault.[19]
  • Pensate che Putin a novembre verrà al concorso di bellezza Miss Universo a Mosca? Se sì, pensate che diventerà il mio nuovo miglior amico?
Do you think Putin will be going to The Miss Universe Pageant in November in Moscow – if so, will he become my new best friend?[20]

2014[modifica]

  • Non mi piace analizzarmi perché potrebbe non piacermi ciò che potrei vedere.
I don't like to analyze myself because I might not like what I see. (da un'intervista condotta da Michael D'Antonio, Trump Tower, New York, 2014[21]
  • [Gaffe] Qualcosa di molto importante e rivoluzionario per la società può scaturire dall'epidemia di ebola e sarebbe un'idea molto buona: niente più strette di mano! [l'ebola si trasmette attraverso il contatto diretto con i fluidi corporei infetti]
Something very important, and indeed society changing, may come out of the Ebola epidemic that will be a very good thing: NO SHAKING HANDS![22]

2015[modifica]

They're remaking Indiana Jones without Harrison Ford – you can't do that! And now they're making Ghostbusters with only women. What's going on?! (da un video diffuso su Instagram tramite l'account ufficiale di Donald Trump, 28 gennaio 2015[23])
  • Gli Stati Uniti sono diventati la discarica dei problemi di tutti gli altri paesi. [...] Quando il Messico manda la sua gente [negli Stati Uniti] non manda il meglio. [...] Manda persone che hanno molti problemi, e portano questi problemi da noi. Portano la droga. Portano il crimine. Sono stupratori. E alcuni, suppongo, sono brave persone.
The U.S. has become a dumping ground for everybody else's problems. [...] When Mexico sends its people, they're not sending their best. [...] They're sending people that have lots of problems, and they're bringing those problems to us. They're bringing drugs. They're bringing crime. They're rapists. And some, I assume, are good people. (dal discorso durante il quale ha annunciato la sua candidatura alle elezioni presidenziali del 2016, Trump Tower, New York, 16 giugno 2015[24])
  • Costruirei un grande muro – e nessuno ne costruisce meglio di me, credetemi – la costruirei a costo ridotto. Costruirei un grande, grandissimo muro sul nostro confine meridionale, e farei pagare il Messico per quel muro. Segnatevi le mie parole.
I will build a great wall – and nobody builds walls better than me, believe me – and I'll build them very inexpensively. I will build a great, great wall on our southern border, and I will make Mexico pay for that wall. Mark my words. (dal discorso durante il quale ha annunciato la sua candidatura alle elezioni presidenziali del 2016, Trump Tower, New York, 16 giugno 2015[25])
  • [Rispondendo alla domanda "Have you ever asked god for forgiveness?" ("Hai mai chiesto perdono a Dio?")]
    Non sono sicuro di averlo fatto. Cerco semplicemente di fare del mio meglio. Non penso di averlo fatto. Se faccio qualcosa di sbagliato, mi impegno per renderlo giusto. Non includo Dio in questo, non lo faccio. [...] [parlando dell'eucaristia] Quando bevo il mio sorso di vino – l'unico vino che bevo – e mangio il mio piccolo cracker, penso che sia un modo di chiedere perdono, e lo faccio più spesso possibile perché mi sento purificato, ok?
I am not sure I have. I just go on and try to do a better job from there. I don't think so. I think if I do something wrong, I think, I just try and make it right. I don't bring God into that picture. I don't. [...] When I drink my little wine – which is about the only wine I drink – and have my little cracker, I guess that is a form of asking for forgiveness, and I do that as often as possible because I feel cleansed, ok? (da un'intervista condotta da Frank Luntz al Family Leadership Summit ad Ames, Iowa, 18 luglio 2015[26])
  • [Su John McCain] Non è un eroe di guerra. [...] È un eroe di guerra [solo] perché è stato catturato. Mi piacciono le persone che non sono state catturate.
He's not a war hero. [...] He's a war hero because he was captured. I like people who weren't captured. (da un'intervista condotta da Frank Luntz al Family Leadership Summit ad Ames, Iowa, 18 luglio 2015[27])
  • [Su Rick Perry] [...] sta facendo proprio fiasco nei sondaggi. Si mette gli occhiali per sembrare intelligente. Ma non ci riesce perché, sapete, la gente può vedere attraverso quegli occhiali!
[...] he's doing very poorly in the polls. He put on glasses so people will think he's smart. And it just doesn't work! You know, people can see through the glasses! (da un comizio a Bluffton, Carolina del Sud, 21 luglio 2015[28])
  • [Sul concetto religioso del pentimento] [...] provo a non commettere errori. Perciò perché dovrei pentirmi? Perché dovrei chiedere perdono se non commetto errori? Lavoro duramente. Sono una persona d'onore.
[...] I try not to make mistakes. I mean, why do I have to repent? Why do I have to ask for forgiveness if you are not making mistakes? I work hard. I'm an honorable person. (da una video intervista condotta da Anderson Cooper, Anderson Cooper 360, CNN, 22 luglio 2015[29])
  • [Alla giornalista Megyn Kelly, che ha riportato le dichiarazioni che durante gli anni ha fatto in merito alle donne] Penso che il grande problema di questo paese sia il dover essere politicamente corretti.
I think the big problem this country has is being politically correct. (al dibattito televisivo di Fox News dedicato ai candidati repubblicani per le elezioni presidenziali del 2016, Cleveland, Ohio, 6 agosto 2015[30])
  • [Su Megyn Kelly, che ha condotto il dibattito televisivo di Fox News dedicato ai candidati repubblicani] Non la rispetto come giornalista. Non ho alcun rispetto per lei. È molto sopravvalutata. [...] Arriva e comincia a farmi ogni tipo di domanda ridicola. E, sai, si vedeva che le colava il sangue dagli occhi, sangue che colava dalla sua... sangue dappertutto.
I don't respect her as a journalist. I don't have respect for her. She's higly overrated. [...] She gets out and she starts asking me all sorts of ridiculous questions. And, you know, you could see there was blood coming out of her eyes, blood coming out of her... wherever. (da un'intervista telefonica condotta da Don Lemon in diretta televisiva su CNN Tonight, CNN, 7 agosto 2015[31])
  • [Rivolto all'intervistatore, Chuck Todd] Tra quattro anni mi intervisterai di nuovo e mi dirai: "Presidente Trump, ha fatto davvero un ottimo lavoro".
In four years, you're going to be interviewing me and you're gonna say: "What a great job you've done, President Trump". (da un'intervista condotta da Chuck Todd sul jet privato di Trump, aeroporto internazionale di Des Moines, Iowa, Meet the Press, NBC, 16 agosto 2015[32])
  • Hillary Clinton è stata il peggior segretario di stato nella storia del paese. Il mondo è andato in pezzi durante il suo regno come segretario di stato.
Hillary Clinton was the worst Secretary of State in the history of the country. The world came apart under her reign as Secretary of State. (da un'intervista condotta da Nancy Gibbs e Zeke Miller, 18 agosto 2015[33])
  • [...] il reale tasso di disoccupazione è forse al 21%. Non al 6. Non al 5,2 o al 5,5. Il nostro reale tasso di disoccupazione – ho visto una tabella proprio l'altro giorno sul nostro reale tasso di disoccupazione – perché abbiamo novanta milioni di persone che non lavorano. Novantatre milioni per l'esattezza. Sommando, il nostro reale tasso di disoccupazione è del 42%.
[...] we have a real unemployment rate that's probably 21%. It’s not 6. I's not 5.2 and 5.5. Our real unemployment rate – in fact, I saw a chart the other day, our real unemployment – because you have ninety million people that aren't working. Ninety-three million to be exact. If you start adding it up, our real unemployment rate is 42%. (da un'intervista condotta da Nancy Gibbs e Zeke Miller, 18 agosto 2015[33])
  • Ho avuto molto successo, lo sai. Persino nel golf ho vinto molti tornei. [...] Vincere un campionato è difficile, letteralmente difficile. E devi anche battere gli scratch player... Ci sono un sacco di bravi giocatori. Ho vinto molti tornei. Perciò la mia vita è una contitnua vittoria. Non è stata una partita persa.
You know I've had great success. Even in golf I've won many golf club championships. [...] to win a club championship is hard, literally hard. And you have to beat scratch players... You got a lot of good players. I've won many club championships. So my life has been about winning. My life has not been about losing. (da un'intervista condotta da Nancy Gibbs e Zeke Miller, 18 agosto 2015[33])
  • [Sul motivo per cui si è candidato alla presidenza nel 2016] Ho voluto farlo per me stesso. Non volevo guardarmi indietro tra dieci anni e dire: "Avrei potuto fare questo, avrei potuto fare quest'altro." La mia famiglia mi avrebbe detto: "Oh, fermati". Ho dovuto farlo per me stesso.
I wanted to do this for myself. I didn't want to look back in ten years and say I could have done that or I could have done that. My family would look at me and say, "Ugh, stop." I had to do it for myself. (da un'intervista condotta da Nancy Gibbs e Zeke Miller, 18 agosto 2015[33])
  • [Sullo scandalo delle e-mail di Hillary Clinton] Sta attraversando quello che per me è come il Watergate. La sua unica speranza è che i pubblici ministeri siano dei democratici, solo così non verrebbe perseguita.
She's going through something that for me, for me is Watergate. Her only hope is that because the prosecutors are Democrats she doesn’t get prosecuted. (da un'intervista condotta da Nancy Gibbs e Zeke Miller, 18 agosto 2015[33])
  • [Gli altri candidati presidenziali] sono dei pupazzi. Sono l'unico non-pupazzo del gruppo.
They're puppets. I'm the only non-puppet in the group. (da un'intervista condotta da Nancy Gibbs e Zeke Miller, 18 agosto 2015[33])
Trump durante un comizio elettorale a Derry, New Hampshire, 19 agosto 2015
  • [Parlando del muro che vuole far costruire al confine tra Messico e Stati Uniti] Voglio che sia bellissimo perché forse un giorno lo chiameranno "Il muro di Trump". [...] Non c'è scala che possa arrivarci. Se mai riuscissero a salire in cima si troverebbero nei guai perché non c'è modo di scendere giù. [pausa] Forse con una corda.
I want it to be so beautiful 'cause maybe someday they'll call it "The Trump Wall". [...] There's no ladder going over that. If they ever go up there, they're in trouble, 'cause here's no way to get down. Maybe a rope. (da un comizio a Derry, New Hampshire, 19 agosto 2015[34])
  • [Sui candidati alla presidenza 2016] Non penso che le persone in corsa per la carica siano autentiche. [...] Devono buttar via molti dei loro consulenti ed essere loro stessi. Penso che sia una delle cose che mi ha aiutato.
I don't think the people running for office are real. [...] They have to throw a lot of consultants away and be themselves. I think it is one of the things that has helped me.[35]
  • Ricostruirò le nostre forze armate. Saranno così forti e potenti e grandiose... che non dovremmo mai usarle. Nessuno ci provocherà.
I will rebuild our military. It will be so strong and so powerful and so great... that we'll never have to use it. Nobody's gonna mess with us. (da un comizio in uno stadio a Mobile, Alabama, 21 agosto 2015[36])
  • Non indosso un parrucchino. Questi sono i miei capelli. Lo giuro. [...] Barbara Walters mi ha nominato il migliore qualunque-cosa-sia dell'anno.
I don't wear a toupee. It's my hair. I swear. [...] Barbara Walters named me the most whatever-it-is of the year. (da un comizio a Greenville, Carolina del Sud, 27 agosto 2015[37])
  • [A proposito della strage dell'Umpqua Community College[38]] Ogni volta che succede qualcosa [del genere] [...] non danno la colpa alle malattie mentali, al fatto che il sistema sanitario per la salute mentale non funziona e tutti gli altri problemi. Comunque quella era una zona priva di armi. Vi dico che se ci fossero stati un paio di insegnanti o qualcuno con delle armi in quella stanza, sarebbe andata molto meglio.
Every time that something happens [...] they don't blame mental illness, that mental health care is out of whack and all the other problems. And by the way, it was a gun free zone. I will tell you, if you had a couple of the teachers or somebody with guns in that room, you would have been a hell of a lot better off. (da un comizio a Franklin, Tennessee, 3 ottobre 2015[39])
  • Non è stato facile per me. Ho cominciato a Brooklyn. Mio padre mi ha dato una piccola somma di un milione di dollari. Sono venuto a Manhattan, e ho dovuto ripagarlo con gli interessi. Ma sono venuto a Manhattan e ho cominciato a comprare proprietà ed è andata bene.
It has not been easy for me. I started off in Brooklyn. My father gave me a small loan of a million dollars. I came into Manhattan, and I had to pay him back, and I had to pay him back with interest. But I came into Manhattan and I started buying properties, and I did great. (da un intervento al programma televisivo Today, NBC, 26 ottobre 2015[40])
  • [A proposito degli attentati del 13 novembre 2015 a Parigi] Riguardo a Parigi – sapete, [hanno] le leggi più severe al mondo sulle armi a Parigi – nessuno era armato, eccetto i cattivi. Nessuno. Nessuno aveva delle armi. E [i cattivi] hanno sparato loro ad uno a uno. [...] Potete dire quello che volete, ma se la nostra gente avesse avuto delle armi, se fosse stato permesso loro di portarle, la situazione sarebbe stata molto, molto diversa.[41]
When you look at Paris – you know, the toughest gun laws in the world, Paris – nobody had guns but the bad guys. Nobody. Nobody had guns. And they were just shooting them one by one [...]. You can say what you want, but if they had guns, if our people had guns, if they were allowed to carry it would've been a much, much different situation. (da un comizio a Beaumont, Texas, 14 novembre 2015[42])
Somebody said I'm the Ernest Hemingway of 140 characters. (da un evento al Wofford College, Spartanburg, Carolina del Sud, 20 novembre 2015[43])
  • [Sul reclutamento di terroristi in Occidente da parte dell'Isis] Stiamo perdendo molte persone per colpa di internet e dobbiamo fare qualcosa. Dobbiamo andare a parlare con Bill Gates e con altre persone che capiscono davvero cosa sta succedendo. Dobbiamo parlare con loro e forse, in certe aree, dobbiamo chiudere questa internet in qualche modo. Qualcuno dirà "Oh, la libertà di parola, la libertà di parola!". Sono sciocchi. C'è un sacco di gente sciocca. Dobbiamo fare qualcosa con internet perché stanno reclutando migliaia di persone, lasciano il nostro paese e quando tornano indietro noi li riprendiamo.[44]
We're losing a lot of people because of the Internet, and we have to do something. We have to go see Bill Gates and a lot of different people that really understand what's happening. We have to talk to them, maybe in certain areas, closing that Internet up in some way. Somebody will say, "Oh freedom of speech, freedom of speech!" These are foolish people. We have a lot of foolish people. We have to do something with the internet because they are recruiting thousands they are leaving our country and then when they come back we take them back. (da un comizio a Mount Pleasant, Carolina del Sud, 7 dicembre 2015[45])
  • [Sul fatto che il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti d'America vuole "portare la pace in Siria"] Ho frequentato una scuola della Ivy League. Sono molto colto. Conosco le parole, ho le parole migliori, le migliori... ma non c'è parola migliore che "stupidi".
I went to an Ivy League school. I'm very highly-educated. I know words, I have the best words. I have the best... but there is no better word than "stupid". (da un comizio a Hilton Head Island, Carolina del Sud, 30 dicembre 2015[46])

2016[modifica]

  • Hillary ha detto che le armi non garantiscono sicurezza. Se lo pensa davvero dovrebbe ordinare alle sue guardie del corpo di disarmarsi subito!
Hillary said that guns don't keep you safe. If she really believes that she should demand that her heavily armed bodyguards quickly disarm![47]
  • [In tono ironico] Dicono che ho gli elettori più fedeli – avete mai visto qualcosa del genere? – Potrei stare fermo in mezzo alla Fifth Avenue e sparare a qualcuno e non perderei alcun elettore, OK? È incredibile.
They say I have the most loyal people – did you ever see that? – I could stand in the middle of Fifth Avenue and shoot somebody, and I wouldn't lose any voters, OK? It's like incredible. (da un comizio a Sioux Center, Iowa, 23 gennaio 2016[48])
  • Mi rifiuto di definire Megyn Kelly "un'oca" perché non sarebbe politicamente corretto. Invece la definirò "una reporter leggera"!
I refuse to call Megyn Kelly a bimbo, because that would not be politically correct. Instead I will only call her a lightweight reporter![49]
Trump a Des Moines, Iowa, 28 gennaio 2016. I sostenitori mostrano dei cartelli con lo slogan «The silent majority stands with Trump» («La maggioranza silenziosa[50] è con Trump»).
  • Per tutta la vita sono stato avido, avido, avido. Ho afferrato tutto il denaro che potevo. Sono così avido. Ma ora voglio essere avido in favore degli Stati Uniti. Voglio afferrare tutto quel denaro. Sarò avido a favore degli Stati Uniti.
My whole life I've been greedy, greedy, greedy. I've grabbed all the money I could get. I'm so greedy. But now I want to be greedy for the United States. I want to grab all that money. I'm going to be greedy for the United States. (da un cosiddetto "contro-dibattito" a Des Moines, Iowa, 28 gennaio 2016[51])
  • Un "politico"? Non voglio essere definito un "politico". Tutte chiacchiere e niente fatti. Mi rifiuto di essere definito un "politico".
"A politician"? I don't want to be called a "politician". All talk, no action. I refuse to be called a "politician". (da un cosiddetto "contro-dibattito" a Des Moines, Iowa, 28 gennaio 2016[52])
  • [Rivolto ai propri sostenitori] Se vedete qualcuno pronto a lanciarmi un pomodoro, colpitelo. Lo fareste? Seriamente. Okay? Colpitelo... Ve lo prometto, pagherò per voi le spese legali. Promesso. Promesso. Non sarà molto dispendioso perché il tribunale è d'accordo con noi [a proposito di] ciò che succede in questo paese.
If you see somebody getting ready to throw a tomato, knock the crap out of 'em, would you? Seriously. Okay? Just knock the hell... I promise you, I will pay for the legal fees. I promise. I promise. It wouldn't be so much 'cause the court agrees with us too [about] what's going on in this country. (da un comizio a Cedar Rapids, Iowa, 1° febbraio 2016[53])
  • Ha criticato le mie mani. Nessuno ha mai criticato le mie mani. Non ho mai sentito critiche. Guardatele. Sono mani piccole? Rubio ha criticato le mie mani per dire che se sono piccole, allora qualcos'altro dev'esser piccolo. Vi garantisco che non c'è alcun problema. Ve lo garantisco.[54]
He hit my hands. Nobody has ever hit my hands. I've never heard of this. Look at those hands. Are they small hands? And he referred to my hands – if they're small, something else must be small. I guarantee you there's no problem. I guarantee. (dal dibattito televisivo di Fox News dedicato ai candidati repubblicani per le elezioni presidenziali del 2016, Detroit, Michigan, 3 marzo 2016[55])
  • Penso che l'Islam ci odi. [...] C'è un grandissimo odio. Un grandissimo odio. Dobbiamo andare in fondo [alla questione]. C'è un incredibile odio nei nostri confronti. [...] Dobbiamo essere molto attenti. Dobbiamo essere molto prudenti. E non possiamo permettere a gente che ha questo odio per gli Stati Uniti di venire nel nostro paese.
I think Islam hates us. [...] There's a tremendous hatred there. There's a tremendous hatred. We have to get to the bottom of it. There is an unbelievable hatred of us. [...] We have to be very vigilant. We have to be very careful. And we can't allow people coming into this country who have this hatred of the United States. (da un'intervista condotta da Anderson Cooper, CNN, 9 marzo 2016[56])
  • Penso esistano due Donald Trump. C'è la versione pubblica ed è ciò che la gente vede. Non so cosa veda esattamente, ma pare che durante la mia vita [questa versione] abbia funzionato. Probabilmente è differente dal Donald Trump privato.
I think there are two Donald Trumps. There's the public version, and people see that. And I don't know what they see exactly, but it seems to have worked over in my lifetime. But it's probably different, I think, than the personal Donald Trump. (dalla conferenza stampa in occasione dell'endorsment di Ben Carson, Palm Beach, Florida, 11 marzo 2016[57])
  • Non penso che ci siano due Donald Trump. Penso che ci sia un solo Donald Trump. [...] Sono un profondo pensatore. Mi rendo conto di quel che succede.
I don't think there are two Donald Trumps. I think there's one Donald Trump. [...] I'm a very deep thinker. I know what's happening. (dalla conferenza stampa in occasione dell'endorsment di Ben Carson, Palm Beach, Florida, 11 marzo 2016[58])
  • [Giustificando il fatto di aver diffuso una notizia falsa] Non lo so. Cosa dovrei saperne? Quello che so è quello che trovo su internet.
Now, I don't know. What do I know about it? All I know is what's on the Internet. (da un'intervista televisiva condotta da Chuck Todd, Meet the Press, NBC, 13 marzo 2016[59])
  • [Rispondendo alla domanda «Con chi si consulta costantemente in modo tale da essere preparato il primo giorno [da presidente]?»]
    Mi consulto con me stesso – numero uno – perché ho una buona mente e ho detto molte cose.
Who are you consulting with consistently so that you're ready on day 1?»)]
I'm speaking with myself – number one – because I have a very good brain and I've said a lot of things. (da un'intervista telefonica condotta da Joe Scarborough e Mika Brzezinski, Morning Joe, MSNBC, 16 marzo 2016[60])
  • Sembro un presidente? Ma quanto sono bello, vero? Quanto?
Do I look like a president? How handsome am I, right? How handsome? (da un comizio a West Chester, Pennsylvania, 25 aprile 2016[61])
  • L'unica carta che può giocare è quella di essere donna, non ha nient'altro. Francamente, se Hillary Clinton fosse un uomo penso che non avrebbe nemmeno il 5% dei voti.
The only card she has is the woman's card. She's got nothing else going. And frankly, if Hillary Clinton were a man, I don't think she'd get 5 percent of the vote. (da una conferenza alla Trump Tower, New York City, 26 aprile 2016[62])
  • Quindi mi state dicendo che se prendo della lacca per capelli e la spruzzo nel mio appartamento, che è sigillato, ha impatto sullo strato di ozono? "Sì." Io dico che non è possibile, gente. Non è possibile.
So if I take hairspray, and if I spray it in my apartment, which is all sealed, you're telling me that affects the ozone layer? "Yes." I say no way folks, no way. (da un comizio a Charleston, Virginia Occidentale, 5 maggio 2016[63])
  • Saddam Hussein era uno dei cattivi, giusto? Era uno dei cattivi, davvero cattivo. Ma sapete cosa ha fatto di buono? Ha ucciso i terroristi. E l'ha fatto talmente bene: mica leggevano loro i diritti o li interrogavano. Erano terroristi? Allora per loro era finita.
Saddam Hussein was a bad guy, right? He was a bad guy, a really bad guy. But you know what he did well? He killed terrorists. He did that so good: they didn't read them the rights, they didn't talk. They were a terrorist? It was over. (da un comizio a Raleigh, Carolina del Nord, 5 luglio 2016[64])
  • In realtà penso di essere umile. Penso di essere più umile di quanto tu sia in grado di capire.
I think I am actually humble. I think I'm much more humble than you would understand. (da un'intervista condotta da Lesley Stahl per il programma televisivo 60 Minutes, CBS, 17 luglio 2016[65])
  • [...] incolpano sempre la Russia perché pensano che così possano infangare il mio nome. Non so niente della Russia. Cioè, conosco la Russia, ma non so nulla delle sue dinamiche interne. Non faccio affari lì. Non ho attività lì. Non ho ottenuto alcun prestito dalla Russia.
[...] they always blame Russia. And the reason they blame Russia because they think they're trying to tarnish me with Russia. I know nothing about Russia. I know-I know about Russia, but I know nothing about the inner workings of Russia. I don't deal there. I have no businesses there. I have no loans from Russia.[66]
  • [...] io non voglio che la gente tra cento o duecento anni si volti indietro e gli venga raccontata una storia in cui eravamo condotti da personaggi inetti, incompetenti e corrotti come Barack Obama e Hillary Clinton. Non vogliamo esser parte di quella storia.
[...] I don't want people looking back in a hundred years and 200 years and have that story be told about us because we were led by inept, incompetent and corrupt people like Barack Obama and like Hillary Clinton. We don't want to be part of that history. (da un discorso tenutosi a Palm Beach, Florida, 13 ottobre 2016[67])
  • La nostra grande civiltà, qui in America e in tutto il mondo civile, è giunta alla resa dei conti. Lo abbiamo visto nel Regno Unito, dove hanno votato per liberarsi dal governo globale e dagli accordi commerciali a livello globale, dalle politiche sull'immigrazione che hanno distrutto la loro sovranità e hanno distrutto molte nazioni. Ma la base centrale del potere politico mondiale è proprio qui, in America; il nostro corrotto sistema politico è il più grande potere che appoggia gli sforzi per una globalizzazione radicale e per la privazione dei diritti dei lavoratori. Le loro risorse finanziarie sono praticamente illimitate, le loro risorse politiche sono illimitate, i loro mezzi di comunicazione sono senza pari, e, soprattutto, la profondità della loro immoralità è assolutamente senza limiti.[68]
Our great civilization, here in America and across the civilized world has come upon a moment of reckoning. We've seen it in the United Kingdom, where they voted to liberate themselves from global government and global trade deal, and global immigration deals that have destroyed their sovereignty and have destroyed many of those nations. But, the central base of world political power is right here in America, and it is our corrupt political establishment that is the greatest power behind the efforts at radical globalization and the disenfranchisement of working people. Their financial resources are virtually unlimited, their political resources are unlimited, their media resources are unmatched, and most importantly, the depths of their immorality is absolutely unlimited. (da un discorso tenutosi a Palm Beach, Florida, 13 ottobre 2016[67])
  • Avremo una policy: l'America prima di tutto.
We are going to have a policy: America first. (da un discorso tenutosi a Palm Beach, Florida, 13 ottobre 2016[67])
  • Molti dei miei amici e molti esperti di politica mi hanno avvertito che questa campagna sarebbe stata un viaggio verso l'inferno. Ma si sbagliano. Sarà un viaggio verso il paradiso, perché aiuteremo tante persone che hanno disperatamente bisogno di aiuto.[68]
Many of my friends and many political experts warned me that this campaign would be a journey to hell – said that. But they're wrong. It will be a journey to heaven, because we will help so many people that are so desperately in need of help. (da un discorso tenutosi a Palm Beach, Florida, 13 ottobre 2016[67])
  • [Riferito agli immigrati messicani] [...] ci sono dei bad hombres qui nel nostro paese e li butteremo fuori.
[...] we have some bad hombres here and we're going to get them out. (dal terzo dibattito televisivo con Hillary Clinton avuto in occasione della campagna elettorale per la presidenza degli Stati Uniti, University of Nevada, Las Vegas, 19 ottobre 2016[69])
L'insulto "nasty woman" diretto a Hillary Clinton è stato poi rivendicato dalle sue sostenitrici donne durante la campagna elettorale.[70]
Such a nasty woman. (dal terzo dibattito televisivo con Hillary Clinton avuto in occasione della campagna elettorale per la presidenza degli Stati Uniti, University of Nevada, Las Vegas, 19 ottobre 2016[71])
  • Il mondo odia il nostro presidente. Il mondo ci odia. Avete visto cosa è successo con le Filippine, dopo anni e anni e anni; adesso cercano Russia e Cina perché non si sentono bene con la debole America.
The world hates our president. The world hates us. You saw what happened with the Philippines after years and years and years; they're now looking to Russia and China, because they don't feel good about the weak America. (da un comizio a Johnstown, Pennsylvania, 21 ottobre 2016[72])
  • [Parlando di sé in terza persona] Pensando tra me e me adesso, dico che dovremmo annullare le elezioni e far vincere direttamente Trump, giusto? Dopotutto, per cosa le abbiamo a fare?
And just thinking to myself right now, we should just cancel the election and just give it to Trump, right? What are we even having it for? (da un comizio a Toledo, Ohio, 27 ottobre 2016[73])
  • Sono onorato di avere la migliore tempra che qualcuno possa avere. Perché noi sappiamo come vincere.
I'm also honored to have the greatest temperament that anybody has, because we know how to win. (da un comizio a Jacksonville, Florida, 3 novembre 2016[74])
Pence, Trump e il figlio Barron durante il victory speech, New York, 9 novembre 2016
  • Questo è stato quello che si definisce un evento storico. Ma per essere davvero storico, dobbiamo fare un ottimo lavoro e io vi prometto che non vi deluderò. Faremo un ottimo lavoro. Faremo un ottimo lavoro. Non vedo l'ora di essere il vostro presidente e spero che alla fine di due, tre, quattro o magari otto anni direte che questa è stata una cosa [...] di cui siete orgogliosi.[75]
So it's been what they call an historic event, but to be really historic, we have to do a great job and I promise you that I will not let you down. We will do a great job. We will do a great job. I look very much forward to being your president and hopefully at the end of two years or three years or four years or maybe even eight years you will say so many of you worked so hard for us, with you you will say that – you will say that that was something that you were – really were very proud to do. (dal victory speech, il primo discorso dopo la vittoria delle elezioni, pronunciato all'hotel Hilton Midtown, New York, 9 novembre 2016[76])
  • Il collegio elettorale in realtà è geniale perché mette in gioco ognuno degli stati, inclusi quelli più piccoli. La campagna elettorale così è molto diversa!
The Electoral College is actually genius in that it brings all states, including the smaller ones, into play. Campaigning is much different![77]
  • Ho appena provato a guardare il Saturday Night Live – inguardabile! È totalmente di parte, non è divertente e l'imitazione che Baldwin fa di me non poteva essere peggio. Che tristezza.
Just tried watching Saturday Night Live – unwatchable! Totally biased, not funny and the Baldwin impersonation just can't get any worse. Sad.[78]
  • L'ONU ha grande potenziale, ma per ora è solo un club dove la gente si ritrova, chiacchiera e si diverte. Che tristezza![79]
The United Nations has such great potential but right now it is just a club for people to get together, talk and have a good time. So sad![80]

2017[modifica]

  • Meryl Streep, una delle attrici più sopravvalutate di Hollywood, non mi conosce ma mi ha attaccato comunque la scorsa sera ai Golden Globe. È una leccapiedi di Hillary che ha straperso.[81]
Meryl Streep, one of the most over-rated actresses in Hollywood, doesn't know me but attacked last night at the Golden Globes. She is a Hillary flunky who lost big. [...][82]
[...] I think it was Russia. But I think we also get hacked by other countries and other people. (dalla prima conferenza stampa in qualità di presidente, Trump Tower, New York City, 11 gennaio 2017[83])
  • [Rivolto al giornalista Jim Acosta e riferendosi al network CNN] Non ti concederò domande. Voi siete fake news.
I'm not gonna give you a question. You are fake news. (dalla prima conferenza stampa in qualità di presidente, Trump Tower, New York City, 11 gennaio 2017[84])
  • [Rispondendo a: «La gente come potrà sapere che l'America è diventata di nuovo grande? È una cosa soggettiva.»] Sarò io a dirlo.
How are people going to know that America is great again? It's a subjective thing.»] Because I'm going to tell them. (da un'intervista telefonica condotta da Karen Tumulty per il Washington Post, 13 gennaio 2017[85])
  • La Nato è obsoleta. Non è attrezzata per combattere il terrorismo islamico e i suoi membri si appoggiano sull'America, non pagano quello che dovrebbero pagare.[86] (da un'intervista condotta da Michael Gove per il Sunday Times, 15 gennaio 2017[87])
  • [Sul divieto d'ingresso negli Stati Uniti per i musulmani] Il mondo è un disastro. Il mondo è più arrabbiato che mai. Pensi che questo possa causare ancora più rabbia? Il mondo è già un luogo arrabbiato.
The world is a mess. The world is as angry as it gets. What? Do you think this is gonna cause a little more anger? The world is an angry place. (da una video intervista condotta da David Muir, World News Tonight, ABC News, 25 gennaio 2017[88])
  • [...] ho vinto nel New Hampshire perché è un buco infestato dalla droga. [...]
[...] I won New Hampshire because New Hampshire is a drug-infested den. [...] (da una conversazione telefonica con Enrique Peña Nieto, Presidente del Messico, 27 gennaio 2017[89])
  • [Sui rifugiati che hanno tentato di entrare in Australia] Odio dover prendere questa gente. Ti garantisco che sono cattive persone. Per questo ora sono in prigione. Non diventeranno una di quelle persone meravigliose che andranno a lavorare per i lattai locali.
I hate taking these people. I guarantee you they are bad. That is why they are in prison right now. They are not going to be wonderful people who go on to work for the local milk people. (da una conversazione telefonica con Malcolm Turnbull, primo ministro australiano, 28 gennaio 2017[90])
  • Beh, le informazioni che trapelano sono vere. Voi siete quelli che ne hanno scritto. Quelle informazioni sono vere, sapete cosa dicono, le avete viste e sono assolutamente vere. Le notizie sono false perché tantissime notizie sono false.[91]
Well the leaks are real. You're the one that wrote about them and reported them, I mean the leaks are real. You know what they said, you saw it and the leaks are absolutely real. The news is fake because so much of the news is fake. (da una conferenza stampa alla Casa Bianca, Washington D.C., 16 febbraio 2017[92])
  • Quello con l'Iran è uno dei peggiori accordi mai visti. Farò di più per impedirgli di sviluppare un'arma nucleare.[93]
  • Terribile! Ho appena scoperto che Obama ha intercettato le linee telefoniche della Trump Tower prima che vincessi. Non è stato trovato nulla. Questo è maccartismo!
Terrible! Just found out that Obama had my "wires tapped" in Trump Tower just before the victory. Nothing found. This is McCarthyism![94]
  • Com'è caduto in basso il presidente Obama facendo intercettare i miei telefoni durante il sacro periodo elettorale. Questo è il Watergate di Nixon. Che ragazzo cattivo (o malato)!
How low has President Obama gone to tapp my phones during the very sacred election process. This is Nixon/Watergate. Bad (or sick) guy![95]
  • [A Michael Scherer, l'intervistatore] Non sto andando male evidentemente, perché io sono presidente e tu invece no.
I can't be doing so badly, because I'm president, and you're not. (da un'intervista condotta da Michael Scherer per TIME Magazine, 23 marzo 2017[96])
  • [Sugli attacchi chimici del Governo Assad contro i civili in Siria del 4 aprile 2017] Quando uccidi bambini innocenti, neonati, con una sostanza chimica così letale – la gente era sconvolta dal sapere quando ha saputo che sostanza era. [...] Mi piace considerarmi una persona flessibile. Se il mondo cambia, io non resto dove sono: io cambio. Sono orgoglioso di essere flessibile. E ve lo dico: l'attacco contro i bambini ha avuto un grande impatto su di me. Un grande impatto. È stato orribile. Non c'è molto di peggio. È altamente possibile, anzi sta già succedendo, che il mio atteggiamento verso la Siria e verso Assad cambi molto. Quello che è successo ieri è inaccettabile per me. Siamo su tutto un altro livello. [...] Non dico che farò questo o quello, certo non lo direi a voi: dal punto di vista militare non mi piace dire cosa farò.[97]
  • Ho avuto una discussione produttiva col segretario generale su cosa può fare più di oggi la NATO per combattere il terrorismo. Me ne sono lamentato molto tempo fa ma ora sono cambiati, ora combattono il terrorismo. Avevo detto che la NATO era obsoleta. Ora non è più obsoleta.[98]
This is more work than in my previous life. I thought it would be easier.[100]
  • Un gran numero di attori di Hollywood e membri dei media di Washington si stanno consolando a vicenda nella sala ricevimenti di un albergo nella capitale della nostra nazione adesso. Si sono riuniti per la cena della White House Correspondents' Association... senza il presidente.
A large group of Hollywood actors and Washington media are consoling each other in a hotel ballroom in our nation's capital right now. They are gathered together for the White House Correspondents' Dinner... without the president. (da un comizio a Harrisburg, Pennsylvania, 29 aprile 2017[101])
  • [Rod Rosenstein] ha dato un consiglio. Ma nonostante il suo consiglio ho licenziato Comey. Non ci sarebbe mai stato il momento adatto per licenziarlo. Infatti quando ho deciso di farlo e basta mi sono detto: "Sai, questa cosa della Russia, del rapporto tra Trump e la Russia è una storia inventata, è una scusa che i democratici si sono inventati perché hanno perso le elezioni che avrebbero dovuto vincere."
He made a recommendation. But regardless of [the] recommendation, I was going to fire Comey. Knowing there was no good time to do it! And in fact when I decided to just do it I said to myself, I said, "You know, this Russia thing with Trump and Russia is a made-up story, it's an excuse by the Democrats for having lost an election that they should've won." (da un'intervista condotta da Lester Holt, Nightly News with lester Holt, NBC, 11 maggio 2017[102])
  • [Gaffe] Siamo appena tornati dal Medio Oriente. Siamo appena tornati dall'Arabia Saudita.
We just got back from the Middle East. We just got back from Saudi Arabia. (a Gerusalemme, Israele, in presenza del presidente Reuven Rivlin, non rendendosi conto che lo Stato di Israele è nel Medio Oriente, 22 maggio 2017[103])
  • Incontrare Sua Santità Papa Francesco è stato l'onore di una vita. Ho lasciato il Vaticano più determinato che mai a perseguire la pace nel mondo.
Honor of a lifetime to meet His Holiness Pope Francis. I leave the Vatican more determined than ever to pursue peace in our world.[104]
  • [Sull'accordo di Parigi per limitare il riscaldamento globale] Sono stato eletto per rappresentare i cittadini di Pittsburgh, non quelli di Parigi.
I was elected to represent the citizens of Pittsburgh, not Paris. (dall'annuncio del ritiro dall'accordo di Parigi, 1° giugno 2017[105])
  • [Parlando del fatto che nella sua amministrazione sono presenti alcuni miliardari] Amo tutti – ricchi, poveri – ma per certi ruoli non voglio persone povere.
I love all people – rich or poor – but in those particular positions, I just don't want a poor person. (da un comizio a Cedar Rapids, Iowa, 21 giugno 2017[106])
  • Il modo in cui uso i social media non è presidenziale – è presidenziale moderno. Make America Great Again![107]
My use of social media is not Presidential - it's modern day presidential. Make America Great Again![108]
  • Gli Stati Uniti sono impegnati a mantenere la pace nell'Europa centrale e orientale. Lavoriamo con la Polonia, in risposta alle azioni della Russia e al suo comportamento destabilizzante.[109]
  • [Parlando della costruzione del muro al confine con il Messico] Una delle cose di cui abbiamo bisogno è la trasparenza. Occorre vedere attraverso il muro. [...] potrebbe essere un muro di acciaio con delle aperture, ma occorre avere delle aperture perché dev'essere possibile vedere attraverso il muro. Per esempio, per quanto orribile possa sembrare, quando vengono lanciati grandi sacchi di droga dall'altra parte del muro, e c'è della gente dall'altra parte, non si vedono. E se vieni colpito sulla testa con un peso di 60 libbre? È finita.
One of the things with the wall is you need transparency. You have to be able to see through it. [...] so it could be a steel wall with openings, but you have to have openings because you have to see what's on the other side of the wall. And I'll give you an example. As horrible as it sounds, when they throw the large sacks of drugs over, and if you have people on the other side of the wall, you don't see them – they hit you on the head with 60 pounds of stuff? It's over. (da una conferenza stampa a bordo dell'Air Force One, 12 luglio 2017[110])
  • [Su Emmanuel Macron e la stretta di mano durata 29 secondi[111]] È un grand'uomo. È intelligente. È forte. E gli piace un sacco tenermi la mano. [...] Davvero, è proprio una brava persona. Un uomo forte, così come dovrebbe essere. Penso che sarà un fantastico presidente per la Francia. Ma gli piace un sacco tenermi la mano.
He's a great guy. Smart. Strong. Loves holding my hand. [...] I mean, really. He's a very good person. And a tough guy, but look, he has to be. I think he is going to be a terrific president of France. But he does love holding my hand. (da un'intervista condotta da Peter Baker, Michael S. Schmidt e Maggie Haberman per il New York Times nello Studio Ovale, 19 luglio 2017[112])
  • A volte dicono: "Non si comporta da presidente." [...] Con l'eccezione del grande Abraham Lincoln, potrei essere più presidenziale di chiunque altro abbia ricoperto questo ruolo.
Sometimes they say "He doesn't act presidential". [...] With the exception of the late great Abraham Lincoln I can be more presidential than any president that's ever held this office. (da un comizio a Youngtown, Ohio, 25 luglio 2017[113])
  • [Parlando delle persone sospettate di aver commesso dei crimini, rivolgendosi ai poliziotti presenti all'evento]
    Per favore, non siate troppo gentili. Tipo quando fate entrare qualcuno in macchina, e gli proteggete la testa, sapete, come mettete la mano sopra. Tipo, non fate battere la loro testa, e hanno appena ucciso qualcuno. Ho detto, "potete togliere quella mano, ok?"[114]
[...] please don't be too nice. Like when you guys put somebody in the car, and you're protecting their head, you know, the way you put your hand over. Like "don't hit their head" and they just killed somebody. "Don't hit their head". I said, "You can take the hand away, ok?" (da un evento con le forze dell'ordine, Brentwood, New York, 28 luglio 2017[115])
  • È meglio che la Corea del Nord non minacci ulteriormente gli Stati Uniti. Altrimenti dovrà affrontare un fuoco e una furia mai visti al mondo.
North Korea best not make any more threats to the United States. They will be met with fire and fury, like the world has never seen. (dichiarazione rilasciata alla stampa durante una riunione sull'epidemia di dipendenza da oppiacei, Trump National Golf Club, Bedminster, New Jersey, 8 agosto 2017[116])
  • [Sulle proteste di Charlottesville e l'attentato ad opera di un suprematista bianco[117]] Condanniamo nel modo più categorico possibile questi vergognosi atti di odio, fanatismo e violenza di tutte le parti, tutte le parti. Questa situazione è da molto tempo presente nel nostro paese. Non da quando è arrivato Donald Trump, e neppure da quando è arrivato Barack Obama. Ma da molto, molto più tempo.
We condemn in the strongest possible terms this egregious display of hatred, bigotry and violence on many sides, on many sides. This had been going on for a long time in our country. Not Donald Trump, not Barack Obama. A long, long time. (prima dichiarazione rilasciata dopo l'attentato, in occasione della firma del Veterans Affairs Choice and Quality Employment Act of 2017, Trump National Golf Club, Bedminster, New Jersey, 12 agosto 2017[118])
  • [Sulle proteste di Charlottesville e l'attentato ad opera di un suprematista bianco[117]] Il razzismo è il male e coloro che causano violenza in nome del razzismo sono criminali e delinquenti, inclusi il Ku Klux Klan, i neonazisti, i suprematisti bianchi, e altri gruppi carichi d'odio incompatibili con gli ideali che noi abbiamo a cuore in quanto americani. Coloro che diffondono la violenza nel nome del fanatismo attaccano le fondamenta dell'America.
Racism is evil – and those who cause violence in its name are criminals and thugs, including KKK, neo-Nazis, white supremacists, and other hate groups are repugnant to everything we hold dear as Americans. Those who spread violence in the name of bigotry strike at the very core of America. (seconda dichiarazione rilasciata dopo l'attentato, Casa Bianca, Washington D.C., 14 agosto 2017[119])
  • [Sulle proteste di Charlottesville e l'attentato ad opera di un suprematista bianco[117]] Penso che la colpa sia di entrambe le parti, non ho dubbi e neanche voi avete dubbi in proposito.
I think there's blame on both side, and I have no doubt about it, and you don't have any doubt about it either. (terza dichiarazione rilasciata dopo l'attentato durante una conferenza stampa, Trump Tower, New York City, 15 agosto 2017[120])
Many of those people were there to protest the taking down of the statue of Robert E. Lee. This week is Robert E. Lee, I notice that Stonewall Jackson is coming down. I wonder, is it George Washington next week? And is it Thomas Jefferson the week after? You really have to ask yourself, where does it stop? (da una conferenza stampa, Trump Tower, New York City, 15 agosto 2017[123])
  • [Sulla questione della rimozione dei monumenti confederati] È triste vedere la storia e la cultura del nostro grande Paese fatte a pezzi con la rimozione dei nostri bellissimi monumenti e delle nostre statue. Non si può cambiare la storia, dalla storia si può imparare. Robert E. Lee, Stonewall Jackson... chi sarà il prossimo? Washington, Jefferson? Follia! Inoltre la bellezza di cui saranno private le nostre città e i nostri parchi non potrà mai essere sostituita.
Sad to see the history and culture of our great country being ripped apart with the removal of our beautiful statues and monuments. You can't change history, but you can learn from it. Robert E Lee, Stonewall Jackson – who's next, Washington, Jefferson? So foolish! Also the beauty that is being taken out of our cities, towns and parks will be greatly missed and never able to be comparably replaced![124]
  • [...] mi sono accorto che le decisioni sono molto diverse quando sei seduto dietro la scrivania dello Studio Ovale.[125]
[...] I've heard that decisions are much different when you sit behind the desk in the Oval Office. (durante un discorso alle truppe statunitensi, Fort Myer, Virginia, 21 agosto 2017[126])
  • Gli Stati Uniti hanno una grande forza e pazienza, ma se saranno costretti a difendere se stessi o i loro alleati, non avremo altra scelta che distruggere completamente la Corea del Nord. "Rocketman" [Kim Jong-un] è in una missione suicida per se stesso e per il suo regime.[127]
The United States has great strength and patience, but if it is forced to defend itself or its allies, we will have no choice but to totally destroy North Korea. Rocket Man is on a suicide mission for himself and for his regime. (da un discorso all'Assemblea generale delle Nazioni Unite, 19 settembre 2017[128])
  • [Gaffe, riferendosi alla Namibia] Il sistema sanitario del Nambia sta diventando sempre più autosufficiente.
Nambia's health system is increasingly self-sufficient. (da un discorso all'Assemblea generale delle Nazioni Unite, 20 settembre 2017[129])
  • L'Iran ha appena testato un missile balistico in grado di raggiungere Israele e sta anche lavorando con la Corea del Nord. Non vedo dove sia qui l'accordo sul nucleare!
Iran just test-fired a Ballistic Missile capable of reaching Israel. They are also working with North Korea. Not much of an agreement we have![130]
  • [Gaffe] Ho lasciato il Texas, la Florida e la Louisiana e sono andato a Puerto Rico dove ho incontrato il presidente delle Isole Vergini.[131][132]

Citazioni su Donald Trump[modifica]

  • [Noi dell'alt-right] Abbiamo una connessione psichica, una connessione così profonda con Donald Trump che non può essere paragonata al rapporto che abbiamo con la maggior parte degli altri repubblicani. (Richard Spencer)
  • Alcuni suggeriscono che vi sia metodo nella pazzia di Trump, che stia cercando di far pensare ad eventuali avversari che sia irrazionale e capriccioso in modo tale che nemici e rivali siano prudenti e non si spingano troppo oltre. [...] Ma nell'applicazione che Trump fa della teoria del pazzo[133] sembra esserci più pazzia che teoria. Potranno anche esserci dei vantaggi a cogliere alla sprovvista antagonisti e oppositori, ma Trump sta confondendo anche amici e alleati. Negli affari esteri l'imprevedibilità spaventa gli alleati e diffonde instabilità, negli affari interni la politica dell'imprevedibilità è considerata tossica per l'economia. [...] La sua imprevedibilità non è una teoria. È l'assenza di una teoria. (Dana Milbank)
  • Caro Donald, non ho visto la trasmissione,[134] ma la signora Nixon mi ha detto che sei stato magnifico durante il Donahue show. Come puoi immaginare, lei è un'esperta di politica e prevede che, nel caso decidessi di correre alla presidenza, vincerai! (Richard Nixon)
  • Ci sarebbe da ridere, ma la sua popolarità non è divertente. Le sue idee non sono stravaganti. È l'eccezionalismo americano, degenerato e diffuso sotto l'ombrello dell'ignoranza assoluta. È un ignorante, lo è sempre stato, lo sarà sempre. Vive nell'illusione di essere ammirevole. E ovviamente, per chi la pensa come me, rappresenta tutto ciò che c'è di disgustoso nella società americana. (Roger Waters)
  • Che lo si ami o lo si odi, Trump è un uomo che di certo sa cosa vuole e si impegna per ottenerlo, senza restrizioni. Le donne trovano il suo potere eccitante tanto quanto il suo denaro. (Marian Salzman)
  • Chiunque abbia visto Ritorno al futuro - Parte II deve sapere che lo sceneggiatore [Bob Gale[135]] ha detto di aver basato il personaggio di Biff Tannen su Donald Trump: la caricatura di un buffone spaccone e arrogante che costruisce enormi casinò mettendo sue gigantografie ovunque si possa posare lo sguardo. Stiamo assistendo, potenzialmente, alla presidenza di Biff Tannen. (Ted Cruz)
  • Coloro che hanno prestato attenzione non permetteranno che tu possa venderti sotto un altro marchio. Non sei un "unificatore". Non sei "presidenziale". Non sei una "vittima" della rabbia che tu stesso hai fomentato con gioia per mesi. Sei un uomo che ha incoraggiato pregiudizio e violenza nel perseguimento del potere personale. E benché le tue parole senza dubbio cambieranno nel corso dei prossimo mesi, rimarrai sempre quel che sei. (Brandon Stanton)
  • Coloro che si fanno beffe del "politicamente corretto" hanno permesso sia a Berlusconi che a Trump di creare con successo un insolito ibrido: il miliardario qualunquista. Qualcuno che è, da una parte, grazie a grande ricchezza, successo e audacia, una sorta di superuomo al quale le normali regole di condotta non si applicano. Allo stesso tempo, con un linguaggio semplice e grossolano creano un legame viscerale con molte persone, in particolare la parte meno colta dell'elettorato. Hanno un inverosimile appeal interclassista; sono uomini molto ricchi la cui politica beneficia i molto ricchi [...] e contemporaneamente, attraverso efficaci appelli retorici con un idioma da birreria, appoggiano le lamentele dei membri delle classi medie e lavoratrici che lottano. Né Trump né Berlusconi hanno un vero e proprio programma politico; quello che stanno vendendo è se stessi. (Alexander Stille)
  • Così come molti bulli, Trump è permaloso. Non si fa scrupoli a dire le cose più offensive agli altri, ma quando sente sussurrare qualcosa che va contro la propria vanagloriosa immagine si dimena come un furetto in cattività. Solo per farlo impazzire un po', iniziai a riferirmi a lui come al "volgare dalle dita corte" sulle pagine della rivista Spy. Questo accade più di un quarto di secolo fa. Ancora oggi ricevo la solita busta da Trump. C'è sempre una sua foto – di solito una pagina strappata da una rivista. Su ogni foto ha cerchiato una delle sue mani con un pennarello dorato in un valoroso tentativo di mostrare la lunghezza delle proprie dita. (Graydon Carter)
  • Credo di sapere perché gli americani l'hanno scelto. Donald Trump è entrato per molti anni come star della televisione nelle case degli americani, è diventato qualcuno a cui si dà del tu. Come gli italiani mi chiamano Silvio, lui lo chiamano Donald. (Silvio Berlusconi)
Un sostenitore indossa uno dei berretti con visiera della campagna elettorale con lo slogan «Make America Great Again»[136] («Far tornare grande l'America.»)
  • Donald Trump è falso, è un truffatore. Le sue promesse sono prive di valore quanto un diploma della Trump University. Prende per fesso il pubblico americano: lui si fa un giro gratis alla Casa Bianca mentre tutto ciò che noi otteniamo è uno squallido cappellino.[137] (Mitt Romney)
  • Donald Trump è più che mai un motivo di imbarazzo per la maggioranza repubblicana al congresso, che teoricamente dovrebbe essere dalla sua parte. I deputati repubblicani non sanno cosa scegliere tra il pericolo di restargli fedeli e il pericolo di lasciarlo cadere, con conseguenze negative per il loro partito e per i loro seggi. A Washington cresce la paralisi politica, tanto più grave se consideriamo che alla Casa Bianca i collaboratori più stretti del presidente sono sbalorditi davanti alla sua incapacità di tenere conto dei loro avvertimenti. Trump appare come un megalomane irresponsabile, sordo e cieco a ogni campanello d’allarme. Diciamolo, un folle occupa lo studio ovale, e questo eclissa di fatto la prima potenza economica e militare del mondo, quegli Stati Uniti dai quali gli alleati europei, mediorientali, asiatici e latinoamericani prendono le distanze così come i repubblicani, perplessi, prendono le distanze da Trump. (Bernard Guetta)
  • Donald Trump è un noto tamarro, e se gli americani dovessero eleggere quel riporto ambulante presidente o anche solo candidato repubblicano mi strapperei i capelli. (Giuliano Ferrara)
  • Donald Trump è una fonte di imbarazzo a cui è impossibile far provare imbarazzo. È il suo superpotere. (Ezra Klein)
  • Donald Trump ha detto che si candiderà per la presidenza come repubblicano – il che è strano, perché pensavo si candidasse come barzelletta. (Seth Meyers)
  • Donald Trump non è un fascista. Anzi, è una delle persone più democratiche che io conosca. Ha un dono. Sa che cosa vuol sentirsi dire la gente in un determinato momento. E lo dice. È un incrocio perfetto tra Silvio Berlusconi e Beppe Grillo. (Flavio Briatore)
  • Donald Trump non è un uomo ricco. Donald Trump è come un barbone immagina un uomo ricco. È come se Trump, attraversando un sottopasso, avesse sentito qualcuno dire "Oh, appena esce il mio numero [alla lotteria] erigerò dei grandi palazzoni e ci metterò il mio nome sopra! Avrò bei capelli dorati e uno show televisivo dove licenzierò Gene Simmons con i miei figli!" E Trump: "È così che vivrò la mia vita!" (John Mulaney)
  • È come uno di quei venditori ambulanti truffaldini di d'olio di serpente[138] de La casa nella prateria. (Rosie O'Donnell)
  • È così vistosamente stupido. È un teppista, è un cane, è un porco, è un truffatore, un artista della cazzata, è un bastardo che non sa di cosa sta parlando, non si occupa dei propri compiti, se ne frega, pensa di potersi prendere gioco della società, non paga le tasse. È un idiota. Colin Powell l'ha descritto anche meglio: è un disastro nazionale, è un imbarazzo per questo paese. Mi rende così arrabbiato il fatto che questo paese sia arrivato fino a questo punto con questo buffone, questo cretino, che sia finito in questo modo. Parla di come gli piacerebbe prendere a pugni in faccia la gente? Be', a me piacerebbe prendere a pugni lui. E questo sarebbe uno che vorremmo come presidente? Non penso proprio. Quel che mi interessa è quale strada prenderà questo paese e sono davvero molto preoccupato della direzione sbagliata che potrebbe imboccare con uno come Donald Trump. Se vi importa del vostro futuro, votate per il vostro futuro. (Robert De Niro)
  • È la sintesi massima del sogno americano. Piace ai ricchissimi, ai poveri, alla middle class perché, in differenti momenti della sua vita, è stato ciascuno di loro. È stato ricchissimo, è ricchissimo ma è anche caduto e ha saputo rialzarsi. Sbagliano tutti quelli che pensano che non sarà mai presidente degli Stati Uniti. Sbagliano di grosso. Io faccio il tifo per lui. (Flavio Briatore)
  • È terrificante ma la cosa più assurda per me è che c'è gente che lo ama. Capisco che siamo frustrati dai politici e dal loro modo di fare. Ma stiamo parlando di una persona nata ricca e che si interessa solo di diventarlo di più e di avere più potere. Non si è mai interessato a nessuno. (Flea)
  • Hail Trump, Hail al nostro popolo, Hail alla vittoria! (Richard Spencer)
  • Ho capito che il presidente mi stava chiedendo che l'Fbi ponesse fine ad ogni indagine su Flynn in merito alle false dichiarazioni sulle sue conversazioni con l'ambasciatore russo [Serghei Kislyak] a dicembre. (James Comey)
  • Ho fatto conoscenza con Donald Trump durante gli ultimi anni. In realtà è un uomo molto intelligente che ha davvero a cuore l'America. Ci sono due Donald Trump discordanti. C'è quello che si vede sul palco e c'è quello che è piuttosto cerebrale, si siede a fare considerazioni con molta attenzione. Si può avere una buona conversazione con lui, ed è il Donald Trump che vedrete sempre più spesso. (Ben Carson)
  • Ho molto rispetto per le tante persone che hanno votato affinché Trump diventasse il presidente in carica. Lo capisco davvero, capisco la rabbia, sento anche io una parte di quella rabbia, considerando la nostra provenienza. Capisco che le persone siano disilluse nei confronti del processo politico. [...] Ma non credo che [Trump] sia la cura a questo problema e credo che possa persino peggiorarlo. E credo che dalla sua vita non emerga alcuna prova del fatto che abbia a cuore le persone più svantaggiate. [...] Questo mi rende veramente triste perché so che ama vedere i loro volti nella folla, ma non credo che sia interessato a sapere chi sono queste persone quando tornano a casa. (Bono Vox)
  • I difensori di Trump – online ce ne sono molti – dicono di ammirarlo perché lui si dichiara "anti-establishment", fuori dal sistema. Sbagliano: non lo è per niente. Da uomo ricchissimo quale è, Trump vive al centro di un certo tipo di establishment. È però vero che lui è diverso dagli altri politici, almeno in un aspetto: è l'unico che usa in televisione il linguaggio che si trova nei commenti online, sui siti di gossip o nelle più aggressive discussioni di Reddit. Insulti volgari, offese razziste, rabbia esagerata e fatti inventati: tutte cose che sono all'ordine del giorno su una certa parte di Internet. Grazie a Trump tutte queste cose fanno ora parte della politica degli Stati Uniti. (Anne Applebaum)
  • Il fatto è che Trump non è né un democratico né un repubblicano – è un opportunista. Più che un candidato, è un marchio. E correre alla presidenza è un bene per il marchio Trump, è un'opportunità per Donald Trump di calcare il palcoscenico globale e dirci quanto lui sia grande. (Marc Thiessen)
  • Il grottesco, come forma letteraria, permette di rendersi conto di questa figura politica che è allo stesso tempo inquietante e ridicola e cancella la distinzione tra tragedia e commedia. Nella farsa ironicamente chiamata «dramma» [Ubu re di Alfred Jarry], rappresentata nel 1888, Padre Ubu conquista il potere assassinando il re e comanda con grande violenza e altrettanta buffoneria. Da egocentrico quale è, pensa solo al proprio interesse personale. È disonesto, non distingue tra il bene pubblico e i propri interessi privati. Incompetente, la sua inettitudine è costantemente corretta dal suo entourage. Volgare, insulta chiunque, anche sua moglie. Brutale, umilia i propri sudditi ed elimina i suoi rivali. [...] Incurante del bene comune, irrispettoso dei suoi concittadini, inadeguato, irritabile, impulsivo, influenzabile, ignorante – in una parola ubuesco – l'uomo che guiderà il paese più potente del mondo è effettivamente un personaggio grottesco in politica. (Didier Fassin)
  • In nessun altro Paese democratico del mondo, si dice, gli elettori sono così esplicitamente motivati dall'avidità, mostrano così poca preoccupazione per i concittadini meno privilegiati e sono così politicamente ignoranti. Solo nella Yankeelandia[139] poco istruita e colma d'odio qualcuno come Trump può essere un uomo di successo. (Yascha Mounk)
  • L'America ce l'ha fatta. Abbiamo eletto un troll di internet come presidente. (Dave Chappelle)
  • L'America e il mondo hanno bisogno di Trump. Questo è il momento dell'identità, dei confini, dell'esclusione, mica dell'inclusione da panico... (Daniela Santanchè)
  • L'elezione stessa di un personaggio come Trump è territorio surrealista, non appartiene alla sfera della realtà, del senso pratico, della semplice percezione delle cose. Sono convinto che ogni tanto i popoli abbiano bisogno di una non-realtà. Dell'assurdo. (Fernando Botero)
  • La campagna elettorale di Trump è imbarazzante. Le sue proposte politiche sono una barzelletta. Ciò che ha salvato la sua candidatura è il sospetto che sotto ci sia qualcosa di più profondo – che le offese siano una mossa calcolata, che le proposte non siano serie, che Donald sia più di quello che appare. Ma forse non è così. (Ezra Klein)
  • La nostra repubblica non sarà mai stata messa alla prova come lo sarà quando Donald Trump giurerà. Non gli mancano solo l'abilità e la virtù: gli mancano anche il rispetto fondamentale per la costituzione, la comprensione degli aspetti più complessi della politica nazionale ed estera e il sangue freddo necessario per guidare il paese più importante sulla Terra in un'epoca pericolosa. (Eric Zorn)
  • [In riferimento a Donald Trump e la Trump University] Le vittime dei truffatori spesso cantano le lodi dei carnefici fino al momento in cui si accorgono si essere stati spennati. (Kim McLane Wardlaw)
  • Nel conflitto con i jihadisti, gli occidentali si sono sempre preoccupati di distinguere tra la minoranza degli estremisti e il miliardo di musulmani di tutto il mondo. Donald Trump ha abbandonato questa importante precauzione. Il rischio è che lo "scontro di civiltà" teorizzato da Samuel Huntington diventi una profezia che si autoavvera e pone all'Europa una difficile sfida. (Pierre Haski)
  • Niente mi fa più paura di una presidenza Trump. Sono terrificato all'idea che diventi presidente. (Stephen King)
  • Noi apprezziamo Trump! Perché ha fatto il lavoro per noi, rivelando la vera faccia dell'America. (Ali Khamenei)
  • Non c'è più grande sostenitore del popolo ebraico e dello stato ebraico del presidente Donald. (Benjamin Netanyahu)
  • Non che il Trump seduto nello Studio Ovale sia diverso da quello che abbiamo visto durante la campagna elettorale, nei reality o in giro a pubblicizzare i suoi business. È, sotto ogni metro di giudizio, il candidato presidenziale meno qualificato della storia contemporanea. [...] Trump come candidato si è dimostrato ignorante, indisciplinato, un bullo farneticante incline all'esagerazione e alla menzogna spudorata. Un uomo che esibisce una mascolinità da duro, ma che è in realtà un codardo totalmente privo di decenza umana che prende di mira le donne e umilia le minoranze. I difetti di Trump erano già sotto gli occhi di tutti ben prima dell'inizio delle elezioni. Il comportamento del Presidente Trump alla Casa Bianca è ugualmente disgustoso e al di sotto degli standard di dignità umana richiesti per quest'alta carica istituzionale. (Colbert I. King)
  • Non è una persona piacevole, anzi lo definirei un cartoon. Dice cose molto irreali sui musulmani e sulle razze in generale che non hanno nessun senso. Come in tutte le razze o religione ci sono persone buone o cattive. (Anthony Kiedis)
  • Non ha mai voluto essere eletto. Avendo ottenuto la parte non vuole neppure recitarla [...]. Anziché parlare per l'intera nazione – il compito di un presidente – ha parlato per sé stesso. Anziché applicare valori condivisi, ha attribuito colpe. La presidenza necessita di attenzione e ingegno. Tutti i presidenti di successo sono conosciuti per avere detto meno, anziché di più. [...] Trump non è adatto alla presidenza. È un ruolo sceneggiato, lui invece è un improvvisatore. È una posizione di responsabilità, al contrario lui è uno spirito libero. Sì, il contratto dura quattro anni. Ma nella sua condizione a alla sua età, qual è il punto di fare un lavoro che neanche vuole? (David Von Drehle)
  • [A proposito di Tara Conner e Donald Trump] Non può essere un'autorità morale. Ha lasciato la prima moglie; ha avuto un'amante. Ha lasciato la seconda moglie; ha avuto un'amante. Ha avuto figli da entrambe, eppure [si proclama] la bussola morale dei ventenni americani. (Rosie O'Donnell)
  • Non riesce a collaborare col proprio governo, come potete pensare che colluda con i russi? (Lindsey Graham)
  • Oggi il presidente ha il potere simile a quello di un re, e noi sul trono abbiamo messo un bambino. (Ross Douthat)
  • Ogni critico, ogni detrattore, dovrà inchinarsi di fronte al Presidente Trump. Chiunque abbia mai dubitato di Donald, chiunque non sia stato d'accordo, chiunque lo abbia sfidato. Diventare l'uomo più potente dell'universo è la vendetta suprema. (Omarosa Manigault)
  • Pensate alle qualità di Donald Trump come persona: il bullismo, l'avidità, l'esibizionismo, la misoginia, gli assurdi teatrini da terza elementare... Per molto tempo lo abbiamo chiamato "The Donald". È l'unica persona in tutto il Paese a cui abbiamo aggiunto un articolo prima del nome. E non è perché abbia attributi da ammirare. (Mitt Romney)
  • Penso che il presidente [Trump] sia in un certo senso indifferente a ciò che è vero e ciò che è falso. Ha passato tutta la vita dicendo stronzate. Ha ottenuto il successo dicendo stronzate. È diventato presidente dicendo stronzate. (Fareed Zakaria)
  • Penso... penso che sia pazzo. Cioè, non lo dico con leggerezza così per scherzare. (Jack Reed)
  • Per Donald Trump esistono solo tre tipi di immigrati: criminali, persone magnifiche e mogli. (Stephen Colbert)
  • Perdente. (Barbara Kruger)
  • Potreste aver sentito o visto recentemente che la Bibbia è il suo libro preferito. Eppure, quando gli è stato chiesto, non ha nemmeno saputo nominarne uno specifico verso che per lui è stato importante, che su di lui ha avuto un impatto. Be', sapete perché? È chiaro, Donald Trump non ha mai letto la Bibbia. La ragione per cui sappiamo che non l'ha letta è che lui nella Bibbia non è nominato. (Bobby Jindal)
  • Prima del tuo arrivo, andare alla Casa Bianca era considerato un grande onore! (LeBron James)
  • Quando deve prendere una decisione pensa tra sé e sé: "Cosa farebbe un riccone dei cartoni animati? Candidarsi alla presidenza." (John Mulaney)
  • Quel riporto lo rende inaffidabile. Trump sembra creato dalla Clinton per far vincere lei. (Maurizio Gasparri)
  • Questa è una presidenza in cui le caratteristiche principali che la definiscono non sono né l'ideologia né la policy. Ma la nevrosi. (Bret Stephens)
  • Questo istinto di umiliare l'altro, quando è impersonato da qualcuno con una visibilità pubblica, qualcuno di potente, arriva nella vita di tutti quanti, perché autorizza altri a comportarsi nello stesso modo. La mancanza di rispetto causa altra mancanza di rispetto, la violenza incita altra violenza, e quando i potenti usano la loro posizione per maltrattare gli altri, perdiamo tutti quanti. (Meryl Streep)
  • Questo miserabile, ignorante, pericoloso pagliaccio part-time, e sociopatico a tempo pieno, sarà il nostro prossimo presidente. Presidente Trump. Forza, pronunciate queste parole perché le ripeterete per i prossimi quattro anni: "Presidente Trump". (Michael Moore)
  • Ridiamo dei suoi capelli, ma non ascoltiamo abbastanza quello che dice. Possibile che nessuno da noi si preoccupi del fatto che questo diversamente equilibrato signore possa diventare presidente della più potente nazione del mondo? Che possa avere i codici per lanciare missili nucleari dove vuole e che possa influenzare l'economia mondiale? (Giancarlo Magalli)
  • [Sull'idea di Donald Trump di costruire un muro tra Messico e Stati Uniti per fermare gli immigrati clandestini]
    Se costruisce il muro allo stesso modo in cui ha costruito le Trump Towers, si servirebbe della manodopera di immigrati clandestini per farlo. (Marco Rubio)
  • Se il suo stile di disinformazione vi sembra familiare è perché di fatto lo è: quest'uomo è quello zio strambo che tutti hanno, lo zio che afferma e ripete costantemente le più false e sensazionali bufale. (Jack Shafer)
  • Se non avesse ereditato 200 milioni di dollari, sapete dove sarebbe Donald Trump adesso? A vendere orologi per strada a Manhattan. (Marco Rubio)
  • Se sei il proprietario di un business che impedisce ai neri di affittare i tuoi appartamenti; se dici che non vuoi che i neri contino i tuoi soldi, o almeno così viene riportato; se dici che [...] qualcuno non può fare da giudice per un processo perché è messicano; se la tua reazione all'elezione del primo presidente nero è quella di dire, nonostante le prove a tuo sfavore, che non è nato in questo paese; se dici che non è abbastanza intelligente per aver frequentato legge ad Harvard ed esigi di vedere le valutazioni da lui ottenute; se questa è l'essenza della tua identità politica, sì, potresti essere un suprematista bianco. (Ta-Nehisi Coates)
  • Se Trump diventasse il prossimo presidente degli Stati Uniti sarebbe un completo disastro. Penso che si stia comportando come un altro Hitler nell'incitare al razzismo. (Eva Schloss)
  • Se Trump fosse davvero un truffatore, e se alla fine venisse eletto potremmo non voler ammettere di essere stati raggirati. Al momento i sostenitori di Trump lo percepiscono autentico e onesto, anche se scartano candidati più tradizionali come Hillary Clinton, che considerano la quintessenza del politico bugiardo opportunista. Forse in futuro ci aggrapperemo a questa credenza per preservare la nostra immagine collettiva. In quel caso il termine "truffatore" potrebbe finire per essere applicato anche a noi stessi. (Maria Konnikova)
  • Se Trump fosse un truffatore si interesserebbe alla politica solo come mezzo per un qualche altro fine. Non crederebbe nelle proprie opinioni politiche; al contrario vedrebbe quelle opinioni come strumenti utili a guadagnare ciò che desidera realmente. Se credesse in una qualsiasi opinione da lui esposta, sarebbe un fatto puramente accidentale. I truffatori non ci credono veramente; sono opportunisti. Il Trump truffatore avrebbe abbandonato la politica nel momento in cui non sarebbe servita più ai propri scopi e sarebbe passato alla prossima cosa che gli avesse dato lo stesso livello di attenzione e adulazione. Potrebbe, per esempio, allontanarsi dalla politica nello stesso modo in cui si è allontanato da The Apprentice, o da qualsiasi altro affare o azzardo immobiliare prima di questo. (Maria Konnikova)
  • Se un Ministero della propaganda comunista avesse chiesto a un talentuoso vignettista di disegnare un tipico furfante americano avrebbe inventato una figura come "The Donald": un uomo che incarna il ruolo del ricco rozzo filisteo, a partire dal suo atteggiamento presuntuoso fino al modo in cui i suoi capelli sono acconciati, qualcuno per cui nulla è sacro ad eccezione del denaro, delle tette, del successo e del potere. (Yascha Mounk)
  • Secondo questa logica, Trump è uno che non ha paura di dire la verità. È un fatto piuttosto curioso se si pensa che è stato più volte smascherato come un bugiardo cronico ed è forse il candidato più disonesto che abbia mai partecipato alle primarie di un grande partito statunitense. Ma non bisogna dimenticare che per i sostenitori irriducibili di Trump i veri bugiardi sono quelli che fanno parte dell'establishment, cioè le élite che controllano i mezzi d'informazione e la politica, e che mentono al popolo da almeno vent'anni. Così, quando quelle stesse élite accusano Trump di essere un bugiardo, i suoi sostenitori non ci credono o semplicemente non la considerano una cosa importante. (Jonathan Freedland)
  • Sembra che Donald Trump abbia abbandonato tutto per trovare la verità... da solo è salito su un altissimo monte del Tibet dove vive un saggio, e quando l'ha incontrato gli ha chiesto: "Che cosa devo fare nella vita?" e il vecchio: "Mah, io lascerei il mercato immobiliare e mi butterei sulle obbligazioni." (Dylan Dog)
  • Sembra quasi che Obama stesso e il suo essere un presidente nero sia per Trump un affronto personale. [...] Rimpiazzare Obama non è abbastanza – Trump ha reso la negazione del lascito di Obama la base per la sua eredità. [...] Donald Trump è arrivato alla vigilia di qualcosa di più grande — una presidenza da negri con un'assistenza sanitaria da negri, degli accordi sul clima da negri e una riforma della giustizia da negri, tutti destinati alla distruzione o alla redenzione così da reificare il concetto dell'essere bianchi. Trump è davvero qualcosa di mai visto – è il primo presidente la cui intera esistenza politica dipende da un presidente nero. Non basta dire che Trump è un maschio bianco così come tutti gli altri maschi bianchi che sono diventati presidenti. Deve essere chiamato con il suo legittimo titolo onorifico – il primo presidente bianco d'America. (Ta-Nehisi Coates)
  • Smentiamo quest'invenzione secondo cui il fenomeno Trump rappresenta una qualche specie di imprevedibile intrusione nel normale corso della politica dei Repubblicani. Al contrario, il G.O.P. ha trascorso decenni incoraggiando e sfruttando la stessa rabbia che adesso sta portando il signor Trump alla nomination. Quella rabbia era destinata a sbandare facendo perdere il controllo all'establishment prima o poi. Donald Trump non è un incidente. Il suo partito l'ha visto arrivare. (Paul Krugman)
  • [I gruppi di estrema destra alla manifestazione Unite the Right[140]] Sono alcune delle forze che hanno contribuito a mandarti alla Casa Bianca. Era la tua gente quella nella vecchia Virginia, Donald Trump. Parlano la tua lingua, vomitano i tuoi sentimenti, mettono in pratica quel che ti muove nel profondo. Non far finta di non conoscerli. Si aspettano che tu gli restituisca l'America com'era perché tu sei uno di loro, e sono consapevoli - così come lo sei anche tu - di aver dato tutto per te. (Colbert I. King)
  • [Sull'idea di Donald Trump di costruire un muro tra Stati Uniti e Messico per fermare gli immigrati clandestini e deportare quelli presenti sul territorio statunitense]
    Una persona che pensa soltanto a fare muri [...] e non a fare ponti, non è cristiana. Questo non è nel Vangelo. (Papa Francesco)
  • Talvolta Donald Trump è sembrato un tiranno in erba, un Nixon corrotto, un populista istigatorio o un grande corporativista. [...] ma è chiaro che fondamentalmente non è nessuna di queste cose. Fondamentalmente, Trump è infantile. Ci sono tre facoltà che la maggior parte degli adulti maturi raggiungono quando compiono 25 anni. [l'abilità di mantenere la contrazione, la consapevolezza delle proprie capacità e lo sviluppo della teoria della mente] Trump non ha ne ha padronanza di nessuna di queste. L'immaturità è diventata la nota dominante della sua presidenza, e la mancanza di autocontrollo il suo leitmotif. (David Brooks)
  • Trump deve più alla tradizione di Benito Mussolini che a quella di Willkie, e non solo per le apparenze: la fiera durezza, l'impetuosa gestualità e i riferimenti al suo "enorme" successo e ai suoi "stupidi" oppositori evocano lo stile del dittatore italiano. L'annuncio mozzafiato di questo lunedì in cui ha dichiarato di voler impedire l'ingresso negli Stati Uniti a tutti i musulmani ha reso evidenti gli ovvi cenni fascisti. [...] Trump utilizza molti degli strumenti del fascismo: il disprezzo per i fatti, la diffusione di una pervasiva sensazione di paura e un travolgente senso di crisi, la rappresentazione dei propri sostenitori come vittime, l'attribuzione della colpa a elementi esterni ed estranei, e il suggerire che solo la sua forte personalità può far superare questa crisi. A uno dei suoi comizi ha approvato la violenza contro un manifestante, e adesso fa circolare l'idea che per entrare negli Stati Uniti il discrimine sia la religione. (Dana Milbank)
  • Trump dovrebbe prima andare dal parrucchiere e cambiare look! Ma seriamente, mi sento abbastanza ottimista. Ho letto uno dei suoi libri in cui scrive cose molto sensate, come ad esempio la necessità di proteggere l'attività economica negli Stati Uniti. Ha detto ciò che doveva dire ai cinesi sul protezionismo. A me sembra un moderato, i media hanno sempre distorto le sue opinioni e si è semplicemente adattato a ciò che viene detto di lui. La percezione che abbiamo di lui è distorta. Rilancerà le piccole imprese e dice di voler ritirerà le truppe statunitensi di stanza nel mondo. Sono d'accordo con tutto questo. (Beppe Grillo)
  • Trump è una minaccia per la democrazia, come lo fu Berlusconi ai suoi tempi, perché gioca fuori dalla politica sfruttandone il sistema. Non si sa l'uso che farà del suo successo, sicuramente non ha nulla a che fare con ciò che i cittadini vogliono o pensano, incantati come sono a ripetere il nome "Trump" e a diffonderlo magicamente come un elisir che paralizza le volontà. Trump non vende null'altro che il nome Trump e più lo vende più lo riuscirà a vendere nel futuro. Non ci sono errori politici che può fare o cose sbagliate che può dire che potrebbero sbarrare la strada al suo successo. (Gloria Origgi)
  • Trump ha però la particolarità di non essere né di estrema destra né di estrema sinistra: si propone come il portavoce di quelli che scrivono tweet sarcastici e pieni d'odio, dei nichilisti anti-tutto, dei complottisti che scrivono contorti commenti anonimi sui siti d'informazione. Trump ha semplicemente preso l'indignazione di queste persone, portandola da internet alla vita vera. (Anne Applebaum)
  • Trump non paga le tasse come tutti vorrebbero poter fare; Trump non è solo ricco, ma esibisce la sua ricchezza più dello stesso nostro finto ricco Briatore; Trump non si vergogna di avere i rubinetti similoro nei bagni del suo enorme aereo privato; Trump ha a New York il più orribile immenso appartamento che incubo umano possa realizzare e che pure aleggia nel desiderante immaginario popolare, una finta Versailles ma tutta d’oro, marmo e cristalli e colonne corinzio-barocche, finti Renoir, finte poltrone Luigi XIV; fontane zampillanti nei tanti saloni, persino un pianoforte a coda bianco tipo Liberace. (Natalia Aspesi)
  • Trump non sta solo cercando di raggirare il prossimo. Le sue menzogne sono un tentativo di costruire un mondo in cui per un istante può sentirsi bene per poter ingannare se stesso con tranquillità. È quindi il più detentore del record dell'effetto Dunning-Kruger di tutti i tempi, il fenomeno per cui l'individuo incompetente è così incompetente da non poter comprendere la propria incompetenza. (David Brooks)
  • Trump potrà anche dire più bugie rispetto a qualsiasi altro politico, eppure non c'è mistero su ciò che vuole che il suo pubblico pensi. Manca dell'arguzia necessaria per celare le proprie emozioni dietro formulazioni intelligenti e termini eloquenti. (Paul Waldman)
  • Un maiale incompetente con idee pericolose, un grave disordine psichiatrico, nessuna conoscenza del mondo e nessuna curiosità di imparare qualcosa. (Aaron Sorkin)
  • Un potenziale dittatore comico, come Hitler nel mio libro [Lui è tornato], è uno come Trump. (Timur Vermes)
  • Un presidente il cui nome evoca rabbia e divisione, le cui parole ispirano dissenso e odio, non renderà l'America Great Again. (Kobe Bryant)

Hillary Clinton[modifica]

  • Bisogna chiedersi perché lui non abbia pubblicato la sua dichiarazione dei redditi? E penso ci siano un paio di ragioni. Prima di tutto, forse non è ricco come dice di essere. In secondo luogo, forse non è un filantropo come dice di essere. Terzo, non sappiamo tutti i suoi affari, ma ci è stato detto da report investigativi che deve circa 650 milioni a Wall Street e a banche straniere. Oppure forse non vuole che gli americani, tutti quelli che stanno guardando stasera, sappiano che lui non ha pagato le tasse federali, dato che gli unici anni in cui la gente ha potuto vedere le sue dichiarazioni sono stati quando ha dovuto consegnarle alle autorità statali per avere la licenza per costruire un casinò, e le dichiarazioni mostravano che lui non aveva pagato nessuna imposta federale.
  • Negli anni '70 io lavoravo per il Children's Defense Fund e mi battevo contro la discriminazione dei bambini afroamericani nelle scuole. Lui nel frattempo veniva querelato dal Dipartimento di Giustizia per discriminazione razziale nei suoi condomini. Negli anni '80 io lavoravo per riformare le scuole in Arkansas. Lui si faceva prestare 14 milioni di dollari da suo padre. Negli anni '90 ho detto a Pechino che i diritti delle donne sono diritti umani. Lui insultava una donna, Alicia Machado, ex miss Universo, definendola una «macchina per mangiare». [...] E mentre io partecipavo ai briefing sull'operazione per uccidere Osama bin Laden, lui conduceva The Celebrity Apprentice. Quindi sono felice di confrontare i miei trent'anni di esperienza con i suoi.
  • Ogni volta che Donald pensa che le cose non stiano andando come piace a lui, dice che c'è un trucco. L'FBI compie un'indagine sulle mie email per un intero anno concludendo che non c'è niente di illegale. Lui dice che l'FBI imbroglia. Perde i caucus in Iowa, perde le primarie in Wisconsin. Dice che le primarie sono state manipolate a suo svantaggio. La Trump University viene denunciata per truffa e racket. Afferma che il sistema giudiziario e il giudice federale ce l'hanno con lui. Addirittura quella volta che il suo programma televisivo non ha vinto un Emmy per tre stagioni consecutive ha scritto su Twitter che anche gli Emmy erano truccati. [...] Questa è la sua mentalità. Questo è il modo in cui Donald ragiona. È divertente, ma è anche molto preoccupante.

Louis C.K.[modifica]

  • Per favore, smettete di votare per Trump. Per un po' è stato divertente. Ma questo tizio è Hitler. E con questo intendo che noi siamo la Germania negli anni Trenta. Pensate che abbiano previsto che poi sarebbe arrivata tutta quella merda? Hitler sembrava solo un tipo spassoso e innovativo con uno strano riporto [...]
  • [Rivolto ai conservatori] Trump non è il meglio che avete. È il peggio di tutti noi. È un sintomo di un problema decisamente reale. Ma non votate per il vostro stesso cancro. Siete meglio di così.
  • Trump non ha niente a che fare con la politica o l'ideologia. Ha a che fare solo con se stesso. [...] Davvero, non sto dicendo che sia malvagio o che sia un mostro. Infatti non penso che Hitler lo fosse. Il problema nel dire che persone del genere siano dei mostri è che non li vediamo arrivare quando si rivelano degli esseri umani, cosa che tutti loro sono. Ognuno lo è. Trump è un soggetto problematico con una voragine nel cuore che tenta di riempire con soldi e attenzioni. Ma non potrà mai avere abbastanza di entrambi e non si fermerà. È malato. Il che lo rende molto molto interessante. Ti trascina, il che può far sentir bene oppure male in modo intrigante. Non è un mostro. È un uomo triste. Ma tutto ciò lo renderebbe orribilmente pericoloso se diventasse presidente. Dategli un altro show televisivo. Lasciate che paghi per avere il suo nome su un edificio. Ma, per favore, smettete di votarlo.
  • [...] votare per Trump è un modo per dire "Vaffanculo. Che si fottano tutti". Lo capisco. È una versione nazionale del suicidio. O come una gran botta dopo aver fumato una pipa da crack.

Bill Maher[modifica]

  • Avete notato che nessuno è migliore di Donald Trump nel fare le cose? [...] È la versione bianca di Kanye West. Vorrei che un giornalista gli facesse una domanda sull'umiltà cosicché per una volta io possa sentire "Nessuno è meglio di me nell'essere umile!"
  • Donald Trump è come l'Ebola: ti uccide all'improvviso e con violenza. Cruz è come il virus Zika: non si vedono i danni se non con le future generazioni. Donald Trump vuole costruire un muro per tenere fuori i loschi stranieri. Ted Cruz è la prova che ne abbiamo bisogno. [...] Ma la differenza più importante tra i due è questa: Donald Trump è l'uomo più permaloso nella storia dell'essere umano e reagisce al minimo sgarbo con il grilletto sensibile dell'ego ferito di un'assistente di volo. Al contrario Ted Cruz è immune agli insulti perché ha imparato a vivere in un mondo in cui tutti, dappertutto, lo hanno sempre odiato.
  • È un pazzo. Se un non-ricco o un non-bianco avesse detto le cose che ha detto lui non lo avrebbero messo alla Casa Bianca, lo avrebbero rinchiuso nell'ospedale Bellevue.[141]

Trevor Noah[modifica]

  • È davvero un presidente televisivo. [...] Ama esibire il fatto che sta facendo molto. In realtà la maggior parte del tempo nulla viene veramente realizzato. Fondamentalmente Donald Trump vuole essere presidente, ma non vuole fare il presidente.
  • Donald Trump considera la presidenza come una delle sue aziende: l'unico scopo è servirlo. [...] Non pensa che lo scopo del Dipartimento di Giustizia sia sostenere la legge. No, no, no, è eseguire gli ordini del presidente. Probabilmente pensa anche che lo scopo del Dipartimento dell'Energia sia quello di caricare il suo iPhone. [...] L'unica cosa ancora più sconvolgente della sua visione autocratica del potere è la sua disponibilità a parlarne così apertamente. Stranamente Donald Trump è al contempo il Presidente più onesto e il Presidente più disonesto di tutti i tempi. L'ho capito, gente. Non è Hitler al gusto di cannella, è Abraham Nixon.
  • Donald Trump non ha inventato il razzismo. Trump non ha inventato l'islamofobia. E non ha inventato la violenza. Quel che ha fatto è stato mettere il suo nome su queste cose, così come fa con tutto il resto.

John Oliver[modifica]

  • [Sul fatto che Donald Trump non ha rifiutato l'idea di ricevere voti dai sostenitori di David Duke, noto per le posizioni razziste e per essere stato a capo del Ku Klux Klan] Con una risposta del genere o sei razzista oppure fai finta di esserlo. E a un certo punto non c'è alcuna differenza tra le due cose.
  • Donald Trump è come un neo sulla schiena dell'America: può anche essere sembrato innocuo un anno fa, ma ora che è diventato spaventosamente grande non è più saggio ignorarlo.
  • Donald Trump: l'emorroide più ricca d'America.
  • Donald Trump, un pagliaccio fatto di prepuzio mummificato e zucchero filato.
  • Ha impiegato decenni per trasformare il proprio nome in un marchio. Come Ronald McDonald o Chef Boyardee. [...] ma se davvero diventerà il principale candidato repubblicano, è tempo di smettere di pensarlo come a una mascot e di iniziare a pensarlo come l'uomo che è. [...] Le opinioni di Trump sono del tutto incoerenti – è stato a favore e contrario all'aborto, è stato favorevole e contrario ai divieti sulle armi d'assalto, è stato favorevole all'idea di ospitare rifugiati siriani e favorevole all'idea di deportarli fuori dal Paese. Quest'incoerenza può essere preoccupante.
  • Incredibilmente, in un paese dove presidenti hanno sconfitto attivamente i nazisti, ne abbiamo uno che non si prende nemmeno il disturbo di condannarli.
  • Non sono nemmeno sicuro che sappia di mentire. Penso che semplicemente non gli interessi quale sia la verità.
  • [Il nome] "Trump" suona facoltoso. È quasi un'onomatopea. "Trump"! È il suono prodotto quando un domestico sfrontato è schiaffeggiato con una mazzetta da centinaia di dollari. "Trump"! È il suono di un tappo che viene sparato fuori da una bottiglia di champagne da anniversario da una coppietta il giorno in cui lavori di ristrutturazione in cantina sono stati finalmente completati. È proprio il nome "Trump" a fare da chiave di volta al suo marchio. Se solo ci fosse un modo per separare quella magica parola dall'uomo che è veramente... Be, indovinate? C'è. Perché vien fuori che il nome "Trump" non è sempre stato il nome della sua famiglia. Una biografa[142] ha scoperto che un previdente suo antenato lo ha cambiato da – è questo è vero – "Drumpf". Sì, cazzo, "Drumpf"! E "Drumpf" è molto meno magico. È il suono prodotto da un piccione obeso che sbatte contro la vetrina di un negozio Old Navy pignorato. "Drumpf"! È il suono di una bottiglia di root beer da discount che cade dallo scaffare di un minimart alla stazione di benzina. [...] Il nome "Drumpf" riflette molto di più ciò che è realmente. Perciò se state pensando di votare per Donald Trump come presidente, il carismatico tizio che promette di rendere l'America di nuovo un Paese grandioso, fermatevi e prendetevi un momento per immaginare come sarebbe se aveste appena incontrato un tizio di nome Donald Drumpf, un litigioso bugiardo seriale con una sfilza di iniziative imprenditoriali fallite, supportato da un ex-capo del Ku Klux Klan che non sa se disapprovare o no. Sarebbe davvero un buon presidente oppure l'incantesimo si è dissolto? Perciò, chiedo all'America di rendere Donald un "Drumpf" di nuovo.

Tony Schwartz[modifica]

  • [Trump ha] conoscenze approssimative e un'ignoranza da sempliciotto. Per questo preferisce la televisione come fonte d'informazione primaria – le informazioni arrivano in bocconi sonori facilmente digeribili. Dubito seriamente che abbia mai letto un libro tutto per intero durante la sua vita adulta.
  • [...] è impossibile tenerlo concentrato su qualunque argomento, eccetto l'autoesaltazione, per più di qualche minuto. [...] Se dovesse essere informato su una crisi nella Situation Room, sarebbe impossibile immaginarlo prestare attenzione per un lungo periodo di tempo.
  • Gli piacciono le persone quando gli sono utili, e le ignora quando invece non lo sono. Ma non è niente di personale. È un uomo che fa transazioni – tutto gira attorno a cosa si può fare per lui.
  • Ho messo il rossetto sulle labbra di un maiale. Provo un profondo senso di rimorso per aver contribuito a creare una percezione di Trump che gli ha permesso di avere ancora più attenzioni e lo ha reso molto più seducente di quello che è. Credo davvero che se Trump vincesse e ottenesse i codici nucleari ci sarebbe un'ottima probabilità che questo porterà alla fine della civiltà come la conosciamo.
  • L'ho sempre visto come un buco nero, come una persona che non riesce a riempire se stessa con valori interiori, perciò cerca costantemente da tutta la vita [...] di riempire quel vuoto che ha dentro ottenendo sempre più denaro, sempre più prede e sempre più attenzioni.
  • Nel mondo di Trump le persone sono beni dispensabili e usa e getta. [...] I milioni di persone che lo hanno votato e che credono che rappresenti i loro interessi impareranno una cosa che chi ha a che fare con lui direttamente sa già – che non gliene frega niente di loro.
  • Per lui mentire è come una seconda natura. [...] Trump ha l'abilità di convincere se stesso che ciò che sta dicendo in quel momento è vero, o quasi vero, o per lo meno che debba essere vero.
  • Trump è l'emblema di molte delle cose che io aborro: la sua disponibilità a passare sopra le persone, l'ossessione per il fasto, il cattivo gusto, la magniloquenza e l'assoluta mancanza di interesse per qualsiasi cosa al di là del potere e del denaro. Ho creato un personaggio molto più vincente di quanto Trump sia in realtà.
  • Trump prende solo due posizioni. Ti considera uno schifoso perdente bugiardo oppure ti considera il più grande.

Film[modifica]

Serie televisive[modifica]

Note[modifica]

  1. (EN) Visibile al minuto 9:05 di Donald Trump: "Putting a Wife to Work Is a Very Dangerous Thing" [Full 1994 Interview], YouTube.com, 1° giugno 2016; citato in Donald Trump in 1994: "Putting a Wife to Work Is a Very Dangerous Thing", ABCNews.go.com, 1° giugno 2016.
  2. (EN) Visibile al minuto 10:30 di Donald Trump: "Putting a Wife to Work Is a Very Dangerous Thing" [Full 1994 Interview], YouTube.com, 1° giugno 2016; citato in Donald Trump in 1994: "Putting a Wife to Work Is a Very Dangerous Thing", ABCNews.go.com, 1° giugno 2016.
  3. (EN) Visibile al minuto 10:55 di Donald Trump: "Putting a Wife to Work Is a Very Dangerous Thing" [Full 1994 Interview], YouTube.com, 1° giugno 2016; citato in Donald Trump in 1994: "Putting a Wife to Work Is a Very Dangerous Thing", ABCNews.go.com, 1° giugno 2016.
  4. (EN) Citato in Maureen Dowd, Liberties; Trump Shrugged, NYTimes.com, 28 novembre 1999.
  5. a b c d e (EN) Citato in Read: Donald Trump's Advocate Interview Where He Defends Gays, Mexicans, Advocate.com, 28 settembre 2015.
  6. Traduzione da Un nuovo video di Trump che dice cose volgari sulle donne, IlPost.it, 8 ottobre 2016.
  7. Mentre Trump si stava recando insieme al conduttore televisivo Billy Bush sul set della soap opera Days of Our Lives per fare un cameo, i microfoni sono rimasti accesi registrando la conversazione all'insaputa dei presenti. La registrazione è stata resa pubblica per la prima volta l'8 ottobre 2016 dal Washington Post. Cfr. (EN) Visibile in Trump recorded having extremely lewd conversation about women in 2005, WashingtonPost.com, 8 ottobre 2016.
  8. (EN) Visibile in Trump: If Ivanka weren't my daughter, perhaps, I'd be dating her., YouTube.com, 8 agosto 2015.
  9. (EN) Visibile in Donald Trump vs. Rosie O'Donnell, YouTube.com, 20 dicembre 2006.
  10. (EN) Citato in Trump: In his own words, Money.CNN.com, 21 aprile 2011.
  11. (EN) Visibile al minuto 01:29 di Trump: "Part of the beauty of me"..., YouTube.com, 2 aprile 2011; citato in Neil King Jr., Trump on 2012: "Part of Beauty of Me Is I'm Very Rich", Blogs.WSJ.com, 17 marzo 2011.
  12. (EN) Da un tweet del 14 ottobre 2012.
  13. (EN) Da un tweet del 28 ottobre 2012.
  14. (EN) Da un tweet del 6 novembre 2012.
  15. (EN) Da un tweet del 6 novembre 2012.
  16. (EN) Da un tweet del 6 novembre 2012.
  17. (EN) Da un tweet del 7 novembre 2012.
  18. (EN) Da un tweet del 7 maggio 2013.
  19. Da un tweet dell'8 maggio 2013.
  20. (EN) Da un tweet del 18 giugno 2013.
  21. L'audio e le trascrizioni delle interviste sono state diffuse dal New York Times il 25 ottobre 2016. (EN) Michael Barbaro, What Drives Donald Trump? Fear of Losing Status, Tapes Show, NYTimes.com, 25 ottobre 2016.
  22. (EN) Da un tweet del 4 novembre 2014.
  23. (EN) Visibile in #IndianaJones and #Ghostbusters- what's wrong??? #TrumpVlog, Instagram.com; citato in Donald Trump's Sexist Anti-"Ghostbusters" Crusade Goes Mainstream, TheDailyBeast.com, 19 maggio 2016.
  24. (EN) Visibile al minuto 01:40 di "I'll Build a Wall and Mexico Will Pay for It": Watch Highlights of Trump's 2016 Address, Insider.FoxNews.com, 16 giugno 2015; citato in Janell Ross, Donald Trump's big mouth just taught us a valuable lesson about the power of Latinos, WashingtonPost.com, 30 giugno 2015.
  25. (EN) Visibile al minuto 38:50 di "I'll Build a Wall and Mexico Will Pay for It": Watch Highlights of Trump's 2016 Address, Insider.FoxNews.com, 16 giugno 2015.
  26. (EN) Visibile al minuto 01:24 di Donald Trump: "I'm Not Sure I Have" Ever Asked God For Forgiveness, YouTube.com, 18 luglio 2015; citato in Michelle Boorstein, Trump on God: "Hopefully I won't have to be asking for much forgiveness", WashingtonPost.com, 8 giugno 2016.
  27. (EN) Visibile al minuto 01:40 di Donald Trump: McCain's a War Hero Because He Was Captured, "I Like People That Weren't", YouTube.com, 18 luglio 2015; citato in Jonathan Martin, Alan Rappeport, Donald Trump Says John McCain Is No War Hero, Setting Off Another Storm, NYTimes.com, 18 luglio 2015.
  28. (EN) Visibile al minuto 10:55 di Donald Trump Remarks Sun City South Carolina, Jul 21 2015, C-SPAN.org, 21 luglio 2015; citato in Danielle Kurtzleben, The Best Insults Of Donald Trump's Latest Campaign Speech, NPR.org, 21 luglio 2015.
  29. (EN) Visibile al minuto 01:50 di Donald Trump interview part 2, Edition.CNN.com; citato in Anderson Cooper 360 degrees, Edition.CNN.com, 22 luglio 2015.
  30. (EN) Visibile in Is Donald Trump part of the "war on women"? | Fox News Republican Debate, YouTube.com, 6 agosto 2015; citato in Donald Trump: Political correctness is "big problem" in U.S., WashingtonTimes.com, 6 agosto 2015.
  31. (EN) Visibile in Donald Trump: I don't respect Megyn Kelly (CNN interview with Don Lemon), YouTube.com, 8 agosto 2015.
  32. (EN) Visibile in Ian Schwartz Trump to Chuck Todd: In Four Years You're Going To Say, "What A Great Job You've Done, President Trump", realclearpolitics.com, 16 agosto 2015; citato in (EN) Meet the Press Transcript - August 16, 2015, NBCNews.com, 16 agosto 2015.
  33. a b c d e f (EN) Citato in Donald Trump Explains All, Time.com, 20 agosto 2015.
  34. (EN) Visibile al minuto 26:35 di FNN: Donald Trump Town Hall in New Hampshire Talks to Crowd for First Time, YouTube.com, 19 agosto 2015; citato in Trump on Border: Maybe They'll Call It "The Trump Wall", RealClearPolitics.com, 19 agosto 2015.
  35. (EN) Citato in Michael Scherer, The Donald has landed, deal with it, Time.com, 20 agosto 2015.
  36. (EN) Citato in Trump Promises to Make US Military "So Powerful", SputnikNews.com, 22 agosto 2015.
  37. (EN) Visibile in Pam Key, Watch: Trump Invites Rally Attendee to Check if He's Wearing a Toupée, Breitbart.com, 27 agosto 2015.
  38. Cfr. Umpqua Community College shooting.
  39. (EN) Citato in Donald ​Trump takes on gun control, mass shootings, CBSnews.com, 3 ottobre 2015.
  40. (EN) Visibile al minuto 00:20 di Donald Trump: My Father Gave Me "A Small Loan" Of $1 Million To Start Out | Today, YouTube.com, 26 ottobre 2015.
  41. Traduzione da Donald Trump sulle armi e gli attentati di Parigi, IlPost.it, 15 novembre 2015.
  42. (EN) Citato in Donald Trump Says Paris Attacks Would Have Been Less Deadly if People Had Guns, Time.com, 14 novembre 2015.
  43. (EN) Citato in Eliza Collins, Trump: "I'm the Ernest Hemingway of 140 characters", Politico.com, 20 novembre 2015.
  44. Traduzione da Donald Trump vuole chiudere Internet, IlPost.it, 9 dicembre 2015.
  45. (EN) Visibile al minuto 01:00 di Donald Trump wants to "close up" the Internet, CNN.com, 8 dicembre 2015.
  46. (EN) Visibile al minuto 00:50 di Donald Trump "I Know Words, I Have The Best Words" Obama Is "Stupid", YouTube.com, 30 dicembre 2015; citato in Steve Guest, Trump: "I Know Words, I Have The Best Words" – Obama Is "Stupid" [Video], Infowars.com, 31 dicembre 2015.
  47. (EN) Da un tweet del 3 gennaio 2016.
  48. (EN) Visibile in Donald Trump says he could "shoot somebody and I wouldn't lose" support, YouTube.com, 23 gennaio 2016; citato in Donald Trump: They say I could "shoot somebody" and still have support, WashingtonPost.com, 23 gennaio 2016.
  49. (EN) Da un tweet del 27 gennaio 2016.
  50. Cfr. Maggioranza silenziosa.
  51. (EN) Citato in Ezra Klein, Trump: "My whole life I've been greedy ... Now I want to be greedy for the United States", Vox.com, 29 gennaio 2016.
  52. (EN) Citato in Jeff Stein, The 7 Trumpiest things Donald Trump said during his "counter-debate", Vox.com, 29 gennaio 2016.
  53. (EN) Visibile in Trump Tells Crowd to "Knock the Crap Out" of Protesters, Offers to Pay Legal Fees during Iowa Speech, YouTube.com, 1° febbraio 2016; citato in Sam Reisman, Trump Tells Crowd to "Knock the Crap Out" of Protesters, Offers to Pay Legal Fees, Mediaite.com, 1° febbraio 2016.
  54. Traduzione da Francesco Costa, Il surreale dibattito tv tra i Repubblicani, IlPost.it, 4 marzo 2016.
  55. (EN) Citato in Emily Crockett, Transcript of the Republican Presidential Debate in Detroit, NYTimes.com, 4 marzo 2016.
  56. (EN) Visibile in Theodore Schleifer, Donald Trump: "I think Islam hates us", CNN.com, 10 marzo 2016.
  57. (EN) Visibile al minuto 9:50 di Ben Carson's endorsement of Donald Trump: Full press conference, YouTube.com, 11 marzo 2016.
  58. (EN) Visibile al minuto 21:30 di Ben Carson's endorsement of Donald Trump: Full press conference, YouTube.com, 11 marzo 2016.
  59. (EN) Citato in Donald Trump wrongly links Ohio campaign event protester to ISIS, Politifact.com, 13 marzo 2016.
  60. (EN) Citato in Eliza Collins, Trump: I consult myself on foreign policy, Politico.com, 16 marzo 2016.
  61. (EN) Visibile in Donald Trump on how handsome he looks, West Chester PA, 04-25-16, YouTube.com, 25 aprile 2016; citato in Trump on looking presidential: "How handsome am I?", Edition.CNN.com, 25 aprile 2016.
  62. (EN) Citato in Jose A. DelReal e Anne Gearan, Trump: If Clinton "were a man, I don't think she'd get 5 percent of the vote", WashingtonPost.com, 27 aprile 2016.
  63. (EN) Visibile al minuto 00:52 di Donald Trump talks about hairspray to coal miners, YouTube.com, 7 maggio 2016.
  64. (EN) Visibile in Donald Trump praises Saddam Hussein, YouTube.com, 5 luglio 2016.
  65. (EN) Visibile in Donald Trump Says, He is Humble Person in 60 Minutes Interview, YouTube.com, 18 luglio 2016.
  66. (EN) Visibile al minuto 00:51:00 di Second Presidential Debate (C-SPAN), YouTube.com, 9 ottobre 2016; citato in Marshall Cohen, Everything Trump has said about who tried to hack the US election, Edition.CNN.com, 21 giugno 2017.
  67. a b c d (EN) Citato in Transcript: Donald Trump's Speech Responding To Assault Accusations, NPR.org; 13 ottobre 2016.
  68. a b Traduzione da Donald Trump: Il discorso di Palm Beach sul legame tra media e potere, VociDallEstero.it, 17 ottobre 2016.
  69. (EN) Citato in Elizabeth Gurdus, Trump: "We have some bad hombres and we're going to get them out", CNBC.com, 20 ottobre 2016.
  70. Cfr. Emma Gray, How "Nasty Woman" Became A Viral Call For Solidarity, HuffingtonPost.com, 20 ottobre 2016.
  71. (EN) Visibile al minuto 00:20 di Trump: Clinton such a nasty woman, YouTube.com, 19 ottobre 2016; citato in German Lopez, Trump calls Clinton "such a nasty woman" on the debate stage, Vox.com, 19 ottobre 2016.
  72. (EN) Citato in David Smith e Ben Jacobs, Trump says countries are turning on US because "the world hates Obama", TheGuardian.com, 22 ottobre 2016.
  73. (EN) Visibile al minuto 19:57 di Donald Trump Full Speech | Toledo, Ohio Rally (10/27/2016) YouTube.com, 27 ottobre 2016; citato in Nolan D. McCaskill, Trump: "We should just cancel the election and just give it to Trump", Politico.com, 27 ottobre 2016.
  74. (EN) Visibile in Donald Trump: "I'm Honored to Have the greatest temperament", YouTube.com, 3 novembre 2016; citato in < Watch: Clinton Campaign Deliberately Trolls Trump With Ads, NPR.org, 4 novembre 2016.
  75. Traduzione da Il discorso di Trump, dopo la sua vittoria, IlPost.it
  76. (EN) Visibile al minuto 15:35 di "I will not let you down": Trump's victory speech, YouTube.com, 9 novembre 2016; citato in Transcript: Read & Watch Donald Trump's complete victory speech, ABPlive.in, 9 novembre 2016.
  77. (EN) Da un tweet del 15 novembre 2016.
  78. (EN) Da un tweet del 3 dicembre 2016.
  79. Traduzione da Trump: "L'Onu è solo un club dove si chiacchiera, LaStampa.it, 27 dicembre 2016.
  80. (EN) Da un tweet del 26 dicembre 2016.
  81. Traduzione da Il discorso di Meryl Streep ai Golden Globe, IlPost.it, 9 gennaio 2017.
  82. Da una serie di tweet del 9 gennaio 2017.
  83. (EN) Visibile in Madeline Conway, Trump on election-related hacking: "I think it was Russia", Politico.com, 11 gennaio 2017; citato in Natalia Wojcik, Mack Hogan, Mike Juang, Transcript of President-elect Trump's news conference, CNBC.com, 11 gennaio 2017.
  84. (EN) Visibile al minuto 01:10 di Trump To CNN Reporter "You Are Fake News", YouTube.com, 11 gennaio 2017; citato in Natalia Wojcik, Mack Hogan, Mike Juang, Transcript of President-elect Trump's news conference, CNBC.com, 11 gennaio 2017.
  85. (EN) Visibile al minuto 09:50 di Donald Trump's interview about "Make America Great Again", in 6 parts, WashingtonPost.com, 13 gennaio 2016; citato in Aaron Blake, Donald Trump is Making Political Slogans Great Again. Just ask him., WashingtonPost.com, 18 gennaio 2017.
  86. Citato in Trump: "Nato è obsoleta, alleati paghino di più", Ansa.it, 16 gennaio 2017.
  87. (EN) Citato in Michael Gove, Donald Trump interview: Brexit will be a great thing, TheTimes.co.uk, 15 gennaio 2017.
  88. (EN) Citato in Transcript: ABC News Anchor David Muir Interviews President Trump, ABCNews.go.com, 25 gennaio 2017.
  89. La trascrizione della conversazione è stata diffusa dal Washington Post il 3 agosto 2017. Cfr. (EN) Greg Miller, Julie Vitkovskaya, Reuben Fischer-Baum, "This deal will make me look terrible": Full transcripts of Trump's calls with Mexico and Australia, WashingtonPost.com, 3 agosto 2017.
  90. La trascrizione della conversazione è stata diffusa dal Washington Post il 3 agosto 2017. Cfr. (EN) Greg Miller, Julie Vitkovskaya, Reuben Fischer-Baum, "This deal will make me look terrible": Full transcripts of Trump's calls with Mexico and Australia, WashingtonPost.com, 3 agosto 2017.
  91. Traduzione da 8 cose assurde che ha detto Trump ieri, IlPost.it, 17 febbraio 2017.
  92. (EN) Citato in Full Transcript and Video: Trump News Conference, NYTimes.com, 16 febbraio 2017.
  93. Citato in Trump a Netanyahu: "Israele e Palestina? Uno Stato o due è la stessa cosa", Repubblica.it, 15 febbraio 2017.
  94. (EN) Da un tweet del 4 marzo 2017.
  95. (EN) Da un tweet del 4 marzo 2017.
  96. (EN) Citato in Read President Trump's Interview With TIME on Truth and Falsehoods, Time.com, 23 marzo 2017.
  97. Da una conferenza stampa alla Casa Bianca; citato in Trump dice che ha cambiato idea su Assad, Il Post.it, 5 aprile 2017.
  98. Da una conferenza stampa con il segretario generale della NATO; citato in Trump dice che la NATO non è più obsoleta, Il Post.it, 12 aprile 2017.
  99. Traduzione da Trump se l'aspettava più facile, IlPost.it, 28 aprile 2017.
  100. (EN) Citato in Stephen J. Adler, Jeff Mason e Steve Holland, Exclusive: Trump says he thought being president would be easier than his old life, Reuters.com, 29 aprile 2017.
  101. (EN) Visibile in Trump remarks on White House correspondents' dinner, washingtonpost.com, 30 aprile 2017.
  102. (EN) Visibile in Watch Lester Holt's Extended Interview With President Trump, NBCNews.com, 11 maggio 2017; citato in Andrew Prokop, Trump has now admitted he fired Comey because of the Russia investigation, Vox.com, 11 maggio 2017.
  103. (EN) Visibile al minuto 00:55 di President Trump Participates in a Bilateral Meeting with President Reuven Rivlin of Israel, YouTube.com, 22 maggio 2017; citato in Dana Milbank, A not-so-innocent abroad: Trump bumbles across the Middle East, WashingtonPost.com, 23 maggio 2017.
  104. Da un tweet del 24 maggio 2017.
  105. (EN) Visibile in Trump: "I was elected to represent the citizens of Pittsburgh, not Paris", WashingtonPost.com, 1° giugno 2017; citato in Henry Grabar Donald Trump Claims to Champion Pittsburgh Over Paris. He Knows Nothing of Pittsburgh., Slate.com, 1° giugno 2017.
  106. (EN) Citato in Eugene Scott, Trump: "I just don't want a poor person" in Cabinet economic jobs, Edition.CNN.com, 22 giugno 2017.
  107. Traduzione da Trump ha difeso il modo in cui usa Twitter, IlPost.it, 2 luglio 2017.
  108. Da un tweet del 2 luglio 2017.
  109. Errore nelle note: Marcatore <ref> non valido; non è stato indicato alcun testo per il marcatore destabilizzante
  110. (EN) Citato in Excerpts of transcripts between Trump and press on Air Force One, Edition.CNN.com, 14 luglio 2017.
  111. (EN) Visibile in Trump's never-ending handshake with Macron, YouTube.com, 14 luglio 2017.
  112. (EN) Citato in Excerpts From The Times's Interview With Trump, NYTimes.com, 19 luglio 2017.
  113. (EN) Visibile in Trump: I can be more presidential than anyone, Edition.CNN.com; citato in Chris Cillizza, ', Edition.CNN.com, 26 luglio 2017.
  114. Traduzione da Donald Trump ha detto che i poliziotti non dovrebbero essere «troppo gentili» con i sospettati, IlPost.it, 30 luglio 2017.
  115. (EN) Visibile in Trump to Police: "Please Don't Be Too Nice", NYTimes.com, 28 luglio 2017.
  116. (EN) Visibile in Donald Trump: North Korea "Will Be Met With Fire And Fury" | NBC News, YouTube.com, 8 agosto 2017; citato in Trump says North Korea will be met with "fire and fury" if it threatens U.S., Reuters.com, 8 agosto 2017.
  117. a b c d Cfr. Unite the Right rally
  118. (EN) Visibile al minuto 01:00 di President Trump addresses violence in Va., YouTube.com, 12 agosto 2017; citato in Carly Sitrin, Read: President Trump's remarks condemning violence "on many sides" in Charlottesville, Vox.com, 12 agosto 2017.
  119. (EN) Visibile al minuto 02:45 di President Trump: "Racism is evil..." (C-SPAN), YouTube.com 14 agosto 2017; citato in Dan Merica, Trump calls KKK, neo-Nazis, white supremacists "repugnant", Edition.CNN.com, 14 agosto 2017.
  120. (EN) Visibile al minuto 11:30 di Full Q&A: Trump Again Blames Both Sides for Charlottesville Violence, YouTube.com 15 agosto 2017; citato in Andrew Rafferty, Marianna Sotomayor e Daniel Arkin, Trump Says "Two Sides" Share Blame for Charlottesville Rally Violence, NBCNews.com, 16 agosto 2017.
  121. Cfr. Robert Edward Lee Sculpture
  122. Cfr. (EN) West Virginia rally calls for removal of "Stonewall" Jackson monument, DailyProgress.com, 14 agosto 2017.
  123. (EN) Citato in Michael D. Shear, Maggie Haberman, Trump Defends Initial Remarks on Charlottesville; Again Blames "Both Sides", NYTimes.com, 15 agosto 2017.
  124. Da una serie di tweet del 17 agosto 2017.
  125. Traduzione da '', IlPost.it, 21 agosto 2017.
  126. (EN) Visibile al minuto 06:40 di President Trump Addresses the Nation at Fort Myer, Virginia, YouTube.com, 21 agosto 2017; citato in Full Transcript and Video: Trump’s Speech on Afghanistan, NYTimes.com, 21 agosto 2017.
  127. Traduzione da Trump ha minacciato di distruggere la Corea del Nord, nel suo primo discorso all’ONU, Il Post.it, 19 settembre 2017.
  128. (EN) Citato in Kelly Swanson, Read: Trump's full speech to the UN General Assembly, Vox.com, 19 settembre 2017.
  129. (EN) Citato in Adam Taylor, How Namibia responded to Trump inventing a country called "Nambia", WashingtonPost.com, 21 settembre 2017.
  130. Da un tweet del 25 settembre 2017.
  131. Le Isole Vergini sono parte degli Stati Uniti, mentre Trump voleva riferirsi al Governatore delle Isole, Kenneth Mapp.
  132. Durante una conferenza stampa; citato in Trump, figuraccia in diretta: non sa che il presidente delle Isole Vergini è lui, Repubblica.it, 14 ottobre 2017.
  133. Cfr. Teoria del pazzo.
  134. Un'intervista condotta da Phil Donahue durante la quale Trump ha espresso delle opinioni politiche. The Phil Donahue Show, dicembre 1987. Cfr. The Phil Donahue Show - Donald Trump - December 1987, Archive.org
  135. Riferimento a un'intervista del 21 ottobre 2015. Cfr. (EN) Will Robinson, Ted Cruz compares Donald Trump to Back to the Future villain Biff, TheDailyBeast.com, 21 ottobre 2015
  136. Cfr. Make America Great Again.
  137. Riferito ai berretti con visiera della campagna elettorale di Trump con lo slogan «Make America Great Again».
  138. Modo di dire che si riferisce ai ciarlatani, truffaldini, vendidori di prodotti inefficaci.
  139. Nella versione originale in tedesco viene utilizzato il termine «Ami-land» in senso dispregiativo.
  140. Cfr. Unite the Right rally
  141. Cfr. NYC Health + Hospitals/Bellevue.
  142. Riferimento a (EN) Gwenda Blair, The Trumps: Three Generations That Built an Empire, Simon and Schuster, 2000, p. 26; non è accertato in che punto della linea genealogica il nome sia stato cambiato (Cfr. (EN) Drumpf Canard, snopes.com).

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]