Hillary Clinton

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Hillary Clinton nel 2009

Hillary Diane Rodham Clinton (1947 – vivente), avvocata e politico statunitense.

Citazioni di Hillary Clinton[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Lesbiche, gay, bisessuali e transgender americani sono nostri colleghi, insegnanti soldati, amici, i nostri cari e sono cittadini a tutti gli effetti, uguali a noi e meritano i diritti di cittadinanza. Questo include il matrimonio.[1]
  • A grandi linee, metà dei sostenitori di Trump appartiene a una categoria che io chiamo "il gruppo degli spregevoli". Vero? I razzisti, i sessisti, gli omofobi, gli xenofobi, gli islamofobi – andate avanti voi. [...] L'altro gruppo è quello delle persone che pensano che il governo li abbia delusi, che l'economia li abbia delusi, che nessuno pensi a loro o alle loro vite e al loro futuro: sono solamente desiderosi di un cambiamento.[2]
To just be grossly generalistic, you could put half of Trump's supporters into what I call the "basket of deplorables". Right? The racist, sexist, homophobic, xenophobic, Islamophobic — you name it. [...] But that other basket are people who feel that the government has let them down, the economy has let them down, nobody cares about them, nobody worries about what happens to their lives and their futures — they're just desperate for change. (da un discorso pronunciato all'evento di beneficenza "LGBT for Hillary Gala", New York, 9 settembre 2016[3])
  • [Parlando di Donald Trump] Bisogna chiedersi perché lui non abbia pubblicato la sua dichiarazione dei redditi? E penso ci siano un paio di ragioni. Prima di tutto, forse non è ricco come dice di essere. In secondo luogo, forse non è un filantropo come dice di essere. Terzo, non sappiamo tutti i suoi affari, ma ci è stato detto da report investigativi che deve circa 650 milioni a Wall Street e a banche straniere. Oppure forse non vuole che gli americani, tutti quelli che stanno guardando stasera, sappiano che lui non ha pagato le tasse federali, dato che gli unici anni in cui la gente ha potuto vedere le sue dichiarazioni sono stati quando ha dovuto consegnarle alle autorità statali per avere la licenza per costruire un casinò, e le dichiarazioni mostravano che lui non aveva pagato nessuna imposta federale.[4]
  • [Rispondendo a Donald Trump] Negli anni '70 io lavoravo per il Children's Defense Fund e mi battevo contro la discriminazione dei bambini afroamericani nelle scuole. Lui nel frattempo veniva querelato dal Dipartimento di Giustizia per discriminazione razziale nei suoi condomini. Negli anni '80 io lavoravo per riformare le scuole in Arkansas. Lui si faceva prestare 14 milioni di dollari da suo padre. Negli anni '90 ho detto a Pechino che i diritti delle donne sono diritti umani. Lui insultava una donna, Alicia Machado, ex miss Universo, definendola una «macchina per mangiare». [...] E mentre io partecipavo ai briefing sull'operazione per uccidere Osama bin Laden, lui conduceva The Celebrity Apprentice. Quindi sono felice di confrontare i miei trent'anni di esperienza con i suoi [...]
[...] back in the 1970s, I worked for Children's Defense Fund, and I was taking on discrimination against African-American kids in schools. He was getting sued by the Justice Department for racial discrimination in his apartment buildings. In the 1980s, I was working to reform the schools in Arkansas. He was bore rogue $14 million from his father to start his businesses. In the 1990s, I went to Beijing and I said women's rights are human rights. He insulted a former miss universe, Alicia Machado, called her an "eating machine". [...] And on the day when I was in the situation room, monitoring the raid that brought Osama bin Laden to justice, he was host "The Celebrity Apprentice". So I'm happy to compare my 30 years of experience [...] (durante il terzo dibattito televisivo avuto in occasione della campagna elettorale per la presidenza degli Stati Uniti, University of Nevada, Las Vegas, 19 ottobre 2016[5])
  • Ogni volta che Donald pensa che le cose non stiano andando come piace a lui, dice che c'è un trucco. L'FBI compie un'indagine sulle mie email per un intero anno concludendo che non c'è niente di illegale. Lui dice che l'FBI imbroglia. Perde i caucus in Iowa, perde le primarie in Wisconsin. Dice che le primarie sono state manipolate a suo svantaggio. La Trump University viene denunciata per truffa e racket. Afferma che il sistema giudiziario e il giudice federale ce l'hanno con lui. Addirittura quella volta che il suo programma televisivo non ha vinto un Emmy per tre stagioni consecutive ha scritto su Twitter che anche gli Emmy erano truccati. [...] Questa è la sua mentalità. Questo è il modo in cui Donald ragiona. È divertente, ma è anche molto preoccupante.
Every time Donald thinks things are not going in his direction, he claims whatever it is is rigged against him. The FBI conducted a year-long investigation into my e-mails. They concluded there was no case. He said the FBI was rigged. He lost the Iowa caucus. He lost the Wisconsin primary. He said the Republican primary was rigged against him. Then Trump University gets sued for fraud and racketeering. He claims the court system and the federal judge is rigged against him. There was even a time when he didn't get an Emmy for his TV program three years in a row and he started tweeting that the Emmys were rigged. [...] This is a mind-set. This is how Donald thinks. And it's funny, but it's also really troubling. (durante il terzo dibattito televisivo avuto in occasione della campagna elettorale per la presidenza degli Stati Uniti, University of Nevada, Las Vegas, 19 ottobre 2016[6])
  • Mi rivolgo a tutte le giovani ragazze che stanno guardando: non dubitate mai del vostro valore e della vostra forza e non dubitate mai di meritare ogni possibilità e opportunità per perseguire e realizzare i vostri sogni.
To all the little girls who are watching this: never doubt that you are valuable and powerful and deserving of every chance and opportunity in the world to pursue and achieve your own dreams. (durante il concession speech, il discorso del riconoscimento della vittoria di Donald Trump, 9 novembre 2016[7])

Citazioni su Hillary Clinton[modifica]

Donald Trump[modifica]

  • Hillary ha detto che le armi non garantiscono sicurezza. Se lo pensa davvero dovrebbe ordinare alle sue guardie del corpo di disarmarsi subito!
  • L'unica carta che può giocare è quella di essere donna, non ha nient'altro. Francamente, se Hillary Clinton fosse un uomo penso che non avrebbe nemmeno il 5% dei voti.
  • Una donnaccia così cattiva.

Note[modifica]

  1. Citato in Hillary Clinton a favore dei matrimoni gay, corriere.it, 18 marzo 2013.
  2. Citato in Hillary Clinton e i sostenitori di Donald Trump, IlPost.it, 10 settembre 2016.
  3. (EN) Citato in Angie Drobnic Holan, In Context: Hillary Clinton and the "basket of deplorables", Politifact.com, 11 settembre 2016.
  4. Durante il primo confronto televisivo avuto in occasione della campagna elettorale per la presidenza degli Stati Uniti, tenutosi alla Hofstra University di Hempstead il 28 settembre 2016; citato in Tessa Stuart, I momenti più importanti del dibattito Clinton vs Trump, RollingStone.it, 27 settembre 2016.
  5. (EN) Citato in Tara Golshan, Full transcript: Hillary Clinton and Donald Trump's final presidential debate, Vox.com, 20 ottobre 2016.
  6. (EN) Citato in Tara Golshan, Full transcript: Hillary Clinton and Donald Trump's final presidential debate, Vox.com, 20 ottobre 2016.
  7. (EN) Visibile al minuto 22:50 di Hillary Clinton's Elections 2016 concession speech from New York (Full, streamed live), YouTube.com, 9 novembre 2016; citato in Tara Golshan, Hillary Clinton's concession speech full transcript: 2016 presidential election, Vox.com, 9 novembre 2016.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]