L'arte di vincere

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

L'arte di vincere

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Moneyball

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2011
Genere film biografico, film sportivo, film drammatico
Regia Bennett Miller
Sceneggiatura Steven Zaillian, Aaron Sorkin e Michael Lewis
Produttore Brad Pitt, Michael De Luca, Rachael Horovitz
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

L'arte di vincere, film del 2011 con Brad Pitt e Jonah Hill, regia di Bennett Miller.

Frasi[modifica]

  • Ho preso solo una decisione nella mia vita basata sui soldi. E Ho giurato che non lo avrei più rifatto. (Billy)
  • Quando il tuo nemico sta facendo errori, non interromperlo. (Billy)
  • Odio perdere più di quanto ami vincere. (Billy)
  • Ci sono squadre ricche e ci sono squadre povere. Poi ci sono venti metri di merda. Poi ci siamo noi. (Billy)
  • Come si fa a non essere romantici col baseball. (Billy)
  • Tra i ventimila giocatori che vale la pena di valutare credo ci sia una squadra da titolo di venticinque giocatori che ci possiamo permettere, una specie di isola dei giocattoli difettosi. (Peter)
  • Lo volete capire che siamo l'ultimo cane che arriva alla ciotola? Sapete che succede al più piccolo della cucciolata? Che crepa! (Billy)
  • Lo scopo non deve essere comprare giocatori: lo scopo deve essere comprare vittorie. (Peter)
  • Quel tipo è arrogante, e questo è positivo: è il classico tipo che quando entra in una stanza il suo cazzo è già lì da due minuti. (Pittaro)

Dialoghi[modifica]

  • Billy: Preferiresti avere un colpo in testa o cinque al torace e sanguinare a morte?
    Peter: Sono solo quelle le mie due opzioni?

Altri progetti[modifica]