La bohème

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da La boheme)
Jump to navigation Jump to search
Poster de La Bohème, 1895

La bohème, opera lirica in quattro quadri di Giacomo Puccini, su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, rappresentata la prima volta il 1° febbraio 1896.

Citazioni[modifica]

  • Che gelida manina, | se la lasci riscaldar. | Cercar che giova? – Al buio non si trova. | Ma per fortuna – è una notte di luna, | e qui la luna l'abbiamo vicina. (quadro I)
  • Rime ed inni d'amore per sogni e per chimere e per castelli in aria l'anima ho milionaria. (quadro I)
  • Come? ... pranzare in casa? | Pranzare in casa è male | Oggi ch'è la vigilia di Natale! | Mentre il Quartiere Latino le sue vie | Addobba di salsicce e leccornie? | Mentre un olezzo di frittelle imbalsama | Le vecchie strade? È il dì della vigilia! | Là le ragazze cantano contente | Ed han per eco ognuna uno studente! | Un po' di religione, o miei signori: | si beva in casa, ma si pranzi fuori. (quadro I)
  • Qui.. amor... sempre con te! | Le mani... al caldo... e... dormire. [ultime parole] (quadro IV)

Citazioni su La Bohème[modifica]

  • – Winthorpe, Louis III. Allora. Un orologio d'oro. Un portafoglio di coccodrillo. Mastercharge, American Express... carta d'Oro. Visa, Diner's Club, Carte Blanche. Due biglietti per... la Boeme.
    – La Bohème... è un'opera!
    – È un'opera. (Una poltrona per due)
  • Vorrei farti presente papà che in tutta la Bohème non c'è una sola volta che senti dire la parola Morte. Non una volta, e è inutile che ti faccia presente che la storia è quella, che non c'è niente da fare e alla fine Mimì muore. Sì, si sente dire un po' in fondo al palcoscenico che è spirata. Spirata, chissà cosa vuol dire spirata. Che aveva dell'aria in corpo? (Maurizio Maggiani da Il romanzo della nazione)

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]