La quinta onda

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

La quinta onda

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

The 5th Wave

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2016
Genere fantascienza, thriller
Regia J Blakeson
Soggetto Rick Yancey (romanzo)
Sceneggiatura Susannah Grant
Produttore Tim Headington, Graham King, Tobey Maguire, Matthew Plouffe
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La quinta onda, film statunitense del 2016 con Chloë Grace Moretz, regia di J Blakeson.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Come sterminare il genere umano? Semplice, basta privarlo della sua umanità. (Cassie)
  • «Quand'ero bambino parlavo da bambino, pensavo da bambino, ragionavo da bambino, ma divenuto uomo ciò che era da bambino l'ho abbandonato».[1] Queste parole non hanno mai avuto tanto valore quanto adesso che ho davanti voi, che siete la nostra speranza, il nostro futuro, la migliore e più lampante conferma di chi siamo e per cosa lottiamo. (Vosch)
  • Che il vostro dolore vi dia la forza. Che il ricordo di chi è morto vi dia il coraggio. Che la fiducia in voi riposta vi conduca alla vittoria! (Vosch)

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Oompa: Dov'è Teacup, l'abbiamo persa?
    Teacup: Sono qui.
    Oompa [ultime parole]: Eh? Non farlo più, per poco non morivo d'infarto.
  • Ben: Qual è il senso di tutto questo? Che vi abbiamo fatto?
    Vosch: Niente. Se non occupare uno spazio che ci serve. Noi non siamo diversi. Anche la vostra razza fa lo stesso.
    Ben: No, la nostra razza non avrebbe mai sterminato un'intera specie.
    Vosch: Sì che l'avrebbe fatto. Anzi lo fate da secoli.

Explicit[modifica]

Gli Altri considerano la speranza una debolezza, un'illusione. Ma si sbagliano. È la nostra speranza che ci tiene in vita, che ci fa piegare senza mai spezzarci. È la nostra speranza che ci condurrà alla vittoria. È la nostra speranza che ci rende umani. (Cassie)

Note[modifica]

  1. Cfr. Paolo di Tarso: «Quand'ero bambino, parlavo da bambino, pensavo da bambino, ragionavo da bambino. Ma, divenuto uomo, ciò che era da bambino l'ho abbandonato».

Altri progetti[modifica]