Vai al contenuto

La tenda rossa (miniserie televisiva)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

La tenda rossa

Miniserie TV

Questa voce non contiene l'immagine della fiction televisiva. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

The Red Tent

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno

2014

Genere drammatico
Stagioni 1
Episodi 2
Regia Roger Young
Soggetto Anita Diamant (romanzo)
Sceneggiatura Elizabeth Chandler, Anne Meredith
Rete televisiva Lifetime
Interpreti e personaggi


La tenda rossa, miniserie TV statunitense del 2014 con Rebecca Ferguson, regia di Roger Young.

Episodio 1[modifica]

  • Lia pronunciò il mio nome e Zilpa disse che sembrava una melodia. La prima sillaba era forte e chiara, come quando una madre chiama il figlio all'imbrunire. La seconda era delicata, da sussurrare tra i cuscini. (Dina)
  • Non si può essere coraggiosi senza aver prima provato la paura. (Dina)
  • La grandezza dell'uomo dimora nella capacità di perdonare. (Rachele)
  • Mia madre disse: "Essere in lutto è reverente, ricordare è sacro". (Dina)

Episodio 2[modifica]

  • Tutti i grandi guerrieri hanno paura, è da lì che poi nasce il coraggio. (Dina)
  • Nessuno dei due pronunciò mai il nome dei nostri amati defunti, e per questo atto di rispetto loro ci permisero di vivere in pace e di affidare il proprio cuore l'uno all'altra. (Dina)
  • Ricordare è amarci l'un l'altra. (Rachele)

Explicit[modifica]

L'Egitto ama il fiore di loto perché non muore mai, lo stesso quando le persone sono amate davvero. Ecco perché qualcosa di insignificante come un nome di sole due sillabe, una forte e chiara e una delicata, evoca gli innumerevoli sorrisi, le lacrime e i sogni di tutta una vita. (Dina)

Altri progetti[modifica]