Le Corbusier

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Le Corbusier, 1933

Le Corbusier, pseudonimo di Charles-Edouard Jeanneret-Gris (1887 – 1965), architetto, urbanista, pittore e designer svizzero naturalizzato francese.

  • ...Compiti dell'ingegnere: rispetto delle leggi fisiche, resistenza dei materiali (limiti materiali, calcoli, uomo economico, sicurezza...).
    Compiti dell'architetto: conoscenza dell'uomo, immaginazione creatrice, bellezza, libertà delle scelte (uomo spirituale).[1]
  • È un peccato dover mettere "razionale" da un lato della barricata per poter lasciare a colpo sicuro "l'accademico" dall'altra parte. Si dice anche "funzionale". Per me, il termine "architettura" ha qualche cosa di più magico che non il razionale o il funzionale, qualcosa che domina, che predomina, che impone.[2]
  • L'architettura è il gioco sapiente, corretto e magnifico dei volumi raggruppati sotto la luce.[3]
  • L'architettura è un fatto d'arte, un fenomeno che suscita emozione, al di fuori dei problemi di costruzione, al di là di essi. La Costruzione è per tener su: l'Architettura è per commuovere.[4]
  • [Sulla Piazza Vecchia di Bergamo] Non si può più toccare neppure una pietra, sarebbe un delitto.[5]
  • [Sulla città alta di Bergamo] Ogni frastuono, ogni fragore di macchina dovrebbero essere banditi come profanazioni esecrabili.[6]
  • Questi frammenti di elementi naturali, pezzetti di pietra, fossili, schegge di legno, cose martirizzate dagli elementi, raccattate lungo il bordo del mare, […] che esprimono leggi fisiche, l'usura, l'erosione, lo scoppio, ecc., non solo hanno qualità scultoree, ma anche uno straordinario potenziale poetico.[7]
  • Una casa è una macchina per abitare.[3]
  • Veder Nervi collocare uno scheletro di calcestruzzo in una struttura è una magnifica lezione. Non vi mette mai nulla di volgare. Che eleganza! Non si definisce architetto, ma è migliore di quasi tutti noi.[8]

Note[modifica]

  1. Citato in Daniel Chenut, Ipotesi per un Habitat contemporaneo, Il saggiatore Alberto Mondadori Editore, 1968, p. 9.
  2. Citato in Sartoris, Gli elementi dell'architettura funzionale, prefazione, Milano 1932.
  3. a b Da Vers une architecture.
  4. Da Vers une ArchitectureVerso una Architettura, Longanesi &C. editore, Milano, IV edizione 1992, p. 9.
  5. Citato in Marco Valsecchi, Il Giorno, 2 giugno 1971, riportato in [1]
  6. Citato da Tiziana Sallese in L'Eco di Bergamo, 10 aprile 2004, riportato in [2]
  7. Citato in Lotus n. 135, dicembre 2008.
  8. Citato in Ernest O. Hauser, Un creatore del nostro tempo, Selezione dal Reader's Digest, aprile 1964.

Altri progetti[modifica]