Louis L'Amour

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Louis L'Amour, pseudonimo di Louis Dearborn LaMoore (1908 – 1988), scrittore statunitense.

Incipit di Verso la pista dell'Oregon[modifica]

Avevano percorso venti miglia a cavallo dalle prime luci dell'alba, e alla fine della giornata si presentò improvvisamente ai loro occhi uno spettacolo orrendo.
Una sessantina di metri più a valle, a mezzo miglio di distanza, i carri della carovana di pionieri erano sparsi in mezzo al delicato verde dell'erba di aprile. La morte era giunta rapida e aveva colpito con violenza, lasciandosi alle spalle i carri bruciati e i corpi nudi e depredati, innaturalmente bianchi sotto il sole.
L'uomo che indossava un maleodorante giaccone di camoscio si portò all'altezza del maggiore Devereaux. «C'erano cinquanta carri. Si possono contare anche da qui. Da come sono disposti così in fila, devono essere stati colti alla sprovvista. Si direbbe che alcuni abbiano cercato di rompere l'allineamento in modo da formare un cerchio, ma che non ne abbiano avuto il tempo».

Bibliografia[modifica]

  • Louis L'Amour, Verso la pista dell'Oregon (Under the Sweetwater Rim), traduzione di Michele Lo Buono, Oscar Mondadori, Milano 1981.

Altri progetti[modifica]