Nocturne (film 2020)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Nocturne (film 2020)

Immagine IMSLP361282-PMLP346890-Tartini vn son g Devis Trill-6.jpg.
Titolo originale

Nocturne

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2020
Genere orrore, drammatico
Regia Zu Quirke
Sceneggiatura Zu Quirke
Produttore Jason Blum, Lisa Bluse, Marci Wiseman, Jeremy Gold
Interpreti e personaggi

Nocturne, film del 2020, regia di Zu Quirke.

Frasi[modifica]

  • Sapete, mio cugino ha studiato Belle Arti, è andato al College, eppure otto anni dopo insegna ai bambini dell'asilo a decorare con il washi tape. Dico solo che ci sono otto miliardi di persone sul pianeta e tutti vogliono stare sotto i riflettori, ma non accadrà. La generazione di Instagram dovrebbe essere più realista. (Mike)
  • La vita non è fatta solo di riflettori. (Mike)
  • La scomparsa di Moira è un promemoria dell'oscurità che tutti affrontiamo nella nostra vita e nella nostra carriera artistica. (Gordon)
  • Allora fissati di musica, pronti per gli Hunger Games? (Waiter)
  • Continua con Herr Amadeus. Vedrai che ti ricompenserà. Lo fa sempre. (Roger)
  • [Juliet apre il quaderno di Moira e legge] La gloria immortale attenderà, colei che nella sua oscurità mi accoglierà. Il cammino di questo quaderno è con lei. Uno, due, tre, quattro cinque, sei. (Juliet)
  • Juliet, la tua ambizione ti fa onore. Ma se tutti fossimo primi violini, non esisterebbe un'orchestra. Tu sei una brava pianista. Io credo in te ma devi rivedere le tue aspettative. Non tutti possiamo andare a caccia di concerti. (Roger)
  • La sua tecnica non è migliore della tua. Accetta il complimento. La sua tecnica non è migliore e la sua resa è peggiore. Perciò che cosa rende Vivian la star e te... be', qualsiasi cosa tu sia? Lei suona come se avesse il Diavolo alla porta. (Cask)
  • La musica è uno sport di sangue. Se vuoi davvero stare sotto i riflettori, non lasciare che niente si metta in mezzo. (Cask)
  • La nostra musica non è semplice. Cominci all'asilo, ci dedichi tutta la tua vita. E forse, un giorno, sarai abbastanza bravo da esibirti. E quando vai a vedere un concerto, un grande solista, il concerto non è solo musica che vedi, è un sacrificio. E sì, viviamo in un mondo in cui le persone preferiscono ascoltare un adolescente che bestemmia al ritmo di una drum machine, ma fino a quando qualcuno riuscirà ad apprezzare quel sacrificio, la vera musica sopravvivrà, salvata da coloro che se la meritano. (Cask)

Dialoghi[modifica]

  • Vivian: Sai già come la penso, nes…
    Juliet: Nessuno ha mai vinto niente suonando Mozart.
  • Juliet: Lei come suonava?
    Cask: Come se il Diavolo fosse già nella stanza.
  • Cask: Avete mai sentito parlare del compositore Tartini?
    Juliet: Il Trillo del Diavolo.
    Cask: Tartini era un violinista. Un giorno si svegliò con un Diavolo che stava seduto ai piedi del suo letto. Il Diavolo con in mano un violino. Lui gli chiese cosa ci facesse lì. E Satana gli rispose che gli avrebbe insegnato una melodia così perfetta, così divina che avrebe pianto per la sua bellezza. Tutto ciò che chiedeva in cambio era una singola anima. Ora, quando il compositore si svegliò la mattina dopo, il Diavolo non c'era più. Tartini prese la penna e scribacchiò alcune note. Più di trecento anni dopo, le sue opere sono state dimenticate. Tutte tranne Il trillo del Diavolo.
  • Cask: Gould, Ashkenazy, Horowitz. Cos'hanno in comune tutti questi nomi?
    Juliet: Non so, cos'hanno in comune?
    Cask: Non hanno frequentato scuole d'arte. Insomma, non ti sei mai chiesta per quale motivo i Perahia e i Pollini del mondo non hanno mai vinto una stupida, banale competizione scolastica? Hanno saltato quell'ostacolo prima di quando noi abbiamo imparato a camminare. Hanno suonato nei teatri del mondo ancor prima di saper andare in bici. Tu non perderai la tua occasione di dimostrare la tua bravura. Tu l'hai già persa.

Altri progetti[modifica]