Olaf Scholz

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Olaf Scholz nel 2021

Olaf Scholz (1958 – vivente), politico tedesco.

Citazioni di Olaf Scholz[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [La pandemia di COVID-19 ci ha] mostrato quanto sia importante per uno Stato avere delle solide risorse finanziarie per essere in grado di fare ogni mossa necessaria a garantire gli indispensabili aiuti. Ora dobbiamo cogliere l'opportunità di affrontare le sfide che ci attendono: pianificare la digitalizzazione, modernizzare le infrastrutture e, soprattutto, migliorare la lotta al cambiamento climatico. La Germania vuole diventare a emissioni zero entro il 2045. Per raggiungere questo obiettivo, abbiamo bisogno di un progresso rapido e di un'abile interazione tra ricerca, imprenditoria e Stato. Per me, la situazione attuale è paragonabile agli sconvolgimenti del XIX secolo e all’invenzione della locomotiva. A quei tempi, i protagonisti di quegli sconvolgimenti non furono solo le aziende innovative che costruivano locomotive o che fondevano l'acciaio. Anche lo Stato fece la sua parte, perché costruì l’intera rete ferroviaria in poco tempo. Le sfide di oggi sono paragonabili, nelle dimensioni, a quelle di allora. Lego la mia candidatura a cancelliere alla promessa di una necessaria modernizzazione del Paese come mia missione personale.[1][fonte 1]
  • L'Ue tiene molto ai valori della democrazia e dello Stato di diritto, ma dovremo avere buone relazioni anche con quei Paesi che non hanno ancora deciso di percorrere questa strada [perché è necessario] vivere assieme in pace. [...] Nel mondo in cui viviamo, e nel quale vivremo in futuro, un'Europa forte e sovrana sarà di estrema importanza. [Lo scenario globale] non sarà bipolare, come molti stanno prevedendo. Sarà invece un mondo multipolare con molti poteri diversi. Già da tempo non ci sono più solo gli Usa e la Russia, ma anche la Cina e altri Paesi asiatici come la Corea, il Giappone, l'India, così come ci saranno altre nazioni emergenti africane e sudamericane [...] far lavorare assieme questo mondo secondo un metodo multilaterale è ciò che ci deve unire.[fonte 2]
  • L'energia atomica non è sostenibile [e] non ha senso dal punto di vista economico. Abbiamo bisogno di più elettricità [che] deve essere combinata con un'espansione delle energie rinnovabili.[fonte 3]
  • [Sull'invasione russa dell'Ucraina del 2022] Al fianco dell'Ucraina siamo dalla parte giusta della storia. [...] Gli ucraini combattono per la libertà e la democrazia, per valori che noi condividiamo. Sabato abbiamo deciso la consegna delle armi a Kiev. All'aggressione di Putin non poteva esserci altra risposta.[fonte 4]
  • Putin vuole tracciare nuovi confini con la forza e la violenza, cosa che in Europa non avremmo mai voluto vedere. E quindi anche un attacco all'ordine di sicurezza europeo. Ci opponiamo con tutte le forze a che questo accada. Questa era la promessa alla fondazione dell'Ue. Spetta a noi sviluppare e preservare questa promessa di pace. È quello che la maggior parte dei cittadini si aspetta sia a ovest che a est del continente[fonte 5]
  • [Alla Conferenza per la ricostruzione dell'Ucraina] La posta in gioco è niente di meno che la creazione di un nuovo Piano Marshall per il 21° secolo. Un compito generazionale che deve iniziare ora. La ripresa, la ricostruzione e la modernizzazione dell'Ucraina saranno davvero una sfida per generazioni, servirà la forza combinata dell'intera comunità internazionale. Ma è anche un'opportunità per le generazioni a venire, se riusciamo a farlo bene[fonte 6]
  • Il posto dei sei Stati dei Balcani occidentali è nell'Unione europea. Fanno parte dell'Europa e della famiglia europea. Per questo motivo mi impegno a favore dell'allargamento dell'Unione Europea per includere questi Stati[2]

Da Il mondo non sarà più come prima. Il discorso storico di Olaf Scholz

Discorso sull'invasione russa dell'Ucraina del 2022, Berlino, 27 febbraio 2022; riportato in perfondazione.eu, 28 febbraio 2022

  • Con l’attacco all’Ucraina, il presidente russo Putin ha iniziato una guerra di aggressione a sangue freddo. Per una sola ragione: la libertà del popolo ucraino mette in discussione il suo stesso regime oppressivo.
  • Stiamo vivendo un’era spartiacque. E questo significa che il mondo dopo non sarà più lo stesso del mondo prima. La questione al centro di questo è se il potere può prevalere sulla legge. Se permettiamo a Putin di riportare indietro l’orologio al diciannovesimo secolo e all’età delle grandi potenze. O se abbiamo in noi la possibilità di tenere sotto controllo i guerrafondai come Putin. Ciò richiede la nostra forza.
  • Con l’attacco all’Ucraina, Putin non sta solo cercando di cancellare un paese indipendente dalla mappa. Sta demolendo l’ordine di sicurezza europeo che era prevalso per quasi mezzo secolo dall’Atto finale di Helsinki. Si sta anche isolando dall’intera comunità internazionale.
  • Il presidente Putin non dovrebbe sottovalutare la nostra determinazione a difendere ogni metro quadrato di territorio della NATO insieme ai nostri alleati! Siamo assolutamente seri su questo. Quando diamo il benvenuto a un paese nella NATO, ci impegniamo a difendere quel paese come partner e alleato. Così come ci difenderemmo!
  • Chiunque legga i saggi storicizzanti di Putin, chi abbia assistito alla sua dichiarazione di guerra televisiva all’Ucraina, o chi abbia recentemente – come ho fatto io – avuto ore di colloqui diretti con lui, non può più avere alcun dubbio sul fatto che Putin voglia costruire un impero russo.
  • Ora, anno dopo anno, investiremo più del due per cento del nostro prodotto interno lordo nella nostra difesa. [...] Abbiamo fissato questo obiettivo non solo perché abbiamo promesso ai nostri amici e alleati di aumentare le nostre spese per la difesa al due percento della nostra produzione economica entro il 2024. Lo stiamo facendo anche per noi, per la nostra sicurezza.
  • Gli eventi degli ultimi giorni e settimane ci hanno mostrato che una politica energetica responsabile e lungimirante non è solo cruciale per la nostra economia e il nostro clima. È anche fondamentale per la nostra sicurezza. Ciò significa che quanto più velocemente si procede con lo sviluppo delle energie rinnovabili, tanto meglio.

Note[modifica]

  1. Rispondendo alle domande: «Quali sarebbero le sue priorità se diventasse cancelliere in autunno? Come imposterebbe la fase di ricostruzione post-Covid?».
  2. Citato in Ue, pacchetto da 1 mld per i Balcani contro caro energia, Ansa.it, 3 novembre 2022.

Fonti[modifica]

  1. Dall'intervista di Tonia Mastrobuoni, Scholz: "La Global Tax è un passo storico, a Venezia firmeremo l'accordo", repubblica.it, 8 luglio 2021.
  2. Citato in Tommaso Lecca, La prima di Scholz a Bruxelles: "Gas sarà fonte di transizione, ma la Russia rispetti i confini", today.it, 11 dicembre 2021.
  3. Dalle risposte del suo primo question time al Bundestag da cancelliere. Citato in Primo discorso di Scholz al Bundestag: "Necessario l'obbligo vaccinale", rainews.it, 12 gennaio 2022.
  4. Citato in Scholz: "Al fianco degli ucraini siamo dalla parte giusta della storia", tgcom24.mediaset.it, 27 febbraio 2022.
  5. Citato in Il cancelliere tedesco Olaf Scholz: "Difesa comune europea entro il 2025", Rainews.it, 15 ottobre 2022.
  6. Citato in Ucraina: dalla conferenza per la ricostruzione Scholz invoca un nuovo piano Marshall, euronews.com, 25 ottobre 2022.

Altri progetti[modifica]