Pedarito

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Pedarito (V secolo a.C. – 411 a.C.), militare spartano.

Citazioni di Pedarito[modifica]

Plutarco, Apophthegmata Laconica
  • [In risposta ad un tale che gli diceva che i nemici erano tanti] Meglio: ne ammazzeremo di più e diventeremo più famosi. (231 A-B)
  • [Vedendo che un tale di carattere effeminato era molto apprezzato dai cittadini per la sua mitezza] Non è una bella cosa, quando gli uomini si comportano da donne o le donne da uomini, a meno che ci sia un buon motivo. (231 B)
  • [Dopo che non era stato accolto tra i Trecento[1], in risposta agli efori che gli chiedevano perché rideva] Sono contento per la città, che evidentemente dispone di trecento cittadini migliori di me. (231 B)

Note[modifica]

  1. I Trecento erano la guardia del corpo dei due re di Sparta quando facevano delle campagne militari; la loro impresa più famosa fu la resistenza alle Termopili guidata dal re Leonida (480 a.C.).

Bibliografia[modifica]

  • Plutarco, Le virtù di Sparta (Apophthegmata Laconica), traduzione di Giuseppe Zanetto, Adelphi, 1996, ISBN 978-88-459-1208-5.

Altri progetti[modifica]