Pierre-Jean de Béranger

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Pierre-Jean de Béranger

Pierre-Jean de Béranger (1780 – 1857), poeta e musicista francese.

Citazioni di Pierre-Jean de Béranger[modifica]

  • Come si sta bene anche in un granaio a venti anni!
Dans un grenier qu'on est bien à vingt ans!.[1]
  • Il suo cuore è un liuto sospeso; | appena lo sfiori, risuona.[2]
  • L'esilio non ha mai corretto i re.
Jamais l'exil n'à corrigé les rois.[3]
Oiseaux et poètes sont frères.[4]
  • Viva i pezzenti!
Vivent les gueux![5]

Citazioni su Pierre-Jean de Béranger[modifica]

  • La consacrazione del genio di Beranger fu nell'onesta sua povertà, e che la negazione morale del genio di Prati sta nell'aver fatto merce de' suoni della poetica e armonica sua lira ai despoti di una sventurata nazione. (Virgilio Estival)

Note[modifica]

  1. Da Le Grenier; citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, U. Hoepli, Milano, 1921, p. 431.
  2. Citato in Edgar Allan Poe, Il crollo della casa Usher, traduzione di Gabriele Baldini e Luciana Pozzi, Garzanti, Milano, 1981, p. 219.
  3. (FR) Da Denys, maître d'école, 1829.
  4. Citato in Epigrammi del marchese di Caccavone e del Duca di Maddaloni, a cura di Giuseppe Porcaro, Arturo Berisio Editore, Napoli, 1968, p. 53.
  5. Da Les gueux, citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, U. Hoepli, Milano, 1921, p. 430.

Altri progetti[modifica]