Romano Amerio

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Romano Amerio

Romano Amerio (1905 – 1997), filosofo, filologo e teologo svizzero-italiano.

Citazioni di Romano Amerio[modifica]

  • Il problema dell'uomo è il problema dell'adorazione e tutto il resto è fatto per portarvi luce e sostanza.[1]

Zibaldone[modifica]

  • L'autunno è la stagione dell'uomo, perché è come noi: un morire non senza frutto.
  • La saggezza non è un'assoluta autocrazia e indipendenza dell'anima, ma un'obbedienza e subordinazione di essa alle cose superiori, mediante la quale essa acquista la capacità di dominare e subordinarsi le cose inferiori. Soltanto così divien subordinante e signora. Servire Deo libertas est. L'umiltà e la libertà sono ugualmente necessarie.
  • La vanità della vita e del piacere si vede bene considerando che il piacere è tutto nella prospettiva del piacere e mai nella percezione di esso.
  • Nel mondo non soltanto dobbiamo desiderare poche cose, perché poche sono le cose desiderabili, ma anche quelle poche cose che desideriamo le dobbiamo desiderare poco, sia perché esse sono poco desiderabili, sia perché, molto desiderate, divengon fonte di pena.

Note[modifica]

  1. Da Di un bisogno dei contemporanei, Pagine nostre, giugno 1926; citato in Zibaldone.

Bibliografia[modifica]

  • Romano Amerio, Zibaldone, a cura di Enrico Maria Radaelli, Lindau, Torino, 2010.

Altri progetti[modifica]