Strega

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Illustrazione di una strega, 1897

Citazioni sulle streghe.

  • Chi si cura delle gioie o dei dolori delle streghe? In entrambi i casi esse sono lontane dall'umanità comune. Se le streghe sono felici, è perché hanno ottenuto le loro gioie a prezzo della loro anima. E se soffrono in modi che non possiamo conoscere, quando sono abbandonate dal loro oscuro Signore, il loro dolore non è che la sorte meritata dai malvagi. Eppure sono donne, hanno un cuore di donna. (Margaret St. Clair)
  • La Strega abitava in una vecchia casa coloniale all'interno di una piantagione. La villa era disabitata e sprangata con tavole di legno e nessuno, all'infuori di me, sapeva della sua esistenza. Nessuno, nella pettegola cittadina a sud della Georgia dove abitavo da ragazzo, sapeva che, percorrendo la strada polverosa che terminava all'ufficio postale, piegando poi a sinistra e percorrendo per un tratto la stradina laterale, ci si imbatteva nel cancello di ferro arrugginito prospiciente il vialetto che conduceva alla villa. E in quel luogo avvenivano cose da far uscire gli occhi fuori dalle orbite. (Madeleine L'Engle)
  • [Le streghe fanno] il male. Nient'altro al di fuori di quello. Conoscono e praticano segreti occulti che danno loro il potere di agire sulla realtà, sulle persone. Ma solo – ripeto, solo – in senso maligno. [...] Il loro scopo è ottenere vantaggi materiali e personali, ma possono raggiungerli esclusivamente con il male degli altri. Con la malattia, con la sofferenza, il dolore e, non di rado, con la morte di coloro che prendono di mira per una qualsiasi ragione. (Suspiria)
  • Le streghe hanno smesso di esistere quando noi abbiamo smesso di bruciarle. (Voltaire)
  • Le streghe, nel tempo stesso che sono ricolme di spaventose superstizioni, sono sommamente fiere ed immani; talché, se bisogna per solennizzare le loro stregonerie, esse uccidono spietatamente e fanno in brani amabilissimi innocenti bambini. (Giambattista Vico)
  • – Non vi agitate, popolo. La giustizia ha metodi sicuri per essere certa.
    – Cosa? Quali sono questi metodi?
    – Seguitemi. Voi che ci fate con le streghe?
    – A morte! Al rogo!
    – E che cosa bruciate, a parte le streghe?
    – Ancora streghe!
    – Shh!
    – La legna!
    – La legna. Allora le streghe bruciano...
    – Be'... perché sono di legno?
    – Ecco lì. E come si fa a capire che quella roba lì è di legno? Eh? [...] Va a fondo nell'acqua?
    – Va a galla! Va a galla!
    – Calma, calma, non è mica ancora finita. Cos'altro ancora galleggia nell'acqua?
    [...]
    – Le oche.
    – Le oche?
    – Risposta esatta. Le oche galleggiano come il legno.
    – Sì. Quindi... un'oca galleggia sull'acqua... allora è fatta di legno.
    – Se ha lo stesso peso dell'oca. In questo caso...
    – È una strega! (Monty Python e il Sacro Graal)
  • Si tratta di un'antica tradizione: per diventare strega una bambina deve lasciare casa all'età di tredici anni. [...] Però rendersi indipendenti a quell'età non è più cosa del mondo d'oggi. (Kiki - Consegne a domicilio)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]