Magia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Streghe

Citazioni sulla magia, sulla stregoneria, e su maghi, streghe e stregoni.

Citazioni[modifica]

  • "Cos'ha a vedere la Magia con la Chiesa cattolica?". Petrus pronunciò soltanto una parola: "Tutto". (Paulo Coelho)
  • I maghi operano invece nel campo dell'illusione. Essi praticano una delle molte occupazioni – come la recitazione, la pubblicità, la religione burocratica e la politica – in cui quella che un osservatore ingenuo potrebbe considerare menzogna viene socialmente accettata come rivolta al servizio di un bene superiore. (Carl Sagan)
  • Io non credo nella magia, sono soltanto un mucchio di stupide superstizioni. (I predatori dell'Arca perduta)
  • La magia è riuscita, e ha perso la sua qualità magica. Di tutto il resto, nulla è riuscito, e perciò tutto il resto è più interessante e importante della magia. (Elias Canetti)
  • La magia non è nel pendolino, ma in chi lo usa. (NCIS - Unità anticrimine)
  • Le streghe hanno smesso di esistere quando noi abbiamo smesso di bruciarle. (Voltaire)
  • Ma la magia, per sua stessa natura, non ti dice di aspettarti l'inaspettato? Nel momento in cui credi di aver capito tutto... ecco un colpo di scena! E ciò che pensavi fosse innocuo... ti colpisce all'improvviso! (Batman)
  • Magia: totale compimento della filosofia naturale. (Pico della Mirandola)
  • Non esiste distinzione tra magia bianca e magia nera. Quando la magia funziona, è sempre opera del demonio. (Gabriele Amorth)
  • Ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia. (Arthur C. Clarke)
  • Prima di rivolgersi alla magia, al sortilegio, all'inganno, bisogna guardare nel cuore dell'uomo perché in quel luogo profondo c'è un incantesimo che vale molto più di qualche moneta d'oro. (Ai confini della realtà (serie televisiva 1959), seconda stagione)
  • Quando parlo di magia intendo: prodigio, eccitazione, meraviglia, sorpresa, evasione... La creazione di qualcosa che è davvero incredibile, un'illusione. Mi piace far vivere alle persone nuove situazioni di qualsiasi genere facendo credere loro che invece sono del tutto normali, in questo modo nessuno si può aspettare nulla e questo sconvolge la mente. Questo è ciò che io definisco magia, meraviglia. Mi piace stupire, non c'è niente di più bello. Mi piace creare la magia in tutto quello che faccio. (Michael Jackson)
  • Se vuoi la magia, togliti l'armatura! La magia è molto più forte dell'acciaio! (Richard Bach)
  • Son dunque un mago per il fatto d'esser un poeta? (Apuleio)

Giordano Bruno[modifica]

  • La prima è quella magia che attraverso la credulità della fede ovvero attraverso non lodevoli specie di contrazione mortifica il senso [...] la seconda è quella magia che attraverso una fede regolata ed altre lodevoli specie di contrazione [...] corregge l'errante, rafforza ed acuisce il debole e l'ottuso.
  • Prima di dissertare sulla magia, come su qualsiasi altro soggetto, il nome va distinto nei suoi significati: tanti sono i significati del termine magia, quante le specie dei maghi. Mago anzitutto significa sapiente, come lo erano i Trimegisti fra gli Egizi, i Druidi fra i Galli, i Gimnosofisti fra gli Indi, i Cabalsisti fra gli ebrei, i Magi fra i Persiani (discendenti da Zoroastro), i Sofisti fra i Greci, i Sapienti fra i Latini.
  • Profonda magia è saper trar il contrario dopo aver trovato il punto de l'unione.

James Frazer[modifica]

  • Incantesimi basati sulla legge di similarità si possono chiamare magia omeopatica o imitativa. Incantesimi basati sulla legge di contatto o contagio si possono chiamare magia contagiosa.
  • La magia è tanto un falso sistema di leggi naturali quanto una guida fallace della condotta; tanto una falsa scienza quanto un'arte abortita.
  • La magia omeopatica è fondata sull'associazione delle idee per similarità; la magia contagiosa sull'associazione per contiguità. La magia omeopatica commette l'errore di postulare che le cose che si somigliano siano le stesse; la magia contagiosa commette l'errore di postulare che le cose che siano una volta a contatto continuano a esserlo sempre.

Sigmund Freud[modifica]

  • Il principio su cui le pratiche magiche si basa, o, meglio, il principio della magia, è così chiaro che tutti gli specialisti furono costretti a riconoscerlo. A prescindere dalla valutazione che egli ne fa, può essere espresso concisamente con le parole di E. B. Taylor: «confondendo un legame ideale con un legame reale».
  • La magia costituisce la parte più originaria e più importante della tecnica animistica, dato che fra i metodi con cui si usa trattare con gli spiriti ci sono anche quelli magici, e la magia viene applicata anche in casi in cui secondo noi, non è stata ancora realizzata la spiritualizzazione della natura.
  • La magia deve servire agli scopi più diversi: sottomettere i fenomeni naturali al volere dell'uomo, difendere l'individuo da nemici e pericoli e fornirgli la possibilità di danneggiare gli avversari.
  • Ma la magia è cosa ben diversa; essa, in definitiva, non tiene conto degli spiriti, e si vale invece di speciali procedure, non della banale metodica psicologica. Ci renderemo facilmente conto che la magia costituisce la parte più originaria e più importante della tecnica animistica, dato che fra i metodi con cui si usa trattare con gli spiriti ci sono anche quelli magici, e la magia viene applicata anche in casi in cui secondo noi, non è stata ancora realizzata la spiritualizzazione della natura.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]