Terrore dallo spazio profondo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Terrore dallo spazio profondo

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Invasion of the Body Snatchers

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1978
Genere fantascienza, horror
Regia Philip Kaufman
Soggetto Jack Finney
Sceneggiatura W. D. Richter
Produttore Robert H. Solo
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Note
Remake de L'invasione degli ultracorpi (1956)

Terrore dallo spazio profondo, film statunitense del 1978, regia di Philip Kaufman.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Matthew, ho vissuto per tutta la vita in questa città, ma in qualche modo oggi sentivo che era cambiata. La gente era diversa. Non solo Jeffrey, ma tutti. Ieri sembrava tutto normale, oggi tutto lo sembrava ugualmente, ma non lo era. Era un incubo, era una cosa spaventosa. Come se la città fosse cambiata in una notte. (Elizabeth) [voce fuori campo]
  • Aiuto! Arrivano! Arrivano! Arrivano! Ascoltatemi! Arrivano! Arrivano! Aiutatemi! Ascoltatemi! [...] Poi toccherà a voi! Vi prego! Anche voi siete in pericolo! Vi prego, ascoltatemi! È una cosa terribile! Vi prego! Toccherà anche a voi! Sono già qui! Aiuto! Aiuto! Anche a voi! Arrivano! Arrivano! (Uomo paranoico[1])
  • Tornerete a nascere in un mondo imperturbato, libero dall'angoscia, dalla paura, dall'odio. (David - ultracorpo)
  • Siamo venuti qui da un mondo in agonia, trasportati nell'universo di pianeta in pianeta con la spinta dei venti solari. Ci adattiamo e sopravviviamo. Lo scopo della vita è sopravvivere. (David - ultracorpo)
  • Matthew, non c'è niente da aver paura. Avevano ragione, è indolore. È bello. Vieni. Dormi. Matthew... Matthew... Matthew! (Elizabeth - ultracorpo)

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Matthew: E questo che sarebbe?
    Chef francese: Sono cervelles en matelote.
    Matthew: Ah, ci credo. Ma io voglio sapere che mangerei se mangiassi?
    Chef francese: È cervello di vitello al vino rosso.
    Matthew: Vino rosso e che altro?
    Henri: Mais, c'est impossible! È impossibile! È un segreto, monsieur Bennell.
    Matthew: Non può avere segreti per il Ministero della Sanità.
    Henri: Allora, un buon Borgogna nuovo, brodo ristretto, del timo, prezzemolo, solo un rametto e capperi e... e uno spicchio d'aglio e una foglia d'alloro.
    Matthew: E basta?
    Henri: Mais oui.
    Matthew [prende con una pinza un ingrediente della salsa]: Questo cos'è?
    Henri: Un cappero.
    Matthew: No.
    Henri: Lei pretende di dire a noi cosa c'è in questa salsa?!
    Matthew: È sterco di topo.
    Chef francese: Cos'è?!
    Matthew: È sterco di topo!
    Henri: È un cappero!
    Matthew: È sterco di topo!
    Henri: È un cappero!
    Matthew: Se è un cappero... lo mangi!
  • Elizabeth: Mi credi pazza allora.
    Matthew: No, no... Vuoi andare dal mio amico Kibner?
    Elizabeth: Lo psichiatra?!
    Matthew: No, no, non dico per... Ci parli e forse ti mette le cose nella giusta prospettiva.
    Elizabeth: Non sono nevrotica.
    Matthew: No, no, no. Sul serio. Sai, andrebbe per eliminatoria e considererebbe se Jeffrey ha un'altra donna o se è diventato checca, o se soffre di una... di una malattia sociale o se è diventato repubblicano.
  • Jack: Il libro è orrendo. Il libro di Kibner è orrendo, le sue idee immondizia. Le idee di Kibner sono vera immondizia.
    Signora [sentendo le parole di Jack]: Come può dire così di un uomo come Kibner?!
    Jack: Io non lo dico di un uomo come Kibner, io lo dico di Kibner! Lui vomita una di queste ignominie una volta ogni sei mesi! A me sei mesi occorrono per scrivere un pezzo qualche volta!
    Signora: Perché?
    Jack: Perché io soffro ogni singola parola, ecco perché!
    Signora: Be', che c'è di straordinario?
    Jack: Non stavo parlando con lei, vero?
  • Elizabeth: Sentite, io ho visto questi fiori dappertutto, crescono come parassiti sulle altre piante! Ma da dove vengono?!
    Nancy: Dallo spazio.
    Jack: Non diciamo sciocchezze! "Dallo spazio"!
    Nancy: Perché no?
    Jack: Perché non viene dallo spazio!
    Nancy: Perché?!
    Jack: Vogliamo tirar fuori anche i fiori spaziali adesso?
    Nancy: Ma scusa, perché non dei fiori spaziali? Perché dobbiamo solo aspettarci dei dischi volanti?
    Jack: I dischi volanti io non li ho mai aspettati davvero!
    Nancy: Ma forse hanno altri mezzi per entrare nel nostro sistema.
    Elizabeth: È giusto! Potrebbero entrare in noi solo toccandoli o sentendone il profumo.
    Nancy: Non ce ne accorgeremmo mai. Già siamo saturi di sostanze velenose: mangiamo delle porcherie e le respiriamo!
    Elizabeth: Sentite, a cosa si debba io non lo so. Ma io mi sento come se fossi stata avvelenata oggi. Dobbiamo prendere quei fiori e farli analizzare, questa è la sola cosa certa. In quei fiori c'è qualcosa!
    Nancy: Sì, qualcosa che potrebbe entrare nei nostri organismi e agire sui nostri codici genetici per cambiarci o chissà per cos'altro! Ma del resto, non c'è quella teoria secondo cui migliaia di anni fa uomini di altri mondi scesero sulla Terra e si accoppiarono con le scimmie per creare la razza umana? [fulminando Matthew con uno sguardo] E tu, Matthew, te ne stai zitto!

Explicit[modifica]

Matthew. Matthew. [gli va in contro, ma Matthew la indica e fa il tipico verso degli ultracorpi] Oddio, no! Oddio! Oh, no! (Nancy)

Citazioni su Terrore dallo spazio profondo[modifica]

Frasi promozionali[modifica]

  • Dallo spazio profondo... L'invasione degli Ultracorpi. Il seme viene piantato... e il terrore cresce.
From deep space... The Invasion of the Body Snatchers. The seed is planted... terror grows.[2]
  • Dormi... Dormi... e rinasci in un mondo senza paura e senza odio!
Sleep... Sleep... and be born again into a world without fear and hate![3]
  • Sono venuti qui da un mondo in agonia, trasportati nell'universo con la spinta dei venti solari. Si adattano e sopravvivono. Lo scopo della vita è sopravvivere. Dallo spazio profondo il seme viene piantato. Il terrore cresce. Ora la classica paura comincia a crescere in un moderno capolavoro della fantascienza.
They came here from a dying world. They drift through the universe, pushed on by the solar winds. They adapt and they survive. The function of one's life is survival. From deep space the seed is planted. Terror grows. Now the classic fear begins to grow in a modern masterpiece of science fiction.[4]
  • Stai attento! Ti prendono mentre stai dormendo!
Watch out! They get you while you're sleeping![5]

Note[modifica]

  1. Cameo di Kevin McCarthy, protagonista del film del 1956 di cui Terrore dallo spazio profondo è il remake.
  2. Dalla locandina in inglese. Cfr. Poster 4 - Terrore dallo spazio profondo, MYmovies.it
  3. Dalla locandina in inglese. Cfr. Poster 2 - Terrore dallo spazio profondo, MYmovies.it
  4. Dal trailer in inglese. Cfr. Invasion of the Body Snatchers Official Trailer #1 - Donald Sutherland Movie (1978) HD, YouTube.com
  5. Dalla locandina in inglese. Cfr. Poster Terrore dallo spazio profondo, MYmovies.it

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]