Thérèse

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Thérèse

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Thérèse

Lingua originale francese
Paese Francia
Anno 1986
Genere drammatico, biografico
Regia Alain Cavalier
Sceneggiatura Alain Cavalier, Camille de Casabianca
Interpreti e personaggi

Thérèse, film francese del 1986 con Catherine Mouchet, regia di Alain Cavalier.

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Siamo proprio due matte. Siamo cotte di uno morto duemila anni fa, non siamo neanche sicure che sia esistito. (Lucie)
  • Amo le lontananze, amo lo spazio, i pini giganteschi, ma il puro amore è nel mio cuore? (Thérèse)
  • In convento, sono i primi trent'anni i più difficili. (Suora)

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Thérèse: Voglio diventare una santa, madre.
    Madre superiora: Orgoglio.
    Thérèse: No, io voglio diventare una grande santa di nascosto. Non lo saprà nessuno, tranne lui.
  • Madre superiora: Una carmelitana è sulla terra per soffrire come il suo sposo.
    Giovane medico: Per lui è durato un giorno solo.
    Madre superiora: Lui sarà in agonia fino alla fine dei tempi, per me, per voi, per i peccati di tutti.
    Giovane medico: È orrenda la sofferenza.
    Madre superiora: Non qui da noi.
  • Thérèse [in confessione]: Vedo solo il nulla, lui ha deciso così. Vuole farmi credere che il cielo... che il cielo non esiste. Me l'avevano detto: è ancora più bello quando si nasconde.
    Sacerdote: Non vi crogiolate troppo, è pericoloso. Non lo fate. Tutti i giorni, quando dirò messa, penserò a voi, non sarete mai sola.
    Thérèse: Non sono nel peccato.
    Sacerdote: Non lo siete di sicuro. Vi do l'assoluzione.

Citazioni su Thérèse[modifica]

  • È il caso raro di un film laico, appoggiato più all'antropologia che alla psicologia, che, attraverso la leggerezza e la concretezza della vita quotidiana, suggerisce il senso del sacro, la religione vissuta come energia dell'amore. (il Morandini)

Altri progetti[modifica]