Titanic

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
L'RMS Titanic in partenza da Southampton il 10 aprile 1912

Citazioni sul Titanic.

  • Anche il capitano del Titanic lo diceva: "Ma no! Ma no! È solo un rumorino! Da niente!" (Tre uomini e una gamba)
  • Dire che la RAI è in crisi è come dire che sul Titanic c'era un rubinetto che perdeva. (Daniele Luttazzi)
  • Era la nave più bella di tutto il fondale. (Rat-Man)
  • Legge del Titanic: Non appena si dichiara che una qualsiasi nave è inaffondabile, questa cola a picco. (Legge di Murphy)
  • Tutti ballano come se fossero sul Titanic. Dicono: "Non è possibile che vada a fondo...". E intanto hanno l'acqua alle palle. (Beppe Grillo)

Titanic[modifica]

  • – Chi ha pensato al nome Titanic? È stato lei, Bruce?
    – Be', a dire il vero sì. Volevo... volevo trasmettere grandezza pura. E grandezza significa stabilità, lusso, ma soprattutto, forza.
    – Ha mai sentito parlare del dottor Freud, signor Ismay? Le sue teorie sulla preoccupazione del maschio riguardo alla grandezza potrebbero risultare particolarmente interessanti per lei.
    [...]
    – Freud? Chi è? Un passeggero?
  • Il Titanic era chiamato "la nave dei sogni". E lo era. Lo era davvero.
  • – Non capisco il motivo di tutto questo gran chiasso. Non sembra più grande del Mauretania.
    – Si può essere blasé riguardo ad alcune cose, Rose, ma non riguardo al Titanic. È almeno trenta metri più lungo del Mauretania, e molto più lussuoso. Sua figlia è davvero impossibile da sbalordire, Ruth.
    – Ah, ah! Allora sarebbe questa la nave che dicono inaffondabile?
    – È inaffondabile. Dio stesso non potrebbe affondare questa nave.
  • – Si schianta contro l'iceberg a dritta, giusto? E procede a sobbalzi, provocando delle falle tipo codice Morse – dit-dit-dit! – lungo la fiancata, sotto la linea di galleggiamento. Poi lo scomparto di prua comincia ad allagarsi. Ora, mentre il livello dell'acqua si alza, trabocca dalle paratie stagne, che, sfortunatamente, non superano il ponte E. Perciò, mentre la prua va giù, la poppa si solleva, all'inizio lentamente, poi sempre più velocemente, finché la nave si ritrova con tutto il culo per aria! Ed è un culone enorme! Stiamo parlando di venti, trentamila tonnellate, okay? Ora, lo scafo non è progettato per sopportare una tale pressione, perciò che succede? Si spacca, dritto giù fino alla chiglia, e la poppa cade all'indietro, in piano. Poi, mentre la prua affonda, trascina giù con sé la poppa verticalmente, e poi, finalmente, si stacca. Ora, la parte posteriore rimane lì a ballonzolare come un tappo di sughero per qualche minuto, si allaga e finalmente affonda intorno alle due e venti del mattino, due ore e quaranta minuti dopo la collisione. La parte della prua plana, fermandosi a circa mezzo miglio di distanza. Viaggia a circa venti, trenta nodi quando si schianta contro il fondale marino. Una ficata, eh?
    – Grazie per la sua ottima analisi forense, signor Bodine. Naturalmente, vivere quell'esperienza è stato un pochino diverso.
  • – Signor Andrews, mi perdoni, ho fatto un veloce calcolo del numero delle scialuppe moltiplicato per la capacità di ognuna. Eh... mi perdoni, ma... pare che non ce ne siano a sufficienza per tutti i passeggeri.
    – Solo per la metà. Eh, Rose, non le sfugge nulla, eh? Infatti feci installare questo nuovo tipo di gru che può tenere una fila di scialuppe in più da questo lato. Ma c'era chi sosteneva che il ponte avrebbe avuto un aspetto troppo disordinato. Così la mia proposta fu bocciata.
    – È uno spreco di spazio, e poi stiamo parlando di una nave inaffondabile.
    – Dorma sonni tranquilli, piccola Rose. Le ho costruito un'ottima nave, forte e robusta.

Film[modifica]

Altri progetti[modifica]